Qui sopra, il video di YouTube cliccabile

The Old Rugged Cross, ovvero La vecchia ruvida croce: canto tradizionale cristiano degli Stati Uniti d’America. Scritto da un pastore protestante, non ha una parola che non parli anche al nostro cuore di cattolici. E questo, soprattutto nei tempi di crescente persecuzione che viviamo.
Trovo la voce e l’interpretazione di Alan Jackson davvero splendide, anche se purtroppo due strofe vengono saltate.

The Old Rugged Cross

On a hill far away stood an old rugged cross,
The emblem of suffering and shame;
And I love that old cross where the dearest and best
For a world of lost sinners was slain.

Refrain
So I’ll cherish the old rugged cross,

Till my trophies at last I lay down;
I will cling to the old rugged cross,
And exchange it some day for a crown.

O that old rugged cross, so despised by the world,
Has a wondrous attraction for me;
For the dear Lamb of God left His glory above
To bear it to dark Calvary.

Refrain

In that old rugged cross, stained with blood so divine,
A wondrous beauty I see,
For ’twas on that old cross Jesus suffered and died,
To pardon and sanctify me.

Refrain

To the old rugged cross I will ever be true;
Its shame and reproach gladly bear;
Then He’ll call me some day to my home far away,
Where His glory forever I’ll share.

Refrain

La vecchia ruvida croce

Su una collina in lontananza una vecchia ruvida croce si ergeva,
l’emblema della sofferenza e del disonore;
e io amo quella vecchia croce dove il più caro e il migliore
per un mondo di perduti peccatori venne ucciso.

Ritornello
Così io avrò cara la vecchia ruvida croce,
sino a che infine io deponga i miei trofei;
mi terrò stretto alla vecchia ruvida croce,
e un giorno la darò in cambio di una corona.

Oh, quella vecchia ruvida croce, così dal mondo disprezzata,
ha per me un’attrattiva meravigliosa;
poiché l’amato Agnello di Dio lasciò nelle altezze la Sua gloria
per portarla sino al buio Calvario.

Ritornello

In quella vecchia ruvida croce, macchiata di sì Divin Sangue,
una meravigliosa bellezza io vedo,
poiché fu su quella vecchia croce che soffrì e morì Gesù,
per perdonarmi e santificarmi.

Ritornello

Alla vecchia ruvida croce sarò sempre fedele;
il suo disonore e il suo biasimo porterò lietamente;
poi un giorno Egli mi chiamerà verso la mia casa in lontananza,
dove avrò parte per sempre alla Sua gloria.

Ritornello

(Traduzione di Isidoro D’Anna)