Il governo italiano in carica è riuscito a far approvare la legge sulle unioni civili. Ha dovuto per il momento rinunciare alla cosiddetta stepchild adoption, l’adozione del figliastro da parte dell’altro soggetto di un’unione civile anche omosessuale. C’è stata per questo la resistenza dei politici falsi cattolici, che hanno tuttavia dato l’appoggio per le unioni civili. Comunque il governo, e in generale i politici anticristiani, intendono realizzare quanto prima tutti i loro piani.
In questo schema che pubblico viene denunciato uno dei pericoli terribili che la stepchild adoption comporta per i bambini.
Notate come il governo usa l’inglese anche nei termini di legge. Non ce ne sarebbe alcun bisogno, vista la nostra tradizione giuridica che risale all’antica Roma. Ma lo fanno per scardinare ancora di più la nostra civiltà cristiana, facendo riferimento non alla tradizione ma al potere ateo-massonico internazionale, con un unico pensiero e un’unica lingua.
Anche lo schema riprende un po’ l’inglese. I termini sono abbastanza semplici, ma in ogni caso li traduco.
“Stepchild for pedophiles” vuol dire “Figliastro per pedofili”.
“Step one”, “Step two”, “Step three” ripetono la parola “step“, che qui però va così tradotta: “Primo passo”, “Secondo passo”, “Terzo passo”.