Se osserviamo con attenzione il mondo che ci circonda, non possiamo sottovalutare il grave problema che sta attraversando la Chiesa post-conciliare. In realtà, l’apostasia è così diffusa che non possiamo non rifarci alle parole che la Madonna pronunciò a La Salette il 19 Settembre 1846:

Tremate terra e voi che fate professione di adorare Gesù Cristo e che dentro di voi adorate solo voi stessi; tremate perché Dio sta per consegnarvi al Suo nemico, perché i luoghi santi sono nella corruzione, molti conventi non sono più le Case di Dio, ma i pascoli di Asmodeo e dei suoi. Sarà durante questo tempo che nascerà l’anticristo da una religiosa ebrea, da una falsa vergine che sarà in comunicazione con il vecchio serpente, il padrone dell’impurità; suo padre sarà Vescovo, […] Roma perderà la Fede e diventerà la sede dell’anticristo.

I demoni dell’aria con l’anticristo faranno dei grandi prodigi sulla terra e nell’aria e gli uomini si pervertiranno sempre più. […] Dio avrà cura dei Suoi fedeli servitori e degli uomini di buona volontà; il Vangelo sarà predicato dappertutto, tutti i popoli e tutte le nazioni conosceranno la verità. […] Io chiamo i veri imitatori di Cristo fatto Uomo, il solo e vero Salvatore degli uomini; Io chiamo i miei figli, i miei veri devoti […] Andate e mostratevi come i miei cari figli; Io sono con voi e in voi purché la vostra fede sia la Luce che vi illumina in questi giorni di disgrazia. Che il vostro zelo vi renda come gli affamati per la gloria e l’onore di Gesù Cristo. Combattete, figli della Luce, voi, piccolo numero che ci vedete, perché ecco il tempo dei tempi, la fine delle fini. La Chiesa sarà eclissata, il mondo sarà nella costernazione.

La parte di messaggio che abbiamo riportato, è una traduzione del testo approvato in lingua francese, come riportato nel libro Bénédictions et malédictions, prophéties de la révélation privée di JEAN VAQUIÉ, Dominique Martin Morin Editore, 1987, che, a sua volta, fa riferimento a M. CALVAT, L’apparition de la Très Sainte Vierge sur la montagne de La Salette, Imprimatur: Mgr. Zola, Lecce (Italia), 15 Novembre 1879, Roma, 1922, Societé St-Augustin.

Fonte:
http://www.beatobartololongo.net/index.php?option=com_content&view=article&id=50&Itemid=88