Il Movimento Laico di Preghiera Beato Bartolo Longo prende il nome dal grande apostolo del Santo Rosario, fondatore del Santuario e della città di Pompei, vissuto tra il 1841 e il 1926.
Qui c’è un appello che sembra venire dal Cielo attraverso dei suoi testimoni veraci.
È sublime e ha il potere di guarire, proprio come la musica che si può ascoltare sul sito.

La Vergine Santissima Maria invita i Suoi figli a pregare il Santo Rosario e a consacrarsi al Suo Cuore Immacolato.
Solo la Madre di Cristo Gesù, la Madre Nostra Celeste, ci potrà proteggere da ogni ‘insidia’, da ogni pericolo e condurre alla Salvezza Eterna.

Cristo, mediante la Preghiera del Padre Nostro, insegnò ad invocare Dio Padre ed adempiere alla Sua Divina Volontà.
Per evitare il Supremo Giudizio finale, occorre rispettare i Comandamenti, essere pentiti e confessati, per potersi accostare con zelo ai Divini Sacramenti della Penitenza e della Santa Eucaristia; solo in tali condizioni potremo sperare nella Divina Misericordia, meritare l’Aiuto Divino per essere introdotti nel Gaudio della Vita Eterna.

Molti sono i chiamati, ma pochi gli eletti.

PREGHIAMO AFFINCHÉ GLI UOMINI CREDANO E CORREGGANO LA LORO CONDOTTA… (abbandonando l’orgoglio e la presunzione, riconoscendo che Dio non è morto, ma che Egli è più che mai Vivo, in mezzo a noi, anche se amareggiato o, forse, anche in collera, perché il Suo popolo si è rivoltato contro di Lui, adorando gli ‘idoli’ di questo mondo).

Il Regno dei Cieli è aperto a tutti, ma,
come accade per la rete gettata nel mare,
una cernita finale è inevitabile.
S’è indurito infatti il cuore di questo popolo:
sono diventati duri di orecchi;
e hanno serrato gli occhi
in modo da non vedere con gli occhi,
non sentire con le orecchie,
non comprendere con il cuore
e convertirsi,
e allora li avrei guariti.
(Mt 13,15-53)

Liberiamoci, quindi, dalla moda degli ‘idoli’, dalla vita comoda ed lussuriosa, dal benessere e dal divertimento incondizionato; adottiamo l’umiltà, la povertà di spirito. Accettiamo la via della Croce, seguendo la Beata Vergine Maria, Che sarà la nostra Guida sicura, come progettato da Dio, sin dall’inizio della Creazione.
Solo così cadrà il ‘velo’ dagli occhi e sarà tolto il torpore dalla mente. Una coscienza libera saprà riconoscere la bellezza della natura, la grandezza e l’estensione del Regno di Dio; ad essa sarà rivelato il ruolo che gli compete ed il posto che occupa nel Suo Regno.
Cristo Gesù, Nostro Re e Redentore, ha permesso a Sua Madre, la Santissima Vergine Maria, di essere lo Strumento con cui il Suo popolo può contribuire al compimento del Suo Regno.
Prendiamo con fiducia la Sua mano e Lei, per la via migliore, ci condurrà verso la salvezza, a Cristo Gesù, nella Luce dell’Eternità.
Preghiamo il Santo Rosario e, come suggeriva il Beato Bartolo Longo, non lo deponiamo finché non saremo liberi e puri per essere degni figli di Dio.
Nessuno potrà rubarci o distruggere il tesoro della nostra anima, che avremo costruito con la perseverante Preghiera e con l’alimento della Fede.
Se preghiamo il Santo Rosario, otterremo la serenità e, cancellando i cattivi pensieri, riceveremo il meritato aiuto, per ottenere le Grazie Divine.
Se molte persone pregano sufficienti Rosari, milioni di cattivi pensieri possono essere cancellati, così la bilancia della nostra vita può essere spostata dal male al bene.
Una grande comunità o nazione, così trasformata, può salvare il Mondo intero.
Molti si sono già attivati in questo cammino, ma i Rosari sono tenuti in mani malferme; le parole delle preghiere sono mormorate timorose ed espresse quasi meccanicamente, senza devozione e calore; le meditazioni sono monotone, fatte senza preparazione e da menti improvvisate ed inesperte; le sequenze liturgiche sono manifestazioni prive di zelo.
Occorre approfondire con vera ed umile volontà il cammino spirituale, con una adeguata preparazione alla Preghiera, quella del cuore, oltre che della mente. Sarà così che il Rosario riuscirà a scorrere tra le dita in maniera devota e sublime, magnificata dalla Presenza della Santissima Madre Celeste, Che potenzierà la nostra Preghiera, per farla salire fermamente al Cielo e far ricevere le Grazie da Dio.
Il nostro obiettivo è anche quello di adoperarci per dare ai nostri discendenti una eredità spirituale, per far fronte alle ultime battaglie con cui Lucifero flagellerà il Mondo e l’intera umanità, in cui regna e domina l’arrivismo, il potere, il successo materiale, l’egoismo per la conquista delle cose effimere.
Per questo la Madre Celeste esorta tutti, i singoli cuori, le famiglie e le comunità, a ritornare a Dio attraverso la Preghiera, il Santo Rosario, l’Adorazione Eucaristica, rispettando l’Altare, il Santo Tabernacolo e tutto ciò che è Sacro.
Gli uomini non sanno e non possono capire come avviene e cosa produce l’effetto della Preghiera, della Devozione, dell’Adorazione, poiché sono incapaci di comprendere la Mente ed il Grande Mistero di Dio.
La Beata Vergine Maria indica quale è la porta stretta, ma necessaria per arrivare a Dio. Una volta attraversata questa porta stretta, si incontrerà la vera via che è Cristo, la vera Luce, che è Verità e Vita.
Attraverso Lei venne al mondo Gesù e, attraverso Lei, tutti devono arrivare a Gesù, nostro Redentore.
La Madre di Dio ci tende le Sue braccia. Lasciamo che Lei prenda il nostro cuore e lo deponga ai piedi del Suo Divin Figlio Gesù.
Ella aspetta la nostra risposta.

Fonte: http://www.beatobartololongo.net/