John Denver, per chi non lo sapesse, è stato una celebrità della musica country americana.
Tra i suoi capolavori vi presento qui Rhymes and Reasons, Rime e ragioni, una canzone che traduce in poesia e bellezza le sfide che abbiamo di fronte nella nostra vita: amicizia negata e amicizia vera, l’amore per l’innocenza e il Creato, la fede sicura mentre crolla il mondo intorno a noi.
Qui sopra c’è il video cliccabile. Di seguito, prima trovate il testo in inglese e poi la mia traduzione in italiano.

Rhymes and Reasons

So you speak to me in sadness and the coming of the winter.
The fear that is within you now, it seems to never end.
And the dreams that have escaped you and the hope that you’ve forgotten.
And you tell me that you need me now and you want to be my friend,
and you wonder where we’re going, where’s the rhyme, where’s the reason?
And it’s you cannot accept it is here we must begin to seek the wisdom of the children
and the graceful way of flowers in the wind.

For the children and the flowers are my sisters and my brothers,
their laughter and their loveliness would clear a cloudy day.
Like the music of the mountains and the colors of the rainbow,
they’re a promise of the future and the blessing for today.

Though the cities start to crumble and the towers fall around us,
the sun is slowly fading and it’s colder than the sea.
It is written: from the desert to the mountains they shall lead us,
by the hand and by the heart they will comfort you and me.
In their innocence and trusting, they will teach us to be free.

For the children and the flowers are my sisters and my brothers,
their laughter and their loveliness would clear a cloudy day.
And the song that I am singing is a prayer to nonbelievers:
come and stand beside us, we can find a better way.

Words and music by John Denver

Rime e ragioni

Così tu mi parli con tristezza e l’inverno si avvicina,
la paura che adesso è in te, sembra non avere mai fine.
E i sogni che ti sono sfuggiti, e la speranza che hai dimenticato,
e mi dici che ora senti bisogno di me, e vuoi essere mio amico,
e ti domandi dove stiamo andando, dov’è la rima, dov’è la ragione,
ed è che non accetti che dobbiamo cominciare da qui, cercando la saggezza dei bambini
e la grazia dei fiori che ondeggiano nel vento.

Poiché i bambini e i fiori sono le mie sorelle e i miei fratelli,
le loro risa e la loro bellezza schiarirebbero una giornata di nubi.
Come la musica delle montagne e i colori dell’arcobaleno,
sono una promessa per il futuro e una benedizione per oggi.

Eppure le città iniziano a sgretolarsi e le torri cadono intorno a noi,
lentamente il sole perde forza e diventa più freddo del mare.
Sta scritto: dal deserto alle montagne loro ci guideranno,
con le mani e con il cuore conforteranno te e me,
nell’innocenza e nel loro affidamento ci insegneranno ad essere liberi.

Poiché i bambini e i fiori sono le mie sorelle e i miei fratelli,
le loro risa e la loro bellezza schiarirebbero una giornata di nubi
E la canzone che sto cantando è una preghiera rivolta a chi non crede,
vieni e stai accanto a noi, possiamo trovare una via migliore.

Parole e musica di John Denver
Traduzione di Isidoro D’Anna