Ieri, nella tarda sera, come sappiamo è avvenuta a Nizza una gravissima strage, ad opera di un maomettano o musulmano che dir si voglia.
84 morti, di cui 10 bambini, e 202 persone ferite, di cui 98 in modo grave.
Si poteva evitare?
Sì, certamente.
Per prima cosa, tutte quelle persone erano radunate per assistere alle celebrazioni della Rivoluzione Francese, un evento di immane portata criminale e diabolica.
Nel 1789, la Francia cadde in mano ai rivoluzionari e questo segnò l’inizio di una dittatura anticristiana, che in forma diversa continua fino ai nostri giorni.

Per seconda cosa, sono sempre le forze massoniche, atee e comunque anticristiane a volere l’immigrazione di massa finalizzata a distruggere l’identità cristiana ed europea dei nostri popoli. Sono loro ad aver portato in mezzo a noi milioni di maomettani.
È il piano Kalergi, ideato dal conte massone Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi. Il suo ragionamento, adottato dai potenti che governano l’Europa, era che i popoli indeboliti dalla mescolanza razziale e culturale si sarebbero lasciati dominare più facilmente dalle minoranze al potere.
Sentite dire qualcosa di tutto questo? No, eppure è la nostra storia, la storia dell’Occidente.
Se vogliamo evitare altre stragi, dobbiamo fare la volontà di Dio, che non è di celebrare le rivoluzioni o di ascoltare la notizia dell’ennesima strage e accettare la propaganda che l’accompagna.