Matteo Renzi, questo il nome del nostro attuale capo del governo, non ha fallito solo con il referendum. Ha fallito con tutta la sua vita, donata non a Cristo ma al potere che rinnega Cristo.
Eppure, nell’illusione del potere ateo-massonico, il referendum non è un vero e proprio fallimento. Si tratta per loro solo di un contrattempo, di un piccolo incidente di percorso.
Volevano impadronirsi completamente dell’Italia a partire da oggi, all’indomani della votazione. Ma per loro è solo questione di tempo, e ormai non molto.
Volevano avere da subito mano libera per attuare, come già hanno fatto in Europa e nel continente americano, il matrimonio omosessuale (dopo le cosiddette unioni, già approvate dal Parlamento), l’adozione per omosessuali e singoli, l’utero in affitto, il divorzio lampo, la droga libera, l’eutanasia anche infantile, l’istruzione sessuale nelle scuole fin dall’infanzia, la procreazione artificiale anche per omosessuali e singoli, e la persecuzione giudiziaria contro chiunque dichiari l’omosessualità un male e la sodomia un peccato o un abominio.
In realtà, tutto questo cercheranno di realizzarlo comunque, e non è che un passaggio, la preparazione alla venuta dell’anticristo.
Se anche questo capo di governo si dimette, il Presidente della Repubblica che ha firmato la legge per le unioni omosessuali ne troverà un altro come lui, o peggiore.
Chi canta vittoria rischia di cadere nella superficialità e di abbandonarsi a sua volta alla corrente del conformismo. Rischia di pensare, come avviene nella falsa Chiesa, che in fondo non viviamo in tempi apocalittici, e che le profezie per i nostri tempi non devono essere ascoltate.
Sarebbe un grave errore trascurare le profezie che ancora si susseguono.
La nostra speranza non sta nell’umano, o in una Chiesa traviata, che da decenni perseguita la Chiesa fedele.
La nostra speranza poggia sulla fede in Dio e in Maria Santissima. Non possiamo sperare se non amiamo profondamente la Madonna, tanto da consacrarci a Lei e seguirla giorno dopo giorno, attimo dopo attimo.
Il mondo sprofonda nell’oscurità, ma la luce continuerà a risplendere per chi ha scelto Cristo e la sua Madre Immacolata.