Domani, martedì prima delle Ceneri, i mondani celebreranno il culmine della loro festa, il Carnevale. Per riparare i peccati che si commettono in questa occasione, Nostro Signore ci comanda di celebrare invece la Festa del suo Santo Volto. E ci ha fatto il dono immenso di una Medaglia che lo raffigura, con grandi promesse per chi ne avrà la devozione. Leggiamo qui la storia della Medaglia e cosa il Signore ci ha rivelato.

La prescelta per le rivelazioni fu la Serva di Dio Madre Maria Pierina De Micheli, Figlia dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires (11/9/1890-26/7/1945).
Anima ardente d’amore per Gesù e per le anime, si donò incondizionatamente allo Sposo ed Egli ne fece oggetto delle sue compiacenze.
Nutrì fin da bambina il sentimento della riparazione che crebbe in lei, col passare degli anni, fino a raggiungere l’immolazione completa di se stessa. Non c’è da stupirsi se all’età di 12 anni, trovandosi nella Chiesa Parrocchiale di S. Pietro in Sala a Milano, osservando i fedeli che baciavano devotamente le Sante Piaghe del Crocifisso esposto per il venerdì santo, sente una voce ben distinta, dirle: “NESSUNO MI DÀ UN BACIO D’AMORE IN VOLTO, PER RIPARARE IL BACIO DI GIUDA?”.
Nella sua semplicità di bimba, crede che la voce sia udita da tutti, e prova pena vedendo che si continua a baciare le Piaghe e non il Volto di Gesù. In cuor suo esclama: “Te lo dò io il bacio d’amore, o Gesù abbi pazienza! “E giunto il suo turno Gli stampò, con tutto l’ardore del suo cuore, un bacio in volto.
Novizia le è concesso di fare adorazione notturna e nella notte dal giovedì al venerdì Santo, mentre prega davanti al Crocifisso, sente dirsi: “BACIAMI!”; suor Pierina ubbidisce e le sue labbra, invece di posarsi sopra un volto di gesso, sentono il contatto vero di Gesù.
Il Volto di Gesù l’attira con indicibile incanto. Ne subisce il fascino, si compiace di guardarlo, di fissarlo, di contemplarlo con amore, leggendovi le intime sofferenze del Suo Cuore, che procura di consolare, imponendosi rinunce e sacrifici.
Nel Santo Volto trova la forza, il coraggio, la generosità di adempiere fedelmente, e talvolta con eroismo, tutti i doveri e gli obblighi della vita religiosa e dei rispettivi offici a lei assegnati dall’obbedienza.
Sempre calma, serena, fiduciosa, pur nel crogiolo delle prove, accetta e abbraccia il dolore, che la purifica, la eleva e l’unisce alla sempre amabile volontà di Dio.
Suor Pierina mentre lamenta a Gesù una sua pena, le si presenta insanguinato e con espressione di tenerezza e di dolore le dice: “E IO CHE COSA HO FATTO?”. Ella comprende, ed il S. Volto di Gesù diviene il suo libro di meditazione, la porta d’entrata nel suo cuore.
Col passare degli anni, Gesù le dimostra di tanto in tanto or triste, or insanguinato, chiedendole riparazione, e così cresce in lei il desiderio di soffrire e d’immolarsi per la salvezza delle anime.
Nell’orazione notturna del 1° venerdì di quaresima 1936, Gesù, dopo averla fatta partecipe ai dolori spirituali dell’agonia del Gethsemani, con Volto velato di sangue e con profonda tristezza, le dice:

“VOGLIO CHE IL MIO VOLTO, IL QUALE RIFLETTE LE PENE INTIME DEL MIO ANIMO, IL DOLORE E L’AMORE DEL MIO CUORE, SIA PIÙ ONORATO. CHI MI CONTEMPLA MI CONSOLA!”.

Il martedì di passione, del medesimo anno, ode questa dolce promessa:

“OGNI VOLTA CHE SI CONTEMPLA LA MIA FACCIA, VERSERÒ L’AMOR MIO NEI CUORI E PER MEZZO DEL MIO SANTO VOLTO SI OTTERRÀ LA SALVEZZA DI TANTE ANIME”.

Nel primo martedì del 1937, riceve istruzioni sulla devozione al S. Volto:

“POTREBBE ESSERE CHE ALCUNE ANIME TEMANO CHE LA DEVOZIONE E IL CULTO DEL MIO S. VOLTO DIMINUISCANO QUELLA DEL MIO CUORE. DÌ LORO CHE, AL CONTRARIO, SARÀ COMPLETATA ED AUMENTATA, CONTEMPLANDO IL MIO VOLTO LE ANIME PARTECIPERANNO ALLE MIE PENE E SENTIRANNO IL BISOGNO DI AMARE E DI RIPARARE. NON È FORSE QUESTA LA VERA DEVOZIONE AL MIO CUORE?”.

Il 23 maggio 1938, mentre il suo sguardo si posa istintivamente sul S. Volto di Gesù, si sente dire:

“OFFRI INCESSANTEMENTE ALL’ETERNO MIO PADRE IL MIO S. VOLTO. QUESTA OFFERTA OTTERRÀ LA SALVEZZA E LA SANTIFICAZIONE DI TANTE ANIME. SE POI L’OFFRIRAI PER I MIEI SACERDOTI, SI OPERERANNO MERAVIGLIE”.

Il 27 maggio seguente:

“CONTEMPLA IL MIO VOLTO E PENETRERAI GLI ABISSI DI DOLORE DEL MIO CUORE. CONSOLAMI, E CERCA ANIME CHE S’IMMOLINO CON ME PER LA SALVEZZA DEL MONDO”.

Il 31 maggio; del medesimo anno, mentre suor Pierina è tutta assorta in fervorosa preghiera ai piedi dell’altare, nel fulgore di una luce di paradiso, le appare la Vergine Immacolata che tiene tra le mani uno scapolare formato da due flanelline bianche unite da un cordone.
Su di una flanellina è impressa l’immagine del Volto Santo circondato dalle parole:

“ILLUMINA, DOMINE, VULTUM TUUM SUPER NOS!” (Illuminaci col tuo volto o Signore!)

Mentre, sull’altra parte, un’ostia circondata da raggiera con scritto intorno:

“MANE NOBISCUM DOMINE!” (Rimani con noi, Signore!)

Lentamente si avvicina e le dice:

“QUESTO SCAPOLARE È UN’ARMA DI DIFESA, UNO SCUDO DI FORTEZZA, UN PEGNO DI AMORE E DI MISERICORDIA, CHE GESÙ VUOL DARE AL MONDO IN QUESTI TEMPI DI SENSUALITÀ: DI ODIO CONTRO IDDIO E LA CHIESA. SI TENDONO RETI DIABOLICHE PER STRAPPARE LA FEDE DAI CUORI, IL MALE DILAGA, I VERI APOSTOLI SONO POCHI. È NECESSARIO UN RIMEDIO DIVINO E QUESTO RIMEDIO È IL VOLTO SANTO DI GESÙ. TUTTI QUELLI CHE INDOSSERANNO UNO SCAPOLARE COME QUESTO E FARANNO OGNI MARTEDÌ UNA VISITA AL SS. SACRAMENTO PER RIPARARE GLI OLTRAGGI CHE RICEVETTE IL SUO SACRO VOLTO DURANTE LA SUA PASSIONE E CHE RICEVE OGNI GIORNO NEL SACRAMENTO EUCARISTICO, VERRANNO FORTIFICATI NELLA FEDE, PRONTI A DIFENDERLA E A SUPERARE TUTTE LE DIFFICOLTÀ INTERNE ED ESTERNE. INOLTRE FARANNO UNA MORTE SERENA, SOTTO LO SGUARDO AMABILE DEL MIO DIVIN FIGLIO”.

Il comando della Madonna si faceva sempre più forte, ella dice, ma non era in suo potere effettuarlo: occorreva il permesso di colui che guidava l’anima sua, ed il denaro per sostenere la spesa.
Nello stesso anno Gesù si presenta ancora grondante sangue e con grande tristezza dice:

“VEDI COME SOFFRO? EPPURE DA POCHISSIMI SONO COMPRESO. QUANTE INGRATITUDINI DA PARTE DI QUELLI CHE DICONO DI AMARMI! HO DATO IL MIO CUORE COME OGGETTO SENSIBILISSIMO DEL MIO GRANDE AMORE PER GLI UOMINI E DO IL MIO VOLTO COME OGGETTO SENSIBILE DEL MIO DOLORE PER I PECCATI DEGLI UOMINI. VOGLIO SIA ONORATO CON UNA FESTA PARTICOLARE NEL MARTEDÌ DI QUINQUAGESIMA (MARTEDÌ DI CARNEVALE) FESTA PRECEDUTA DA UNA NOVENA IN CUI TUTTI I FEDELI RIPARINO CON ME, UNENDOSI ALLA PARTECIPAZIONE DEL MIO DOLORE”.

Nel 1939 Gesù di nuovo le dice:

“VOGLIO CHE IL MIO VOLTO SIA ONORATO IN MODO PARTICOLARE IL MARTEDÌ!”.

Perché Suor Pierina diffonde la medaglia e non lo scapolare?
Per ubbidienza al Padre confessore. Il 7 aprile 1943, ella scriverà nel diario: “Continuando la mia preghiera e rivolgendomi alla Madonna per sciogliere un dubbio circa lo scapolare, che torna spesso alla mia mente, mi disse:

“FIGLIA MIA STA’ TRANQUILLA CHE LO SCAPOLARE È SUPPLITO DALLA MEDAGLIA CON LE STESSE PROMESSE E FAVORI. RIMANE SOLO DA DIFFONDERLA SEMPRE PIÙ, ORA MI STA A CUORE LA FESTA DEL VOLTO DEL MIO DIVIN FIGLIO, DILLO AL PAPA CHE TANTO MI PREME”.

Mi benedisse e mi lasciò in cuore il Paradiso. Pertanto lo scapolare può essere supplito dalla medaglia, con le stesse promesse. Ed ora la medaglia si diffonde con entusiasmo: quante grazie strepitose si sono ottenute! Scampati pericoli! Guarigioni! Conversioni! Madre Maria Pierina si è congiunta a Colui che amava il 26/7/1945 a Centonara d’Artò (Novara). La sua non si può dire morte, ma un trapasso di amore come Lei stessa aveva scritto, nel suo diario il 19/7/41: “Ho sentito un immenso bisogno di vivere sempre più unita a Gesù, di amarlo intensamente, perché la mia morte non sia che un trapasso di amore allo sposo Gesù”.

Per segnalare grazie e favori, per chiedere medagliette del S. Volto, immagini e la biografia della Serva di Dio rivolgersi a:
Figlie dell’Immacolata Concezione di B.A. Via Asinio Pollione, 5 000153 ROMA

http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/conoscere%20e%20adorare%20il%20volto%20santo.htm

Promesse di Gesù ai devoti del Suo Santo Volto

1 – “Per l’impronta della mia umanità le loro anime saranno penetrate da vivida luce sulla Mia divinità in modo che, per la somiglianza del Mio Volto, splenderanno più degli altri nell’eternità.” (Santa Geltrude, Libro IV Cap. VII)
2 – Santa Matilde, chiedeva al Signore che coloro i quali celebravano la memoria del dolce Suo Volto, non andassero privi dell’amabile Sua compagnia, ebbe in risposta: “non uno di essi andrà da me diviso”. (Santa Matilde, Libro 1 – Cap. XII)
3 – “Nostro Signore mi ha promesso d’imprimere nelle anime di coloro che onoreranno il Santissimo Suo Volto i tratti della Sua divina somiglianza. ” (Suor Maria Saint-Pierre – 21 gennaio 1844)
4 – “Per il Santo Mio Volto opererete prodigi”. (27 ottobre 1845)
5 – “Per il Santo Mio Volto otterrete la salvezza di molti peccatori. Per l’offerta del Mio Volto nulla vi sarà rifiutato. Oh se sapeste quanto il Mio Volto sia gradito al Padre Mio!” (22 novembre 1846)
6 – “Come in un regno tutto si acquista con una moneta sulla quale sia impressa l’effige del principe, così con la preziosa moneta della Santa Mia Umanità, cioè col Mio Volto adorabile, voi otterrete nel Regno dei Cieli quanto vi aggrada.” (29 ottobre 1845)
7 – “Tutti coloro che onoreranno il Santo Mio Volto in spirito di riparazione, faranno con ciò l’opera medesima della Veronica.” (27 ottobre 1845)
8 – “Secondo la premura che porrete nel restaurare le Mie sembianze sfigurate dai bestemmiatori, io avrò cura delle sembianze dell’anima vostra sviata dal peccato: vi ristabilirò la Mia Immagine e la renderò così bella come era quando uscì dal Fonte Battesimale.” (3 novembre 1845)
9 – “Io difenderò innanzi al Padre Mio la causa di tutti coloro, che mercè l’opera di riparazione sia con preghiere, sia con parole, sia con iscritti, difenderanno la Mia causa: in morte asciugherò la faccia della loro anima, tergendone le macchie del peccato e ridandole la sua primitiva bellezza.” (12 marzo 1846)

Fonte:
http://www.papaboys.org/straordinarie-promesse-di-gesu-a-madre-pierina-e-la-supplica-al-volto-santo/

Seguono ispirate preghiere, che si potrebbero recitare nella visita al Santissimo Sacramento, fatta il martedì per adempiere le condizioni della promessa.

Preghiera al Volto Santo

O Gesù, che nella Tua crudele Passione divenisti “l’obbrobrio degli uomini e l’uomo dei dolori”, io venero il Tuo Volto Divino, sul quale splendevano la bellezza e la dolcezza della divinità e che è divenuto per me come il volto di un lebbroso… Ma io riconosco sotto quei tratti sfigurati il Tuo infinito amore, e mi consumo dal desiderio di amarTi e di farTi amare da tutti gli uomini. Le lacrime che sgorgano con tanta abbondanza dagli occhi Tuoi sono come perle preziose che mi è caro raccogliere per riscattare con il loro infinito valore le anime dei poveri peccatori. O Gesù, il tuo Volto adorabile rapisce il mio cuore. Ti supplico di imprimere in me la Tua somiglianza divina e di infiammarmi del Tuo amore affinché possa giungere a contemplare il Tuo Volto glorioso. Nella mia presente necessità accetta l’ardente desiderio del mio cuore accordandomi la grazia che Ti chiedo. Così sia.

(Santa Teresa di Gesù Bambino e del Santo Volto)

Fonte:
http://www.preghiereperlafamiglia.it/il-santo-volto-di-cristo.htm

PREGHIERA

Io Ti saluto, Ti adoro, Ti amo Gesù Salvatore coperto di nuovi oltraggi dai bestemmiatori. Io Ti offro per mezzo del Cuore della Divina Madre Maria come incenso e profumo di gratissimo odore, gli omaggi degli Angeli e di tutti i Santi, supplicandoti umilmente per la virtù del Tuo Santo Volto, di riparare e ristabilire in me e in tutti gli uomini del mondo, la Tua immagine sfigurata dai peccati. Amen.

ATTO DI RIPARAZIONE

Vi adoro e vi lodo, mio divino Gesù, Figlio del Dio vivente, per tutti gli oltraggi che avete sofferto per me, che sono la più miserabile delle vostre creature, in tutte le sacre membra del vostro corpo, ma particolarmente nella parte più nobile di voi stesso, cioè del vostro Volto.
Vi saluto, Volto amabile, livido per gli schiaffi e colpi ricevuti, insozzato dagli sputi e sfigurato per i cattivi trattamenti, che vi hanno fatto soffrire gli empi Giudei.
Vi saluto, begli occhi, bagnati dalle lacrime che avete sparso per la nostra salute.
Vi saluto, sacre orecchie, tormentate da un’infinità di bestemmie, di ingiurie e di motti sanguinosi.
Vi saluto, santa bocca, piena di grazia e di dolcezza per i peccatori, ed abbeverata di fiele e di aceto, per l’ingratitudine mostruosa di coloro che avevate scelto come vostro popolo.
Vi saluto, infine, o Gesù, mio Salvatore, coperto di nuovi oltraggi dai bestemmiatori e dagli empi dei nostri giorni: vi adoro e vi amo.

LODI DEL VOLTO SANTO

Gesù sia benedetto!
Benedetto il Volto Santo di Gesù! Benedetto il Volto Santo, nella maestà e nella bellezza dei suoi tratti celesti!
Benedetto il Volto Santo, in tutte le parole uscite dalla sua bocca divina!
Benedetto il Volto Santo, in tutti gli sguardi gettati dai suoi occhi adorabili!
Benedetto il Volto Santo, nella trasfigurazione del Tabor!
Benedetto il Volto Santo, nelle fatiche del suo apostolato!
Benedetto il Volto Santo, nel sudore di Sangue della sua agonia!
Benedetto il Volto Santo, nelle umiliazioni della Passione!
Benedetto il Volto Santo, nei dolori della morte!
Benedetto il Volto Santo, nella gloria della Risurrezione!
Benedetto il Volto Santo, negli splendori della luce eterna!

LITANIE DEL SANTO VOLTO

Signore, pietà
Cristo, pietà
Signore, pietà
Cristo, ascoltaci
Cristo, esaudiscici
O Volto Adorabile compiacenza perfetta dell’Eterno Padre pietà di noi
O Volto Adorabile opera divina dello Spirito Santo pietà di noi
O Volto Adorabile splendore del Paradiso pietà di noi
O Volto Adorabile gioia e letizia degli Angeli pietà di noi
O Volto Adorabile soave ristoro dei Santi pietà di noi
O Volto Adorabile dolce riposo dei tribolati pietà di noi
O Volto Adorabile consolante rifugio dei peccatori pietà di noi
O Volto Adorabile speranza e conforto dei moribondi pietà di noi
O Volto Adorabile terrore e sconfitta dei demoni pietà di noi
O Volto Adorabile pacificatore benigno dell’ira divina pietà di noi
O Volto Adorabile creatore benedetto della legge d’amore pietà di noi
O Volto Adorabile assertore potente della carità fraterna pietà di noi
O Volto Adorabile assetato della salvezza degli uomini pietà di noi
O Volto Adorabile bagnato di lacrime d’amore pietà di noi
O Volto Adorabile ricoperto di fango e di sputi per noi pietà di noi
O Volto Adorabile intriso di sudore e di sangue pietà di noi
O Volto Adorabile insultato, schernito e schiaffeggiato pietà di noi
O Volto Adorabile trattato da vilissimo schiavo pietà di noi
O Volto Adorabile prostrato a terra nell’orto degli ulivi pietà di noi
O Volto Adorabile umiliato per noi dinanzi ai tribunali pietà di noi
O Volto Adorabile sereno davanti all’ingiusta condanna pietà di noi
O Volto Adorabile coronato da pungentissime spine pietà di noi
O Volto Adorabile boccheggiante sotto il peso della croce pietà di noi
O Volto Adorabile asciugato dalla pietosa Veronica pietà di noi
O Volto Adorabile troneggiante sull’infame patibolo della Croce pietà di noi
O Volto Adorabile abbeverato di fiele e di aceto pietà di noi
O Volto Adorabile motteggiato nell’atroce agonia pietà di noi
O Volto Adorabile pregante per i tuoi uccisori pietà di noi
O Volto Adorabile velato dal pallore dei morenti pietà di noi
O Volto Adorabile pianto dalla Madre del dolore pietà di noi
O Volto Adorabile deposto velato nella tomba pietà di noi
O Volto Adorabile impresso nella Santa Sindone pietà di noi
O Volto Adorabile splendente di gloria nella Risurrezione pietà di noi
O Volto Adorabile lucente e glorioso nell’Ascensione al cielo pietà di noi
O Volto Adorabile velato di profondissima umiltà nel mistero eucaristico pietà di noi
O Volto Adorabile che al compiersi dei tempi apparirai nei cieli con grande potenza e maestà pietà di noi
O Volto Adorabile che colmerai di giubilo i giusti per tutta l’eternità pietà di noi
O Volto Adorabile immagine perfetta della sostanza del Padre pietà di noi
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo perdonaci o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo esaudiscici o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo pietà di noi o Signore.

Preghiere della Serva di Dio Madre Pierina del Volto Santo

Contemplazione:
Illumina, Signore, la tua faccia sopra di noi, perché solo alla luce Tua divina possiamo comprendere le arcane, dolorose bellezze del Tuo Santo Volto. Le lacrime di sangue, che bagnarono le Tue guance immacolate, mi dicono la Tua agonia nel Gethsemani, il martirio spaventoso dell’animo Tuo di fronte all’orrenda visione dei peccati, che spinto dal Tuo infinito amore hai voluto addossarti. I Tuoi occhi velati, mi parlano di tristezza mortale, e la Tua bocca divina pare aprirsi a ripetere: «Padre, perdona loro, perché non sanno quel che fanno».
O Gesù, lascia che noi, contemplando il Tuo S. Volto, penetriamo negli abissi di dolore e di amore del tuo Cuore, facciamo nostre le Tue pene, e uniamo le nostre povere riparazioni alle Tue. Vorremmo asciugare le Tue lacrime coll’accettazione generosa del Tuo Santo Volere, con il sacrificio e con la sofferenza. Vorremmo, o Gesù, contemplarti, con lo stesso dolore con cui Ti contemplò Maria Santissima, nella Tua dolorosa Passione, ma essendo ciò impossibile alla nostra miseria, deponiamo le nostre intenzioni, le nostre opere, i nostri cuori, nelle Tue Mani, perché li purifichi e li renda più graditi al Tuo divino sguardo.
O Gesù, lascia che ripetiamo con il Salmista la bella invocazione: il mio Volto Ti ha cercato.
Il Tuo volto cercherò io o Signore (Sal. XXVI) e nell’attesa di contemplarti svelatamente in Cielo, fa’ che camminiamo sempre alla luce del Tuo Volto, perché le sembianze Tue divine si imprimano nei nostri cuori e sia nostra gioia il patire per Te.

Mane Nobiscum Domine Sì, o dolcissimo Gesù, rimani con noi, che si fa sera, e un raggio del Tuo Divino Volto, che noi adoriamo sotto i veli eucaristici, illumini le nostre menti, e dissipi le tenebre che avvolgono l’umanità.
Gesù amabilissimo, rimani con noi, a consolarci nelle angosce della vita, ad insegnarci a soffrire con Te, nella pace e ad impreziosire il nostro dolore.
Rimani con noi, Maestro amabile di verità, perché fiduciosi camminiamo all’eterna salvezza, nel trionfo del Regno di Dio.
O Gesù, rimani con noi, nutrendoci delle Tue Carni immacolate, perché germoglino i Vergini, gli Apostoli, i Santi a rinnovare la faccia della terra.
Gesù dolcissimo, fonte di ogni bene, rimani con noi nella Eucarestia, e nel tuo Vicario in terra, perché tutti uniti in un solo Pastore, glorifichiamo Dio qui, nella luce della fede, per glorificarlo eternamente nella visione e nell’amore, in Paradiso.

Fonte:
http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/conoscere%20e%20adorare%20il%20volto%20santo.htm