Messaggio di Maria SS. ad un mistico friulano

10 dicembre 2011

Maria: “Sono qui, figlio mio, accanto a te.
Carissimi, forse oggi il mondo chiede purificazione? Io, Maria Madre vostra, Madre addolorata, vi dico che sono molto pochi gli uomini che riconoscono le loro colpe e ne chiedono perdono. Allora Dio, per Amore, purificherà il mondo.
Chi accoglierà la purificazione soffrirà in spirito e corpo, ma salverà l’anima; chi non la accoglierà soffrirà molto di più e non salverà l’anima.
Piccoli miei, almeno voi avete imparato a non stupirvi più nel vedere crescere le sofferenze sulla terra che servono ad espiare le colpe e ottenere grandi conversioni. Avete imparato a riconoscere i segni dei tempi che vogliono l’attenzione di tutti sempre più distaccata dalla terra e rivolta al cielo per intravederne le delizie.
Dio ha creato l’uomo libero e rispetta sempre le sue scelte; se vuol continuare a rotolarsi nel fango come i maiali lo lascia fare; se vuol volare sulle sue ali lo accoglie e lo rende felice. La scelta è sempre e solo dell’uomo. Una scelta che la mia Chiesa, purtroppo, non sempre aiuta, come dovrebbe essere suo compito.
Carissimi, devo, con grande amarezza nel cuore, dirvi che il terzo segreto di Fatima non è stato rivelato al mondo nella sua integrità. Questo segreto doveva essere svelato in questi tempi, perché riguarda questa generazione.
In esso sono descritte le tribolazioni degli ultimi tempi, l’avvento dell’Anticristo e i tre giorni di buio. La sua conoscenza avrebbe scosso le coscienze guadagnando alla causa di Dio molte anime. La Chiesa non ha ritenuto opportuno svelarlo integralmente nel timore che queste terribili rivelazioni avrebbero terrorizzato la gente, ma soprattutto nel timore che essa stessa, ormai quasi tutta corrotta, potesse perdere il proprio potere che da sola si è presa sull’umanità, la quale tornerà a Dio non per merito suo.
La gente non sa nulla neppure sui sollevamenti. La gente dovrebbe sapere che quando iniziano i sollevamenti, prima dei tre giorni di buio, saranno gli ultimi giorni per ascoltare e accogliere la Parola di Dio; dopo non sarà più possibile. La Bibbia diverrà un libro sigillato: si potrà leggere ancora per un po’, poi non si comprenderà più nulla. Terminato il tempo della Grazia, spaventati dalla scomparsa di molti dalla terra, trovandosi in grande confusione, tutti chiederanno conto ai sacerdoti, che però non sapranno dare valide spiegazioni.
Le autorità liquideranno tutto come eccesso di immaginazione e per prevenire disordini faranno chiudere le Chiese e bandiranno ogni forma di culto arrivando, sotto il dominio dell’Anticristo, alla pena di morte per chiunque pronunci il nome di Gesù.
Dio però non lascerà il suo popolo nell’ignoranza a causa della sua Chiesa, ma verrà ad informarlo e prepararlo con l’Avvertimento (primo sigillo, cavallo bianco) affinché si faccia, in piena coscienza, la scelta per Lui o per il suo nemico. Dio si è già riservato per la realizzazione dei suoi progetti tutti quelli che fanno la sua Volontà, senza guardare se siano suoi Ministri oppure no.
Non lasciatevi coinvolgere nel caos che in questi tempi va aumentando. Dio è la vostra bussola! Con Lui non si perde mai l’orientamento. Servitelo fedelmente, pregate in ginocchio, non permettete che la fiamma della fede si affievolisca in voi, così quando verrà a cercarvi saprà riconoscervi.
Pace a voi. La Mamma vi abbraccia e benedice”.

Dalla rivista «Il Segno del soprannaturale», n. 347, maggio 2017.