di Massimo Viglione

Da decenni sinistri e “moderati” depenalizzano i reati di violenza, al punto che anche i più efferati assassini dopo pochi anni escono di carcere, mentre il delinquente comune, specie se non italiano, in carcere non ci va proprio.
Da decenni sinistri e “moderati” aggravano le pene per i presunti reati tributari, anche per i padri di famiglia, i pensionati o per uno scontrino non emesso. Ovvero, in carcere veramente vanno gli italiani.
Da decenni quindi sinistri e “moderati” hanno creato la mentalità che la vera unica colpa e vergogna è quella di non pagare le tasse a uno Stato che preleva fino al 60% delle entrate dei suoi cittadini, ovvero allo Stato più ladro e usuraio del mondo.
Da decenni sinistri e “moderati” creano un clima ostile all’intervento delle forze dell’ordine.
Da decenni sinistri e “moderati” stanno facendo entrare in Italia milioni e milioni di immigrati, i quali, spiantati dalle loro terre, sopravvivono quotidianamente senza fare assolutamente nulla e quindi finiscono – volenti o nolenti – per delinquere.
Ora, sinistri e “moderati” hanno pure creato il reato di tortura: ovvero hanno reso impossibile per le forze dell’ordine come per qualsiasi cittadino qualsivoglia tentativo di legittima difesa.
Ecco l’indovinello:
Perché da decenni sinistri e “moderati” fanno tutto questo?
È difficile rispondere?
E se rispondessi che lo fanno per odio agli italiani e per sovvertire l’ordine naturale delle cose? Che lo fanno per ridurci in miseria economica e impotenza politica, in modo da dover subire senza rimedio ogni sopruso, tanto loro, quanto dei criminali e ora anche degli immigrati?
Sto esagerando?
Altro indovinello:
Perché ci hanno tolto le armi? Perché l’’Italia è il Paese al mondo dove è più difficile avere il porto d’armi? Non sarà proprio per le ragioni suddette?
Altro indovinello:
Perché sinistri e “moderati” ci vogliono distruggere? Forse per le stesse ragioni per le quali impongono il gender o l’eutanasia e tra poco il poliamore?
Altri indovinelli:
Perché le Forze Armate sopportano tutto questo senza fare nulla? E perché le Forze dell’Ordine pure? Cosa faranno quando vedranno gli italiani disperati e gli immigrati e i criminali comandare ovunque? Staranno ancora fermi e zitti obbedendo a questo Stato e alla Boldrini?
Se fanno questo, quale sarebbe più ormai il senso della loro esistenza? Solo rubare lo stipendio a fine mese? Possibile che tutti rappresentanti delle forze dell’ordine e delle forze armate vivono solo per questo?
Perché tutti gli italiani sono diventati schiavi dei sinistri e “moderati”, agenti ultimi del Leviatano mondiale?
Ultimissimo indovinello: si sveglieranno mai gli italiani? E, se mai questo dovesse avvenire… sono coscienti di quello che dovrebbero fare?
Ecco altri pensieri mentre preghiamo e lottiamo per Charlie, che ha la colpa non solo di essere malato e inutile, ma quella imperdonabile di essere bianco. Infatti, se fosse stato di un altro colore, secondo voi lo starebbero per uccidere? Rispondete onestamente a voi stessi. ONESTAMENTE!
Anche questo può aiutare a intuire le risposte degli indovinelli di cui sopra.

Titolo originale: Eutanasia e tortura. Solo per alcuni, non per altri
Fonte: Il Ponte Levatoio, 07/07/2017
Pubblicato su BastaBugie n. 516

Fonte per Lucechesorge:
http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=4773