La Nigeria si riconsacra e la Madonna risponde. Miracolo del sole

Il Maestro Francesco Gentile, pittore eccezionale di Padre Pio nonché scrittore, ci ha trasmesso un articolo su un nuovo miracolo del sole, avvenuto subito dopo la riconsacrazione di un Paese alla Madonna. Più sotto forniamo anche il collegamento al filmato originale.

Il 13 ottobre 2017, nella città nigeriana di Benin City, durante la riconsacrazione della Nazione al Cuore Immacolato di Maria (la prima fu fatta negli anni Sessanta), si è manifestato il “miracolo del sole” come quello che accadde ben cento anni prima a Fatima.
Al fenomeno inconsueto hanno assistito più di 50mila persone, oltre a molti Vescovi presenti e più di 1.000 sacerdoti che hanno partecipato alla solenne cerimonia, dove, come accadde cento anni fa a Fatima, anche qui i presenti hanno potuto assistere al fenomeno del sole danzante che viene considerato una “conferma”.
Sono venuto a conoscenza di questo fatto straordinario che ritengo sia di notevole importanza, visti i tempi in cui viviamo, questa mattina, ascoltando Radio Maria.
Mi sono subito meravigliato che una notizia di così rilevante importanza spirituale non sia stata riportata in alcun Tg nazionale e nemmeno da Tv2000 (canale della Conferenza Episcopale Italiana), così ho sentito la necessità di approfondirla e poi divulgarla con tutti i mezzi possibili a disposizione, a beneficio di chi non abbia ancora avuto la fortuna di conoscerla.
Come ho detto sopra, questo fenomeno è stato vissuto a cento anni esatti da quello famoso di Fatima che fu il 13 ottobre 1917, dove una folla di 70mila persone accorse alla Cova da Iria. Un diluviante acquazzone scoppiò subito dopo che i tre pastorelli avevano visto la Madonna, poi tutti ebbero modo di assistere al “miracolo del sole” che miracolosamente sembrava precipitare, cambiare colore e danzare in cielo. Questo fenomeno fu possibile a tutti fissarlo ad occhio nudo; di quel “miracolo” furono testimoni anche moltissimi non credenti.
A distanza di tanti anni, lontano migliaia di chilometri dal luogo del primo avvenimento, lo stesso fenomeno

Riconsacrazione della Nigeria al Cuore Immacolato di Maria
Celebranti durante la Consacrazione

si è manifestato a Benin City, in Nigeria, in occasione della solenne riconsacrazione del Paese voluta dai Vescovi. I Vescovi, nel comunicare la decisione, hanno tenuto a precisare che la Nigeria sta attraversando “un periodo contrassegnato da tensioni, agitazioni e un senso generale di disperazione e insoddisfazione”, dove non mancano problemi istituzionali, “casi di applicazione selettiva dello stato di diritto”, nonché distribuzione scellerata di risorse, corruzione e impunità.
La mattina del 13 ottobre, alla cerimonia di riconsacrazione, guidata dall’arcivescovo di Jos, Ignatius Ayau Kaigama, presidente della Conferenza Episcopale Nigeriana, erano presenti altri 53 vescovi, più di 1.000 sacerdoti, circa 2.000 religiosi e 55mila fedeli. Nel pomeriggio, dopo la cerimonia, raccontano i testimoni, è scoppiato un violento temporale seguito dall’apparizione del sole che cambiava colore e “danzava”.
Di questo importante evento mi preme riportare una nota a firma di padre Chris N. Anyanwu, direttore delle comunicazioni sociali dell’episcopato: “…questo fenomeno è inusuale – ha rallegrato il cuore dei pellegrini presenti alla celebrazione e molti di loro hanno attestato che ciò che hanno visto ricorda l’esperienza di Fatima nel 1917. Certamente la grande gioia dei partecipanti alla vista di questi segni ha mostrato nell’entusiasmo della loro fede che la Nigeria non sarà più la stessa”.
In un tempo in cui dalla Nigeria, nei circuiti internazionali, arrivano soltanto notizie negative: dalla piaga del terrorismo fondamentalista di matrice islamica, ai rapimenti, non ultimo quello del nostro sacerdote italiano Maurizio Pallù, questo fatto apre il cuore di tutta l’umanità alla speranza che non tutto è perduto e che Dio ci ama e per salvarci manda ancora la Madonna sulla Terra.

25 ottobre 2017

Francesco Gentile

www.francescogentile.com

In evidenza sotto il titolo: foto originale scattata con il cellulare da un partecipante.

Per il filmato del miracolo: