[Poesia] Notte esemplare

NOTTE ESEMPLARE

Notte, o notte,
che con una vista di profili su sfondo blu intenso
attrai lo sguardo di chi
si rincuora al pensiero di una meta,
sei come l’invito sospirante
che ciò che è e volge ad essere
rinnovi nella gioia
quanto è sinora idealmente esistito.

Mentre difatti un uomo viaggia,
i rami spogli in figure dal fascino insondabile,
i coni e i fusi dei sempreverdi sicuri nell’oscurità
parlano di una natura dopo duemila anni
ancora nobile e conseguente alle sue leggi.

Mentre si consumano storie umane
di cui i figli sono attoniti testimoni,
mentre si depositano giorno dopo giorno
le vestigia morbose di passatempi
capaci di spezzare la mente e l’anima,
ecco nella notte le sagome delle case
e le loro luci, quasi non difformi
da profuse luci non ancora moderne,
indicano come i custodi di un calore
meraviglioso e segreto,
di vite procedenti da generazioni
nella pienezza del silenzio e dell’allegria.

Ancora, il percorso della maggiore strada
conduce in vista di agglomerati di luce accesa
e le luci così affastellate,
vicine eppure non concordi,
dai colori non elaborati da ideali umani,
evocano nell’insieme il ricordo
di una città che sembrava avermi
univocamente accolto.

Anche per questo, Signore, Ti rendo grazie,
e attendo che il Tuo Santo Spirito ci mostri ognora
il Disegno che guida il nostro affidamento.

Isidoro D’Anna

Foto di Lukas Becker su unsplash.com