[Poesia] Insieme

INSIEME

Tempo di dicembre
e ti accosti alla finestra…
Scorrendo lo spazio al di fuori
senza l’esterna premura
di gelo o di passo,
appare una certa quiete.

Poi, come ad un appuntamento
dettato da ingenuità priva di tutto,
ecco due creature mostrarsi,
due soffici, lanosi amici dell’uomo,
uno grande, uno piccolino,
mendici e duramente provati,
ma affiatati nella corsa,
in mutuo sguardo,
in mutuo entusiasmo,
forse temperato dall’indigenza usuale,
di certo ardente
per una scintilla d’amore.

Pregare, mi sovviene,
per cuori ben più preziosi
di cuori di semplici e umili
creature abbandonate
come rifiuti di una vita che continua.

Pregare per i cuori
dei loro carnefici,
pregare per i cuori di chi abbandona,
pregare perché si destino
all’ascolto cui furono disusati
quando, più o meno piccoli,
loro stessi rimisero le speranze.

Le creature passeranno
in quest’oceano
di spregio e di dolore,
ma nessun’anima passerà.
Eternamente vivrà ogni anima,
per sempre sarà la perdita
o la Luce che avremo condiviso.

Isidoro D’Anna