Cari lettori,

sono lieto di annunciarvi che ho quasi pronto un nuovo libretto, dedicato al tema universale, e perciò cattolico, del Matrimonio.
Tenevo a parlare della bellezza, gioia e santità del Matrimonio cattolico. E il testo è pronto, per voi, per l’Italia. La difficoltà è trovare per la copertina una foto recente di sposi casti, italiani o comunque dell’Occidente.
Ho dato fondo a intere raccolte d’immagini, decine di migliaia di foto, se non di più. Ho allertato persone amiche e attendo un loro aiuto, se potranno, ma ho pensato bene di chiederlo anche a voi. Sono venute fuori solo due foto perfette e ho scritto ai fotografi titolari, un’americana e uno studio spagnolo, ma non mi hanno risposto o risposto solo in parte, e poi più niente.
TruccoI matrimoni di oggi, da un confine all’altro del pianeta, sono tutti fotocopie degli stessi atteggiamenti:
– la “sposa” compare nel giorno del sacramento con la faccia lordata di trucco, senza riflessi spirituali, purezza, dignità, dolcezza, tenerezza, personalità. Per loro il Matrimonio deve essere senz’anima, e quel che resta dell’anima deve essere sepolto sotto il trucco.
– Secondo la ferrea legge del nudismo, la “sposa” fa sempre sfoggio delle sue carni, comeCarni se il giorno del Matrimonio fosse l’occasione per celebrare la nudità femminile: ampie scollature, braccia nude, spalle nude, schiena nuda, gambe nude. Per loro il Matrimonio deve essere carnale, non spirituale, e quindi guai se non si mettessero le carni in mostra come al mercato; la modestia sarebbe per loro la vera vergogna.
– Mi colpisce invece vedere che l’uomo, almeno nell’aspetto esteriore, mantiene quasi sempre inalterata la sua dignità, con un abito appropriato.
Ci sono in giro fotografi di grande talento, ma cosa possono fare per salvare almeno l’apparenza? Nulla, decidono i clienti.
Alcune immagini ritraggono gli “sposi” con la solita nudista truccata nello scenario d’incantevoli luoghi naturali o di centri storici suggestivi. Si finge così di mostrare la bellezza nella bellezza, ma al contrario, quella figura seminuda e spenta è una profanazione di quei luoghi.

Matrimonio cattolico
Altri tempi… volti di una purezza incontaminata. Bel progresso il nostro!

Un lato particolarmente beffardo della vicenda è che tipo di risultato si ottiene cercando in internet un matrimonio generico, un matrimonio cattolico o addirittura un matrimonio tridentino. Il risultato è sempre lo stesso. Lordura di trucco e carni in mostra.
Perché questi miliardi di povere donne si comportano così? Perché sono le serve del dio mondo, e come San Paolo dice umilmente: «Non io però, ma la grazia di Dio che è con me» (1 Cor 15,10), loro sembra che dicano, con orgoglio indomabile: «Non io però, ma il potere del mondo che è con me».
Gridava San Pio da Pietrelcina alle donne meno scostumate di quelle di oggi: «Vestiti da cristiana!», «Sciagurata, va’ a vestirti!» e «Pagliaccia!», perché osavano avvicinarsi con modestia imperfetta al confessionale, dove ad attenderle c’era un grande Santo. Ciò avveniva cinquant’anni fa o prima. Oggi, un clero che adempie il ministero del «dialogo col mondo» accoglie in chiesa e per la celebrazione del Matrimonio cani e porci.
Ed ecco, vedete come la ricerca delle immagini nuziali riflette impietosamente la situazione della Chiesa e dell’umanità.
Ma noi, per quanto pochi, abbiamo dalla nostra parte il Potere supremo: la Volontà di

Sposi 7
Il viso di lei non mi convince. Lui appare gioviale ma ha dei lineamenti un po’ duri.

Dio. Il libretto in attesa del suo “vestito” è nato per mostrare l’ammirabile Volere di Dio sul Matrimonio. E la copertina dovrà essere adeguata. Stiamo servendo Dio, non delle voglie personali. Forse Dio può chiederci qualcosa senza darci tutti i mezzi per realizzarlo? Non importa quanto faticoso sia il cammino.
Mi permetto allora di esporre alla vostra gentile attenzione i criteri seguiti nella ricerca dell’immagine:

– la foto dovrebbe esprimere la bellezza, gioia e grandezza del Matrimonio cattolico;
– sposa senza trucco o con trucco difficilmente visibile;
– abito da sposa bianco che lasci scoperti solo capo e collo, mani ed eventualmente piedi, non attillato e senza trasparenze;
– nessun difetto fisico rilevante degli sposi, ma neanche bellissimi, per evitare che i potenziali lettori si sentano inadeguati;
– possibilmente sorridenti…

Sposi 11
Colori della foto troppo scuri. Viso di lei impiastricciato di trucco. Abito della sposa perfetto.

Con il presente articolo potete vedere anche delle foto quasi perfette, così da farvi un’idea più concreta.
Non sono uno che sguazza nell’abbondanza, ma a chi riesca a farmi trovare l’immagine giusta donerò una copia del libro se la desidera, oltre alla mia preghiera e riconoscenza.

Grazie!
Isidoro