La propaganda anticristiana nelle immagini di Google

Avrete notato anche voi, ormai tante volte, come la propaganda gender passi anche per le immagini di Google. Chi ha il potere sul motore di ricerca numero uno al mondo, ha disposto fra l’altro che non si possano riconoscere figure di madre e padre, o figure di uomo e donna complementari. Il regno di satana si manifesta anche qui, forgiando le menti delle masse impazzite.
Guardate per esempio l’immagine della scrittrice Virginia Woolf scelta per illustrare il presente articolo. Le hanno cambiato le fattezze del volto, così delicatamente femminile, dandogli un naso e una bocca da uomo. È un invito, anche questo, a scambiare il femminile con il maschile, e viceversa.
Sono pronti a tutto, anche a deformare la realtà, pur di raggiungere i loro scopi anticristiani e antiumani.
E poi, quando saranno all’inferno tra i tormenti eterni, esclusi per sempre dalla visione di Dio, cosa ci avranno guadagnato?
Dove saranno gli altri burattinai e le masse che riempivano le loro tasche di denaro e i loro occhi di complimenti?
«Davanti a Dio tutto si paga, nel bene e nel male», disse una volta Padre Pio. E noi siamo con lui e con Cristo Signore, incamminati verso la vita eterna.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: