A Pompei sorge il Santuario fatto costruire verso fine Ottocento dal Beato Bartolo Longo. Redimendosi per grazia di Dio da un passato di spiritismo, il Beato Bartolo diventò uno dei più grandi apostoli di Maria Santissima e del Santo Rosario.
Il Santuario di Pompei si può considerare il centro mondiale del culto del Rosario. Ed è qui che lo scorso venerdì 13 aprile, alla vigilia dei folli bombardamenti di USA, Francia e Regno Unito contro la Siria, è avvenuto un miracolo, o comunque un grande segno.
La corona del Rosario agganciata alla statua della Madonna, che si trova in cima al Santuario, si è sganciata e ha cominciato a dondolare, pesante com’è, senza un alito di vento, dalla mano sinistra della Madonna.
I vigili del fuoco sono intervenuti, constatando l’assenza di qualsiasi sollecitazione fisica che potesse far muovere la corona in mano alla statua.
Tante volte, e in particolare da Fatima, la Madonna ci ha detto e ricordato che con il Rosario e il digiuno possiamo risolvere ogni problema e anche fermare la guerra. E questa volta non si tratta di un’altra guerra regionale, ma si comprende che i poteri occulti sono in cerca di pretesti per scatenare una terza guerra mondiale.
È vero infatti che l’ostilità degli Stati Uniti verso la Siria è iniziata con il rifiuto di quel Paese, nel 2009, di ospitare un gasdotto voluto dagli americani. Ma questa volta si percepisce che non si vuole provocare solo un’altra guerra regionale nel Medio Oriente, come quella dell’Iraq nel 2003, sempre con pretesti completamente falsi.
Il forte coinvolgimento della Russia negli interessi politico-militari della Siria è in atto da tempo, e ha rappresentato il vero apporto umanitario alle vicende di quel Paese. Si può prevedere che, in caso di altri attacchi, la Russia non possa a lungo restare a guardare. E questo è ben chiaro per le forze occulte internazionali che guidano l’Occidente da più di un secolo, giocando con la vita e il destino dell’umanità intera.
Per loro il petrolio è un obiettivo minore. Quello che cercano veramente sono milioni e milioni di persone uccise, devastate, disperate, senza più fede.
Non dimentichiamoci poi che Assad, il Presidente siriano, pur essendo musulmano è favorevole alla presenza dei cristiani nel suo Paese. E ricordiamoci la devastazione della comunità cristiana in Iraq avvenuta dopo la caduta di Saddam Hussein.
Il rischio che si scateni una terza guerra mondiale è concreto, soprattutto perché si ha la sensazione che sia voluta dai poteri occulti che tirano le fila a livello mondiale, ancora più in alto della massoneria.
E dunque la Madonna, Madre di Dio e dei cristiani, ci invita con urgenza e con un miracolo, o un segno che non avviene per caso, a prendere in mano il rosario e pregare per la pace. Pace per le singole persone, per le famiglie, per le nazioni, per il mondo intero.
Noi non abbiamo fiumi apparentemente inesauribili di denaro, potere politico o giornalistico, o una voce da far sentire nei governi, tutti mossi dalla sete di potere e dall’odio verso Cristo Signore.
Abbiamo però la vita di grazia e in mano la corona del Rosario, la sola arma che per volere di Dio può riportare il destino dell’umanità sulla via del bene.
È necessario tuttavia che più persone possibili preghino il Rosario. Pentiamoci dunque di una vita nel peccato, apriamo il nostro cuore a Dio, a Maria e al prossimo, e preghiamo il Santo Rosario con l’urgenza che la Madre nostra ci ha fatto comprendere.

Qui di seguito c’è il filmato del miracolo, realizzato da un giovane fedele con il suo cellulare: