Cos’è l’amore cristiano? Riflessioni su una predica

È di nuovo domenica, e grazie a Dio siamo vivi. La luce del mattino che ci illumina, filtrata o meno dalle nubi, ci dà la speranza di poter superare il buio del peccato, e della sofferenza che il peccato porta con sé.
Come al solito, evitiamo accuratamente le Messe negli orari di grande affluenza, in tarda mattinata per intenderci. In quelle, c’è di tutto e di più e si viene sistemati per le feste. O almeno, così è dalle nostre parti; speriamo che i cari lettori siano più fortunati.
Eccoci dunque alla Messa delle 8:30, ovviamente una Messa riformata, non la Messa tridentina in latino. Siamo nella chiesa dei vicini Frati.
Oggi si legge dal Vangelo secondo Giovanni. Il Signore Gesù, alla vigilia della sua Passione e Morte di croce, istruisce gli apostoli sull’amore cristiano. Tra l’altro, Gesù ci dice: «Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore» (v. 10), e: «Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando» (vv. 13-14).
Possiamo forse amare Cristo senza osservare i suoi comandamenti? Non esiste amore senza fedeltà, impegno e sacrificio, un amore che non sia come quello di Gesù per noi.
Eppure, il frate sacerdote nella predica che segue non fa altro che parlare di «amore» di Dio per noi e «amore» nostro per gli altri, senza mai accennare ai comandamenti e alla fedeltà che rendono vero il nostro amore. Sembra di sentir belare «amore, amore, amore», e più questa parola viene ripetuta, più suona falsa.
Per due volte, il predicatore parla di un «amore» che si fa concretezza, ma tutta la concretezza si riduce a dire che l’«amore» deve essere vissuto in famiglia, «nel condominio», sul lavoro eccetera. Ma che cos’è questo «amore», e come dobbiamo viverlo? Il predicatore fa un solo esempio veramente concreto, quello di Gesù che lava i piedi ai suoi discepoli. Ma questo che vuol dire per le poche decine di cattolici che ascoltano tra i banchi? Dobbiamo lavare i piedi in famiglia, nel condominio, sul lavoro? Boh!
O forse anche noi dobbiamo metterci tutti a belare, mentalmente e con la voce: «amore, amore, amore»?
Piuttosto, viene da chiederci: perché prima e dopo la Messa si parla in chiesa, e alla fine, ricevuto il Signore Gesù nella SS. Eucaristia, tranne uno o due tutti o parlano o se ne vanno dietro agli affari loro, invece di raccogliersi e adorare il Signore in ginocchio? È amore questo?
Perché non cerchiamo la Verità di una fede cattolica che ci viene sempre più tolta, e non cerchiamo negli altri la fedeltà a Dio, invece della loro compiacenza verso di noi?
Non dovremmo forse formare, nelle nostre parrocchie, delle comunità di uomini, donne e bambini che accolgano le persone con un cuore grande, invece di accettarle a malapena solo se si piegano ai compromessi?
Nelle nostre famiglie non dovremmo smetterla di ripetere il nome di Dio come un’esclamazione qualsiasi, e nominarlo invece per ringraziarlo, lodarlo, invocarlo?
E l’amore per i figli dov’è? È possibile che quasi tutti, credenti e non credenti, atei e massoni, parrocchiani e satanisti, trovino delle scuse per non accogliere i figli che Dio manda?
E nel lavoro, nel comportamento tra condomini intendiamo servire Dio, oppure le nostre paure, le nostre antipatie e simpatie, i nostri interessi solo materiali?
Questi sono esempi concreti di amore. Amore vissuto e donato, non solo ripetuto come una cantilena. Ma è molto più comodo ripetere una cantilena per gli addormentati, che aiutare le persone a svegliarsi e a cambiare vita.
E voi, cari lettori, quale “musica” preferite? Vi auguro una buona domenica.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...