Dire “sì” all’Amore è dire “sì” al Padre

Così ha parlato, secondo una rivelazione privata, il Signore Gesù a un cattolico canadese di nome Léandre Lachance, l’11 aprile 1997:

C’è un solo mezzo per scacciare le tenebre: mettervi la luce; e c’è un solo mezzo per scacciare il male: mettervi l’Amore.
L’Amore non è qualche cosa che tu puoi prendere da qualche parte e dare; prima devi essere tu trasformato, cioè divenuto l’Amore, altrimenti non puoi darlo. Puoi dire delle belle cose, puoi anche esprimere a qualcuno il tuo amore. Ma ciò che produce veramente nell’altro un effetto, non è ciò che dici, ma ciò che sei. Una volta divenuto l’Amore, tu generi nell’altro l’Amore. Dunque vedi da questo l’importanza di diventare l’Amore; ma non puoi diventarlo da te stesso.
Il tuo potere risiede unicamente nella grande libertà che il Padre ti ha dato, di dire “sì” o “no”. Per diventare l’Amore devi dire “sì”.
Dire “sì” all’Amore, è dire “sì” al Padre per ciò che tu sei, accettandoti tale e quale come Lui ti ha creato.
Dire “sì” all’Amore, è anche dire “sì” al Padre per ciò che sono gli altri, accettandoli così come Dio li ha creati.
Dire “sì” all’Amore, è anche dire “sì” al Padre per la situazione nella quale ti trovi adesso, felice o infelice che sia.
Dire “sì” all’Amore, è anche dire “sì” al Padre per gli avvenimenti che ti si presenteranno, buoni o meno buoni che siano.
Dire “sì” all’Amore, è anche dire “sì” al Padre per la tua impotenza.
Dire “sì” all’Amore, è anche dire “sì” al Padre per lasciarti trasformare.
Dire “sì” all’Amore, è anche dire “sì” al Padre per lasciarti spogliare di tutto l’equipaggiamento che hai accumulato su di te: bagagli intellettuali, bagagli di conoscenze, di superiorità, di immagine, di reputazione, di beni materiali e anche di buone relazioni di amicizia.
Infine, dire “sì” all’Amore, è accettare che una sola cosa sia importante: la Volontà del Padre, riconoscendo che tutto il resto è senza importanza, senza importanza, senza importanza.

Da Léandre Lachance, Per la felicità dei Miei. Gesù, Edizioni Segno, 2001, pag. 129.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...