NOTIZIE DAL QUOTIDIANO “LA REPUBBLICA”

Le ragioni teologiche dell’aggiornamento dei marziani

Possiamo già offrire ai nostri fortunati lettori una nuova esclusiva, dopo la notizia di ieri sull’aggiornamento dei marziani.
Un teologo di fama ci aveva rivelato che i marziani da verdi stanno diventando tutti rossi, a parte pochi disadattati rossofobi.
Il teologo insiste a voler rimanere nell’anonimato, perché ha il dono della modestia. Tuttavia ci regala un’altra chicca e ci spiega le ragioni teologiche del cambiamento tra i marziani.
In realtà è molto semplice, chiarisce il grande saggio, studioso della squola, anzi, scusate, scuola di Bologna.
Dunque, l’aggiornamento ruota tutto intorno al mondo, si sa. Il terrestre o il marziano che non si adattano al mondo si troveranno sempre male, poveracci!
E il mondo dei marziani qual è? Il pianeta Marte, ovvio! E Marte è rosso, non verde. Dunque anche i marziani devono farla finita con il verde e aggiornarsi al rosso.
Qui non si tratta di essere daltonici, e di confondere il rosso con il verde. Deve essere rosso e basta, se non si vuole tornare indietro, e annullare tutte le aperture al mondo di un Marte in uscita dalle vecchie abitudini.
E non dimentichiamoci che saranno presi provvedimenti contro chi non capisce che è arrivato il momento di cambiare colore, chi rimane verde e non si fa rosso. La misericordia delle autorità marziane ha un suo limite.
Giusto, no? Rispondete di sì e poi andate pure a ballare.