Se vogliamo fare del bene, c’è una persona che lo merita

Cari lettori, con il tempo ho imparato che se qualcuno mi chiede un aiuto, e lo merita, non devo mai tirarmi indietro. Anche il poco, o addirittura il pochissimo, è apprezzato da chi ha fede e da Dio stesso che vede, e provvederà anche per noi nel momento del bisogno.
Riporto per voi uno scambio avuto su Whatsapp con un caro amico, dal 12 giugno scorso ad oggi. Come dice il titolo del presente articolo, se vogliamo fare del bene c’è una persona che lo merita.

[12/6, 14:07] Isidoro: Ave Maria! Carissimo, immagino che tu ti trovi di nuovo in difficoltà con le bollette. Ogni tanto penso a te. E purtroppo, dato il ferreo controllo “familiare” sulle uscite, non ho un aiuto materiale da offrirti. Semmai potrei riuscire a raggranellare circa 20 euro, ma non subito, se ne hai bisogno per un nuovo viaggio o altro. Che mi dici, [nome dell’amico] mio? Come ti va?
[12/6, 14:26] Amico: Ave Maria! Carissimo, oggi ho pagato affitto e solo la bolletta di internet e sono a terra. Ho in pentola alcune faccende lavorative che promettono bene ma per ora riesco a gestirle da casa. Sarei ormai pronto a presentare la domanda di invalidità ma devo attendere di avere il quid per pagare la parcella del medico che la deve confezionare… Confidiamo fratello che il Signore rinnovi le Sue Provvidenze. Per il resto è battaglia quotidiana. Domenica ho fatto il 40° di matrimonio. Sei nelle mie preghiere giornaliere. Grazie ti abbraccio.
[12/6, 14:31] Isidoro: Carissimo, quel notaio benefattore non potrebbe aiutarti ancora?
[12/6, 14:38] Amico: Sto sempre in ambasce se devo chiedere…
[12/6, 14:45] Isidoro: Ma tu sei un galantuomo, e penso che troveresti le parole giuste. Coraggio carissimo, il buon Dio vuole l’aiuto cristiano reciproco. Anche chi dà ci guadagna, perché compie un’opera gradita a Dio. Magari prega la Mamma nostra che ti aiuti a essere ancora ben ricevuto. E speriamo che gli aiuti previsti dal nuovo governo arrivino presto… ti prego di tenermi informato. Magari fa’ pure presente il tuo impegno nel lavoro e quello del [nome del figliolo], che ne dici? Ti arciabbraccio
[12/6, 14:47] Amico: Grazie valorosissimo amico mio. Mi pongo sempre il problema di creare un impiccio ad altri. Lo penso col cuore perché lo sento come atto di delicatezza. Comunque seguirò il tuo consiglio. Grazie, Dio ti benedica.
[12/6, 14:50] Isidoro: Ma no, gli altri sono sempre liberi di decidere. L’importante è fare tutto come è gradito a Dio. Il Signore benedica anche te
[12/6, 14:51] Amico: Grazie. Abbraccione
[13/6, 20:58] Isidoro: Ave Maria! Carissimo, come va?
[13/6, 21:14] Amico: Ave Maria! Insomma carissimo e tu?
[13/6, 21:28] Isidoro: Benuccio. Ti sei rivolto al benefattore?
[13/6, 21:34] Amico: Oggi non mi è stato ancora possibile: urgenze sui lavori in corso e in casa “as usual” [come al solito]. Conto domani…
[16/6, 07:21] Isidoro: P.S. Carissimo, ti sei rivolto al benefattore?
[16/6, 10:10] Amico: Aspetto notizie dal benefattore. Un abbraccio
[18/6, 18:35] Isidoro: Il benefattore ha risposto?
[18/6, 18:36] Amico: Sì è in viaggio. Quando rientra mi farà sapere…
[29/6, 21:02] Isidoro: Ave Maria carissimo! Come ti va? Hai risentito il benefattore?
[30/6, 08:28] Amico: Ave Maria carissimo, il benefattore è ancora via. Complimenti per la tua nuova fatica letteraria.
[8/7, 12:39] Isidoro: Ave Maria! Come ti va, carissimo? Hai più sentito il benefattore?
[8/7, 22:38] Amico: Ave Maria carissimo. È arrivato un aiuto ma essendo passato tanto tempo nel mentre sono andate in “putrefazione” le successive bollette e quindi sono daccapo… Grazie un abbraccio.

Ricordo che la moglie dell’amico soffre già gravemente di una malattia neurodegenerativa. Penso a cosa sentano nel cuore il marito e il figliolo… cercano lavoro e intanto si trovano così, nell’indifferenza dello Stato e delle cosiddette istituzioni caritative, già inutilmente interpellate.

Se come cristiani vi sentite di dare un aiuto grande o piccolo o anche molto piccolo, secondo le vostre possibilità, potete usare il seguente collegamento Paypal:

paypal.me/Isidoro839

Oppure se preferite un’altra modalità potete scrivermi all’indirizzo:
lucechesorge@gmail.com.

Grazie e che Dio ricompensi il vostro fraterno aiuto cristiano!

Isidoro


4 risposte a "Se vogliamo fare del bene, c’è una persona che lo merita"

    1. Carissima, grazie! Questa volta non l’ho ricordato, ma la preghiera è preziosa e in particolare la tua. Mi dispiace tanto per le difficoltà che anche tu attraversi. Ti ricorderò nel Rosario e riferirò all’amico, che penso pregherà pure per te.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...