Servire Dio con generosità

«In ogni cosa e sempre, più rettitudine di intenzione, più esattezza, più puntualità, più generosità nel servizio del Signore, e allora sarai quale il Signore vuole che tu sia.»
Padre Pio

Questo pensiero di padre Pio si presenta come l’esatto quadro della nostra vita cristiana, che molto spesso ha tutte le caratteristiche tipiche di una vita cristiana non riuscita, incompleta, ridotta, perché regolata e dominata dalla “mediocrità”.
Non si è sbandati, non si è fuori strada, non si è motivo di scandalo, non si è anticristiani e nemmeno cristiani del tutto indifferenti: non si è nulla di tutto questo, è vero; ma non si è neppure cristiani ferventi, determinati, generosi nel donarsi e nel sacrificarsi per Cristo e per la sua Chiesa.
Che cosa si è, allora? L’unica risposta più vera e concreta è questa: si è dei cristiani mediocri. Si potrebbe anche dire che si è dei cristiani ordinari, alla buona, senza infamia e senza lode. In sostanza, la mediocrità è la veste interna ed esterna di questi cristiani che sono presenti e che vogliono operare nel Corpo della Chiesa soltanto in misura ridotta, mortificando il potenziale di grazie che avrebbero a disposizione: si potrebbe anche dire, in effetti, che sono cristiani dimezzati.
Che cosa fare allora per liberarsi dalla mediocrità? Padre Pio suggerisce due rimedi che riguardano direttamente l’intelligenza e la volontà del cristiano: occorre anzitutto «più rettitudine d’intenzione», dice padre Pio, per elevare la nostra mente a Dio, liberandola e purificandola da ogni altra intenzione legata al nostro egoismo e interesse, alle nostre voglie e passioni. Comportarsi con la piena rettitudine d’intenzione significa comportarsi secondo Dio, secondo il suo divino pensiero e il suo santo Comandamento.
Occorre, inoltre, dice padre Pio, «più esattezza, più puntualità, più generosità nel servizio del Signore». Nell’eseguire e nell’agire secondo la piena rettitudine d’intenzione, al cristiano mediocre è necessario quel “di più” che fa operare con dedizione totale di sé: “più” esattezza, puntualità, generosità, fanno superare la mediocrità, fanno donare tutto di sé all’intento di Dio che vuole la santificazione di ogni cristiano (cf. 1Ts 4,3).
Allora, difatti, il cristiano non sarà più mediocre: «Allora – dice padre Pio – sarai quale il Signore vuole che tu sia».

Padre Stefano M. Manelli, FI

Da «Il Settimanale di Padre Pio» n. 28 del 15 luglio 2018.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...