Un paio di “epistolettate”

Visto che siamo nel periodo delle vacanze – capi e capetti permettendo – tiro fuori per voi dal mio bauletto elettronico un paio di epistolettate, cioè di lettere che negli anni ho scritto per ridere. I vostri commenti sono sempre graditi… se non equivalgono a mandarmi a quel paese 😉

Epistolettata III – Anno 1999

Caro dottor Bisnes,

Lei starà tamburellando con le dita sulla scrivania, mentre nel Suo circuito mentale si rincorrono le evenienze del momento e le note possenti de La Cavalcata dei Cavapane di Giuseppe Azeglio Mameli, celebre inno paraitaliano, quando ecco, il Suo maggiordomo in leasing le si fa dappresso a saltoni, a mo’ di messaggero con tanto di dispaccio, recandoLe la presente. Istantaneamente, le Sue labbra s’infioriscono di un sorriso a 88 denti, Lei descrive una parziale piroetta sulla sedia girevole, tuffa le mani sulla lettera, l’apre con impazienza, legge, segue la scrittura fin qui e… beh, continui pure a leggere.

Chiedo venia, perché non sono stato incartato nelle altre due lettere, per tema di tara. Mi sono dimostrato un concentrato padovano. Però, mi creda, mi sono riavvolto e Le offro su un piattino d’argento il mio amo re, quello che preferisco usare per andare a Pescara.

Per adesso direi che ho pagato con dei discreti convenevoli il fio della mia ricomparsa epistolare, indi passo a più ardito cimento. Voglio volerLe un mondo immaginifico di bene. Permane tuttavia l’aridità in zolla di ciuffo capelluto. Mi dia dell’acqua (distillata); io in cambio le regalo la foto di una signora talpa. Anche se prima di accingermi a scrivere ho intravisto una serie di boa a babordo, con la cuffietta.

Questa sera Lei e Sua suocera avete ripassato il piano comprendente le voci contraffatte, il palo, il colpo e la fuga in motorino. Lo so. E mi rifiuto categoricamente di fare la fine del topo per quei quattro bigliettoni. Sarebbe meglio se Lei vincesse da vero protagonista un concorso di bellezza ippico a Dallas.

Per consolarLa della mia pervicace tentacolarità, Le invio uno sconsolante scritto umoristico che è la mia personale versione de I tre porcellini. Fa parte delle mie composizioni, che ho messo al mondo soprattutto nell’ultimo anno. Come può un mammo odiare i suoi fogli? Pertanto gradirei un Suo rassegnato faccia a facciata con la “versione” medesima.

Si ricordi del “tu”.

La abbraccio pitonescamente.

Isidoro

————————————————–

Epistolettata IV – 1999

Cara zia Betty,

quale mangiasugo a sbaffo, trovo sugo nell’anticipare l’inizio della stesura della mia lettera di risposta. Nel caso che tu, reduce dalla seccaia forlivese, fossi alquanto seccata da questo principio di lettera, ti prego di astenerti, oltre che dai cannoli alla nicotina, anche dal provvedermi di sugo di bosco.

Credimi: a forza di mandar giù compresse di aria compressa, sono diventato più gonfio di un ranocchio tronfio, per dirla ipofemisticamente. I miei occhi sono larghi come tazze, adesso. Mi hanno mandato in orbita, intorno alle mie orbite, un’astronave di audaci per studiare le mie pupille, veri e propri buchi neri che attirano anche la luce. E io sono proprio desuolato.

Ho poi incontrato Moto Gigio, parcheggiato davanti al magazzino, con in bocca il suo solito tramezzino: aglio, oglio e scaglie di strozzino. Gli ho gettato al collo, a mo’ di fila di salsicce, una treccia di capi d’aglio, come si usa fare tra noi venditori di limoni. Poi gli ho legato la bocca dello stomaco e abbiamo ballato il twist, mentre lui mi chiedeva all’orecchio: «Quanti fotoni hai risparmiato, oggi?».

Arrivederci alla prossima puntata. Salutoni con cannoni a te, allo zio Ricky e a Ifigenia, nonché abbracci fuor d’impacci a voi medesimi. A presto rivederci, risentirci e rigustarci, con contorno di baciatine.

Tuo

Isidoro


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...