A proposito del commercio nel giorno di domenica

I primi tre Comandamenti si riferiscono più strettamente a Dio, e il terzo ci dice: «Ricordati di santificare le feste». Ma per comprendere bene questo Comandamento, bisogna partire dal primo: «Io sono il Signore Dio tuo: non avrai altro Dio al di fuori di me».
Ora, vediamo che nella nostra società anticristiana e capovolta si violano tutti i Comandamenti attraverso la legge dello Stato e il comportamento di milioni di persone. In particolare qui vogliamo ricordare che le feste, cioè i giorni di festa dati all’uomo soprattutto per rendere culto a Dio, non vengono santificate, ma vendute agli idoli del denaro, della superbia, dell’impurità, del compiacimento umano e così via.
Se non ci fossero milioni e milioni di italiani che vanno a fare spese nel giorno di domenica, gli schiavi dei negozi e dei supermercati non sarebbero costretti a lavorare per loro in quel giorno.
Ieri, 7 settembre 2018, via internet circolava la notizia di varie proposte di legge per la chiusura domenicale dei negozi, avanzate dal nuovo governo italiano. Ed era spaventoso leggere come nessuna delle principali associazioni parlasse di rendere a Dio il culto che gli spetta da parte di noi sue creature, né di ridare alle famiglie la possibilità di vivere cristianamente e umanamente nel giorno di domenica.
I commenti di questi signori parlano solo di denaro, che si potrebbe perdere o non perdere. Non si accorgono che rinnegare Dio e la sua Legge vuol dire perdere l’anima e andare incontro alla dannazione. Non si porteranno dietro, al momento della loro fine terrena, il denaro che hanno accumulato.
Oggi è la Festa della Natività della Beata Vergine Maria, Madre di Dio e dei cristiani. Rendiamole onore e gloria, perché Lei, la Madonna, ha glorificato Dio più di ogni altro essere umano, e la sua santità sovrasta quella di ogni Santo come il cielo sovrasta la terra. Domandiamo umilmente, con cuore contrito, alla Madonna la grazia di convertirci da una vita di peccato, per abbracciare una vita secondo il Vangelo.
Guai a noi se rifiutiamo ancora la Misericordia di Dio, perché da un momento all’altro la nostra vita può finire, e allora rimarrà per noi solo la Giustizia divina. Maria è anche Madre della Misericordia; ricorriamo a Lei con fiducia!
Concludiamo citando un passo del profeta Geremia (17,4-8), dove si parla della differenza tra chi confida nell’uomo e chi confida in Dio. Il primo genere di persona viene paragonato a un tamerisco, un albero dalla vita stentata in condizioni molto difficili.

Così dice il Signore:
«Maledetto l’uomo che confida nell’uomo,
che pone nella carne il suo sostegno
e dal Signore allontana il suo cuore.
Egli sarà come un tamerisco nella steppa;
quando viene il bene non lo vede.
Dimorerà in luoghi aridi nel deserto,
in una terra di salsedine, dove nessuno può vivere.
Benedetto l’uomo che confida nel Signore
e il Signore è sua fiducia.
Egli è come un albero piantato lungo l’acqua,
verso la corrente stende le radici;
non teme quando viene il caldo,
le sue foglie rimangono verdi;
nell’anno della siccità non intristisce,
non smette di produrre i suoi frutti […]».


2 risposte a "A proposito del commercio nel giorno di domenica"

  1. La Madonna quando appare a La Salette piangeva e recava sul petto un crocifisso, il martello e le tenaglie, i simboli della Passione. Affidò ai due pastorelli innanzitutto un messaggio che conteneva un rimprovero all’umanità e ammoniva gli uomini a non bestemmiare e a non lavorare nei giorni di festa.

    Mi piace

    1. Eh sì carissima, la piaga terribile del lavoro nel giorno di domenica non riguarda solo il commercio… le nazioni, anche quelle un tempo di fede cristiana, si sono organizzate per violare sistematicamente il sacro riposo dai lavori cosiddetti servili, che si distinguono dai lavori intellettuali.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...