Raccontini della Domenica

La femmina nervosetta

Stretta nel suo bomberino verde e nascondendo i capelli lunghi neri sotto il cappuccio, ha prima inneggiato contro gli agenti di Polizia del reparto Mobile, e poi li ha bersagliati con tutto quello che poteva afferrare: sassi, bottiglie e bastoni… e quindi pneumatici, lampioni, vecchiette, cani e gatti, pali della luce, peluche, margheritine, bacetti… (Ricamino su un fatto di cronaca).

La strage

Un aiuto panettiere, che mangiava il pane anche con la panzanella, assalito d’un tratto da mania omicida, decise di panificare una strage.
Presentò un’istanza al magazzino della farina per rifornirsi un istante, ma fu tradito da un’istantanea scattata con un occhio dall’uomo fotosintetico.
Finì sbattuto dentro una cella chiusa da sbarre di pane raffermo.

Le influenze

Un malato cronico ha una bancarella al mercatino; vende influenze, sotto forma di lecca-lecca leccalecca leccati da lui al mattino.
Molti sono suoi clienti perché vogliono prendere due piccioni con una fava, ossia togliersi il pensiero dell’influenza alla quale sono destinati ogni anno, e in più ammalarsi nel tempo per loro più propizio.
Una famiglia passa e s’informa sul prezzo dei lecca-lecca. Costano cari.
Il marito, dopo una tenace contrattazione, spunta la condizione di favore di comprare due lecca-lecca per lui e la moglie ricevendo in omaggio una leccata seduta stante al succhiotto del figlio nel passeggino.

Apprezzamenti

Un topo nero, scattante ma grassoccio, passa vicino a due tope, occhieggiando verso di loro.
Una delle tope domanda all’amica: «Ti piace quello?»
«No,» risponde l’amica, «non è il mio topo».

Il comico

Il comico va sulla scena. Chiede un applauso di incoraggiamento. Applauso. Se ne va. Fine del numero.

La trota

trota cavallo cowboy

Alla svelta una trota si alzò.
Le domandai: «Vieni dal secchio?»
Rispose: «No!»

 

 

 

L’autore, pronto a costituirsi o a darsi alla macchia, è Isidoro D’Anna. Tutti i diritti, doveri e piaceri sono riservati.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...