Si può vendere un prodotto immorale? La risposta del Sacerdote

Difficili, molto difficili i nostri tempi, nei quali lo Stato e le sue leggi sono avversi, anzi opposti a Dio e alla sua Legge eterna.
Poi chiaramente, se lo Stato fa leggi immorali e ingiuste, anzi, anticristiane, da qualche parte, per qualcuno, c’è l’obbligo statale di obbedire a leggi simili.
Sorge fra le altre una domanda: è lecito, si può vendere un prodotto immorale? Come per esempio un libro che invogli allo yoga, o una pubblicazione chiaramente oscena? Oppure, in farmacia, un prodotto contraccettivo o un farmaco abortivo?
In questi casi, come si devono comportare il proprietario e i suoi dipendenti?
Ho sentito il Sacerdote e gli ho posto queste domande. Francamente, non mi sembrava che ci fossero scappatoie per venir meno al nostro dovere di cristiani, ma ho cercato la risposta autorevole di un vero Pastore di anime.
Il Sacerdote ha parlato, e ha detto qual è il principio di fondo: non si può mettere in mano ad un’altra persona qualcosa che è un male per lei e per la sua famiglia, qualcosa che è un’offesa verso Dio.
Perciò è doveroso fare obiezione di coscienza, con la massima gentilezza, ma ad ogni costo.
Del resto, posso aggiungere io al breve scambio avuto con il Sacerdote, non ha il Signore Gesù dato la vita per proclamare la Verità, per essere fedele a Dio Padre e per guadagnare a ciascuno di noi la vita eterna?
Ma torniamo all’insegnamento del Sacerdote.
Il caso del farmacista e dei dipendenti della farmacia. Il farmacista si deve rifiutare di vendere prodotti contraccettivi o abortivi. Sono prodotti gravemente peccaminosi, perché snaturano l’atto coniugale voluto da Dio e perché sono strumenti per compiere l’omicidio del proprio figlio.
Il dipendente della farmacia potrebbe dire al proprietario: «Io ricevo con gratitudine questo lavoro, ma non posso consegnare ad altri dei prodotti che sono un male per loro, come Dio e la Chiesa ci hanno sempre insegnato». E ci si deve poi rifiutare a tutti i costi di collaborare con ciò che è male e peccato.
Che dire poi delle librerie? Certo oggi quasi nessun libro che si trovi a vendere rispecchia una sana moralità. Quando però il libro è chiaramente immorale, per esempio un libro sullo yoga, sulla magia o di contenuto osceno, si deve assolutamente evitare di venderlo.
Un libro sullo yoga, per restare all’esempio, si potrebbe venderlo a chi lo cerchi per conoscerlo e combatterlo, ma non a chi ne è attirato.
Anzi, meglio se possibile riporre libri simili in un punto dove sia difficile notarli.
Se poi qualcuno li chiede, bisogna cercare di dissuaderlo, con gentilezza e con i buoni argomenti della fede cattolica, magari proponendone altri. In nessun caso, comunque, si possono dare o vendere libri simili.
Ricordiamoci che Dio vede noi e tutti, e che saprà ricompensare eternamente chi rimane fedele. Innanzitutto con la vita eterna in Paradiso, e intanto su questa terra anche con l’aiuto per il sostentamento. Comunque meglio morire che offendere Dio, nostro Padre e Creatore.
Prima o poi passerà lo Stato ateo-massonico, e anche il Nuovo Ordine Mondiale anticristiano che i capi politici stanno preparando. Tutto questo passerà, sprofonderà all’inferno.
E allora cosa rimarrà, se non i nostri veri meriti e demeriti davanti a Dio?
«Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi» (Mc 8,38).
«Bene, servo buono e fedele, gli rispose il padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone» (Mt 25,21).
Spetta a noi, con il libero arbitrio che ci è donato, scegliere la nostra via e il nostro destino.


4 risposte a "Si può vendere un prodotto immorale? La risposta del Sacerdote"

  1. Ben detto!!!! Ma io aggiungerei che non è bene neanche vendere e avere slot machine e tutti i prodotti di vincite
    di gioco che ci sono ora in tutte le tabaccherie.
    Inoltre direi che anche i farmacisti dovrebbero pensare che sia un male vendere prodotti omeopatici.
    inoltre anche tanti libri di filosofia fanno un gran male come per esempio libri di Hermann Hesse,
    ma ce ne sono molti.

    Mi piace

  2. Cara Giovanna, se vuoi informarti meglio c’è un video molto significativo.
    Magari ti è utile per capire.
    E’ di un frate che ha prima di diventare tale fatto esperienza diretta di pratiche orientali e Yoga…

    Rosanna Maria.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...