I danni dei pantaloni alla salute delle donne

Natura (femminile) morta
Natura (femminile) morta

In aggiunta a quanto già pubblicato sull’argomento, adesso scriveremo di altre buone ragioni che le donne dovrebbero avere per non usare più i pantaloni. Oltre a rendere la donna mascolina, e spesso immodesta (perché la stragrande maggioranza di pantaloni sono attillati), i pantaloni possono anche provocare danni alla salute.

Ci sono due modi, per le donne, di indossare i pantaloni:

– Attillati: fanno male alla salute, come diremo più avanti. In più sono indecenti perché evidenziano il corpo: cosce, glutei, regioni genitali.

– Larghi: alcuni dicono che con questi va bene, ma invece dipende. Anche con i pantaloni larghi si delineano i glutei, se così non fosse non sarebbero pantaloni. E se si coprono con una giacca o maglia lunga? Riuscite a immaginarlo? Come sarebbe brutta! Sembrerebbe una donna vestita da uomo, e non solo sembrerebbe, lo sarebbe!

Quello che perciò possiamo fare è indossare gonne e vestiti, che ci rendono più femminili e graziose, e sono “vestiti da donne”.

I pantaloni sono immodesti, maschili, e pregiudicano la salute della donna.

1. I pantaloni stretti alzano la temperatura delle parti intime delle donne, e questo può portare a infiammazioni. Se ci si trova in un ambiente umido, la temperatura elevata favorisce lo sviluppo di funghi e batteri che possono causare ad esempio la candida. “Anche se la candidosi non è grave, disturba la donna, ed è imbarazzante per lei trovandosi in mezzo alla gente”, osserva il dott. Vladimir Taborda, ginecologo dell’Ospedale Albert Einstein di San Paulo.

2. I pantaloni stretti possono rendere difficoltoso il ritorno del sangue venoso, che passa così troppo tempo negli arti inferiori. Questi abiti comprimono le gambe e la regione addominale aumentando il rischio di vene varicose, per esempio. O, se vogliamo peggiorare il quadro, favoriscono l’insorgenza della cellulite.

3. I pantaloni molto aderenti, inoltre, possono anche esser causa di dolori alla schiena: provate a confrontare due giorni di pantaloni stretti e due giorni di vestito. La differenza è notevole: i pantaloni attillati limitano i movimenti, sovraccaricano i muscoli i quali non lavorando come dovrebbero compiono uno sforzo maggiore. Poi, con le anche compresse la colonna vertebrale soffre per aiutare i movimenti.

4. Qualche formicolio o sensazione di bruciore alla coscia può indicare danni del sistema nervoso dovuti all’utilizzo dei pantaloni attillati. Il nome medico di questo disturbo è meralgìa parestesica, e si riscontra in molte pazienti che hanno l’abitudine di indossare pantaloni molto attillati. Questa condizione causa dei sintomi quali: formicolio, intorpidimento e dolore laterale della coscia. La malattia si verifica quando il nervo che attraversa la coscia lateralmente, viene compresso. Inoltre, portare i tacchi alti con i pantaloni stretti peggiora la situazione perché la postura provoca una ancora maggiore pressione sul bacino. Alcune donne descrivono una sensazione di “fluttuazione” che le lasciano deboli, secondo quello che dice il quotidiano britannico Daily Mail. Le donne in sovrappeso che hanno usato questo tipo di pantaloni per più di sei mesi sono affette da questo problema. La sensazione di bruciore alla coscia è un segnale che le cose non vanno bene.

5. I pantaloni attillati deformano il corpo della donna, provocando danni per tutta la vita. Il grasso che normalmente si deve distribuire in maniera uniforme in tutto il corpo (addome, glutei, fianchi e cosce), si accumula invece solo in alcuni punti, formando così i famosi “cuscinetti”.

Questo modello di pantaloni stringe una zona che dovrebbe essere libera nella crescita. “Per esempio, se una ragazzina di 11 anni compra questo tipo di pantaloni e utilizza solo questo modello fino ai 14 anni, le sue anche non avranno una crescita normale, a causa della pressione esercitata dai pantaloni.” Afferma il chirurgo plastico dott. Raul Gonzalez, uno dei chirurghi plastici più esperti del Brasile in rimodellamento dei glutei e protesi corporali.

Come possiamo quindi notare, i pantaloni e i jeans sono i nemici delle donne! Se sceglierete di cambiare il guardaroba, farete bene! Avrete fatto la scelta migliore!

Salve Maria Purissima.

Titolo originale: Cinque buoni motivi per non utilizzare più i pantaloni!
Fonte:
http://santiemodestia.blogspot.com/2017/04/cinque-buoni-motivi-per-non-utilizzare.html

Sull’argomento:
A proposito del costume maschile della donna. Lettera del Card. Giuseppe Siri


Una risposta a "I danni dei pantaloni alla salute delle donne"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...