Elezioni europee 2019. Il nostro voto per la civiltà cristiana

Europa cristiana

Chi ha seguito questo blog almeno dall’inizio del 2018, si ricorderà dell’appoggio che diedi al movimento del Popolo della Famiglia in quel periodo. Si era infatti alla vigilia delle elezioni politiche italiane, poi tenutesi il 4 marzo. Diciamo però subito che mi sono dovuto ricredere.
Dal Vangelo, risuona soprattutto per i nostri tempi la domanda del Signore Gesù: «Ma il figlio dell’uomo, quando tornerà, troverà la fede sulla terra?» (Lc 18,8). È un avvertimento profetico, che oggi si sta realizzando.
I pochi fedeli rimasti, di fronte alle elezioni pensano al destino dell’uomo e dei propri cari. Come possiamo salvare l’umanità, l’Italia e comunque più anime possibili?
Sta qui il valore del voto, non in sporchi interessi materiali o in voglie perverse da affidare ai politici che le rappresentano.
Ovviamente, scartiamo qualsiasi partito della sinistra, che è da sempre anticristiana.
Poi è chiaro che nessuno dei soliti partiti del centrodestra lotta per i valori cristiani.
Non il partito Fratelli d’Italia, che nel suo statuto ignora completamente la fede cristiana ed è guidato da una donna convivente. Fratelli d’Italia non ha mai combattuto contro divorzio, aborto, unioni civili, pornografia, eutanasia eccetera.
Stesso discorso per la Lega Nord. Il suo capo Matteo Salvini, figura centrale dell’attuale governo italiano, ha alle spalle un matrimonio e un figlio, il divorzio, una convivente e una figlia e poi altre convivenze e relazioni con donne varie.
In occasione del Congresso Mondiale delle Famiglie, tenutosi a Verona nel marzo 2019, Salvini ha dichiarato che non vuole togliere a nessuno il divorzio e l’aborto. E ovviamente nemmeno le altre leggi contro la vita e la famiglia già approvate.

Salvini intervistato 30.03.2019
Il sig. Matteo Salvini durante l’intervista del 30 marzo 2019, nella quale ha dichiarato fra l’altro: «Io non voglio togliere niente a nessuno! Sull’aborto, il divorzio… Ognuno fa l’amore con chi vuole…».

Non solo, ma Salvini e la Lega Nord cercano di aggiungere qualcosa di loro iniziativa, come la riapertura dei bordelli e il servizio militare o civile obbligatorio per ragazzi e ragazze. Se fossimo ancora un popolo cristiano, per proposte simili si verrebbe duramente puniti.
Degli altri partitoni, e dei partitucci sconclusionati che sono riusciti a guadagnare un posto sulle schede elettorali, è inutile parlare.
Consideriamo invece i due movimenti che in qualche misura si richiamano alla fede cattolica: il Popolo della Famiglia e Forza Nuova.
Vi confido che nel 2018 mi ero molto avvicinato al Popolo della Famiglia, pur senza iscrivermi. Poi ho provato con dolore cosa vuol dire collaborare con chi si richiama alla Democrazia Cristiana e per statuto ospita nelle proprie file atei e gente di qualsiasi credo, anche musulmani.
La Democrazia Cristiana non è mai stata un partito d’ispirazione cattolica. Aveva per obiettivo la repubblica democratica, cioè soggetta alla volontà della maggioranza, invece dello Stato cattolico, retto da una dinastia reale fedele. La Democrazia Cristiana ha sprofondato l’Italia in un abisso d’inferno, facendo insieme alla sinistra le leggi per il divorzio e l’aborto.
Va poi verificata la posizione dei partiti riguardo ai migranti, quasi tutti musulmani, che ci hanno invaso e commettono quotidianamente crimini atroci. A questo riguardo, il Popolo della Famiglia non parla di rimpatrio, ma di accoglienza sostenibile!
Come se fosse sostenibile far entrare in un Paese cristiano anche un solo musulmano, al quale il Corano ordina di non avere amici tra i cristiani e di sottomettere tutti all’Islam con la violenza. Noi invece di individui simili ne abbiamo già in casa più di un milione, pronti ad assalire la nostra gente e le nostre chiese appena potranno.
Quindi non possiamo prendere il Popolo della Famiglia sul serio. Non lo merita e sarebbe molto pericoloso affidargli il destino dell’Italia.
Aggiungiamo che Mario Adinolfi, capo del movimento, è un divorziato risposato che neppure vuole stare in castità completa con la seconda donna, e quindi vive deliberatamente nel peccato mortale.
In poche parole, assistiamo a uno sfacelo della vita personale che si riflette nei falsi valori di partiti e movimenti.
Rimane a questo punto soltanto Forza Nuova, se è vero, come è vero, che ha un’anima cattolica. E non a caso, anche qui si vede la coerenza di valori, ma di quelli autentici, tra il movimento e il suo capo.
Forza Nuova è stata fondata nel 1997 da Massimo Morsello e Roberto Fiore, il primo scomparso nel 2001 per una grave malattia, mentre Fiore è l’attuale guida del movimento in qualità di segretario nazionale.

Roberto Fiore, Segretario nazionale di Forza Nuova
Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova.

Roberto Fiore, nato a Roma nel 1959, è di fede cattolica, fedelmente sposato con la spagnola Esmeralda Burgos e padre, pensate, di 11 figli.
I punti fondamentali del programma di Forza Nuova sono pienamente e profondamente condivisibili da ogni buon cattolico (citiamo da www.forzanuova.eu):

1. Abrogazione delle leggi abortiste
2. Famiglia e crescita demografica al centro della politica di rinascita nazionale
3. Blocco dell’immigrazione e avvio di un umano rimpatrio
4. Messa al bando della massoneria e delle sette segrete
5. Sradicamento dell’usura e azzeramento del debito pubblico (punto dove tra l’altro si afferma):
[…] Sia lo Stato, inoltre, a battere moneta nell’interesse del popolo, sottraendo alle banche questo potere ingiustamente acquisito. Solo così i popoli della terra si libereranno dall’ingiusto debito che sta portando miseria e fame in un mondo che, grazie all’avanzamento tecnologico, potrebbe vivere nell’abbondanza e nel benessere economico.
6. Ripristino del Concordato Stato-Chiesa del 1929 (riportiamo per intero la spiegazione del punto programmatico):
Forza Nuova chiede il ritorno in vigore del Concordato del 1929, con cui lo Stato italiano riconosce alla Chiesa Romana il ruolo di guida spirituale del popolo e pone i giusti confini tra opera dello Stato e opera della Chiesa. Forza Nuova ritiene essenziale che la Fede, che ha accompagnato il nostro popolo per duemila anni, venga custodita e trasmessa fedelmente alle future generazioni, respingendo la cultura nichilista e laicista oggi imperante.
7. Abrogazione delle leggi Mancino e Scelba
Qui una spiegazione ve la dà chi scrive sul presente blog: sono intollerabili queste due leggi che proibiscono anche solo l’apologia del fascismo, quando allo stesso tempo c’è in Italia la libertà di costituire e portare avanti partiti comunisti. Ricordiamo che dall’unità d’Italia fatta nell’Ottocento da liberali e massoni, e fino ai giorni nostri, pur con i suoi errori è stato solo il fascismo che ha dato un posto d’onore alla religione cattolica. Allora erano vietati divorzio e aborto, che invece si commettevano nella Russia comunista e poi nella Germania nazista. Ed erano vietate anche le associazioni segrete come la massoneria, che poi si è ripresa l’Italia, trascinando un intero popolo nella morte spirituale.
8. Formazione di corporazioni per la difesa dei lavoratori e della comunità nazionale

A voler essere precisi, non tutto in Forza Nuova è totalmente e pienamente cattolico. Non lo sono per esempio il concetto di rivoluzione, e a volte certe manifestazioni pubbliche del movimento che lo vedono in contrasto con le forze dell’ordine.
Eppure, Forza Nuova ha un’anima, un capo, un programma che sono veramente cattolici. Sicuramente può fare del bene, e spingere altri soggetti politici ad una collaborazione in senso cristiano.
Forza Nuova è un naturale alleato politico per un partito come la Lega Nord, ma la supera anche perché contesta il fatto che ancora oggi le espulsioni di immigrati delinquenti e criminali non vengono rese effettive.

 

 

Su questo punto e su altre questioni fondamentali, se gli italiani cominciano a svegliarsi e le danno una discreta percentuali di voti, Forza Nuova potrà obbligare gli eventuali alleati politici a fare veramente gli interessi dell’Europa cristiana e dell’Italia.
Altrimenti, se daremo i nostri voti ai personaggi che abbiamo già visto, verranno annientate le ultime tracce di Cristianesimo a livello politico e sociale.
Coraggio, cari fratelli e sorelle italiani: impegniamoci seriamente per far conoscere e votare Forza Nuova, perché senza il nostro contributo attivo niente cambierà.
Poi dovremo creare, con l’aiuto di Dio, quello che all’Italia è sempre mancato: un partito pienamente e puramente cattolico, che ci aiuti a passare dalla repubblica ateo-massonica ad un Regno retto da sovrani fedeli.

Cliccando qui potete scaricare il programma politico dettagliato di Forza Nuova, molto interessante.

Articoli correlati:
Le buone ragioni della Monarchia
La Democrazia Cristiana, rovina del Cristianesimo in Italia
Dio scrive a Mussolini
Le violenze degli africani sugli italiani. Dall’occupazione degli Alleati ai casi dei nostri giorni


3 risposte a "Elezioni europee 2019. Il nostro voto per la civiltà cristiana"

  1. Personalmente suggerisco l’astensione al voto europeo visto la mancanza di proposte di tutti i partiti e la retorica con cui si riempiono la bocca, compreso il partitino da lei citato. Questo paese che da troppo tempo ha fatto della demagogia la propria bandiera rischia di andare a schiantarsi. Stanno mentendo tutti e quando finiranno i soldi il rancore della gente si riversera’ su una classe politica incapace e inconcludente

    Mi piace

    1. Il movimento (non partitino) da me citato ha proposte concrete e le porta avanti con una lotta concreta e coraggiosa, giorno dopo giorno, a differenza di tutti gli altri. Se legge con attenzione il programma scaricabile dall’articolo, oltre ai punti fondamentali esposti, e dà un’occhiata su internet a quanto va facendo Forza Nuova, potrà comprenderlo. Non sarà l’ideale dal punto di vista cristiano e cattolico, ma può essere un protagonista del riscatto per l’Italia. Astenersi dal voto quindi vorrebbe dire suicidarsi e uccidere l’Europa e l’Italia, la nostra Patria, consegnandole a tutti quelli che votano per i soliti partiti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...