Un pezzo di carne e una mosca di belle speranze. Mini racconti

Offriamo ai lettori due mini racconti usciti dal nostro cilindro, tanto per tener su il morale della truppa. O forse volevate la trippa?

Un pezzo di carne

C’era una volta un negoziante molto buono, buonissimo. Non faceva mai sconti, nemmeno nel periodo dei saldi, e ogni volta che poteva, imbrogliava. Ma se qualcuno gli chiedeva di tagliarsi un pezzo di carne, subito se lo tagliava e glielo dava.

Pezzi di carne

Una mosca di belle speranze

C’era una volta, ma diciamo pure ieri – cioè quando? – una mosca di belle speranze. Nera e non bianca, di certo non andava incontro a discriminazioni – tutte le mosche sono nere – ma semmai a violenze domestiche.
Dobbiamo allora denunciare un femminicidio, perpetrato dentro le mura di casa? Mah. Piuttosto, un moschicidio.
La mosca era giovane, prestante e, come dicevamo, di belle speranze. Saettava di qua e di là, tanto che l’autore del moschicidio faticava a vederla per poterle dare addosso e guadagnarsi così un po’ di pace nel sonno.
Ma la finestra… quando la mosca va sul vetro, tutto cambia. Ed ecco finalmente una bella botta sulla malcapitata.
Poi l’energumeno bramoso di pennichella ha fotografato la sua nobile preda. E una volta immortalata la moribonda, l’ha rozzamente ma decisamente schiacciata con una carta.
Fosse stata almeno una carta moschicida, comprata per l’occasione, presentata alla moritura con un fiocchetto di raso nero… no, nemmeno quella. Una cartaccia. Che mondo è diventato!

Mosca, Italia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...