Le importantissime dichiarazioni pubbliche di S.E. Carlo Maria Viganò: le pecore riconoscono la voce del Pastore

Mons. Viganò - dichiarazioni

Da http://www.gloria.tv

Le interviste, i discorsi e le altre pubbliche dichiarazioni di S.E. Carlo Maria Viganò, per la loro chiarezza e profondità, si affermano sempre più per autorevolezza. Nelle parole di questo vescovo cattolico le pecore riconoscono la voce del Pastore…

In tempo in cui spadroneggiano i mercenari a tutti i livelli, una voce come questa non può essere trascurata. In questo peculiare e doloroso momento storico Sua Eccellenza si sta dimostrando la guida più sicura e coraggiosa all’interno dell’intero episcopato mondiale.

Per questa ragione ho deciso di mettere a disposizione tutti gli interventi di Mons. Viganò in un solo post raccogliendo i link delle pagine di riferimento (accompagnati da qualche brevissimo estratto) dal 19 dicembre 2019 in poi, data che a mio modesto avviso segna una nuova fase di interventi magistrali e ricchi di verità di Sua Eccellenza, dichiarazioni ed insegnamenti su cui riflettere e di cui nutrirsi.

Sarà mia preoccupazione aggiornare la lista man mano che vengono resi noti nuovi contributi. Vorrebbe essere, questo, un agile strumento per ritrovare tutti gli interventi di mons. Viganò in modo facile e rapido.

È il minimo che possa fare per sdebitarmi, in coscienza, per tutto quello che questo autentico pastore sta facendo per amore di Gesù, della Chiesa e delle anime smarrite e sofferenti.

______________________

Un atto di accusa a papa Francesco e di amore alla Chiesa di S.E. mons. Carlo Maria Viganò (19 dicembre 2019):
http://www.corrispondenzaromana.it/un-atto-di-accu…

«È da ormai più di sei anni che siamo avvelenati da un falso magistero, sorta di sintesi estrema di tutti le equivoche formulazioni conciliari e degli errori post-conciliari che si sono inarrestabilmente propagati, senza che la maggior parte di noi se ne accorgesse. Sì, perché il Vaticano Secondo ha aperto, oltre che il Vaso di Pandora, anche la Finestra di Overton, ed in maniera così graduale che non ci si è resi conto degli stravolgimenti messi in atto, dell’autentica natura delle riforme, delle loro drammatiche conseguenze, e neppure ci è venuto il sospetto di chi realmente si trovasse alla regia di quella gigantesca operazione sovversiva, che il modernista cardinale Suenens definì “il 1789 della Chiesa Cattolica”.

Ora la Chiesa è esanime, coperta da metastasi, devastata. Il popolo di Dio brancola, analfabeta e derubato della sua Fede, nelle tenebre del caos e della divisione. In questi ultimi decenni, i nemici di Dio hanno fatto progressivamente terra bruciata di duemila anni di Tradizione. Con inaudita accelerazione, grazie alla carica eversiva di questo pontificato supportato dal potentissimo Apparato Gesuitico, si sta sferrando alla Chiesa un micidiale colpo di grazia.

La Chiesa è avvolta dalle tenebre del modernismo, ma la vittoria appartiene a Nostro Signore e alla sua Sposa. Noi vogliamo continuare a professare la fede perenne della Chiesa di fronte al fragore del Male che l’assedia. Vogliamo vegliare con Lei e con Gesù, in questo nuovo Getsemani della fine dei tempi; pregare e fare penitenza in riparazione delle tante offese loro arrecate».

* * *

Viganò: se i Ministri del Sole consegnano il gregge alle tenebre (14 marzo 2020):
https://www.corrispondenzaromana.it/notizie-dalla-rete/vigano-se-i-ministri-del-sole-consegnano-il-gregge-alle-tenebre/

«Gli eventi ecclesiali di queste ore hanno reso palese, se ancora ce ne fosse stato bisogno, la tragica sudditanza della Chiesa nei confronti di uno Stato che si adopera e si prodiga in tutti i modi per distruggere l’identità cristiana della nostra Italia, asservendola a un’agenda ideologica, immorale, nemica dell’uomo e della famiglia, mondialista, malthusiana, abortista, migrazionista, che vuole la distruzione della Chiesa, e non certo il bene del nostro Paese».

* * *

Il Coronavirus e la mano di Dio – Intervista all’arcivescovo Carlo Maria Viganò (30 marzo 2020):
http://www.corrispondenzaromana.it/il-coronavirus-…

«È indispensabile e indifferibile una vera e propria conversione del Papa, della Gerarchia, dei Vescovi e di tutto il clero, così come dei Religiosi. I laici lo reclamano, mentre soffrono in balia della confusione per la mancanza di guide fedeli e sicure. Non possiamo permettere che il gregge che il divino Pastore ci ha affidato per governarlo, proteggerlo e condurlo alla salvezza eterna sia disperso da mercenari infedeli. Dobbiamo convertirci, tornare ad essere totalmente di Dio, senza compromessi col mondo.

Basta sentieri sinodali, basta con una malintesa collegialità, basta con questo assurdo senso di inferiorità e cortigianeria verso il mondo; basta con l’uso ipocrita del dialogo al posto dell’annuncio intrepido del Vangelo; basta con gli insegnamenti di false dottrine e il timore di predicare la purezza e la santità di vita; basta con i silenzi pavidi davanti all’arroganza del Male. Basta con la copertura di ignobili scandali: basta con la menzogna, l’inganno e le vendette!».

* * *

«TU L’HAI DETTO» – Arcivescovo Carlo Maria Viganò (4 aprile 2020):
https://www.corrispondenzaromana.it/tu-lhai-detto-di-mons-carlo-maria-vigano/

«Ci avviciniamo ai giorni sacri della Passione del Salvatore, che inizia nel Cenacolo con il tradimento di uno dei Dodici; non è illegittimo chiedersi se le parole di comprensione con cui il 16 Giugno 2016 Bergoglio ha cercato di riabilitare Giuda non fossero un goffo tentativo di discolpa anche per se stesso. Questo agghiacciante pensiero trova ulteriore conferma nella terribile decisione di interdire alla Cattolicità di celebrare la Pasqua, per la prima volta dopo duemila anni dalla Risurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo: “Il Figlio dell’uomo se ne va, come è scritto di lui; ma guai a quell’uomo dal quale il Figlio dell’uomo è tradito!” (Mt 26, 24)».

* * *

Intervista / Carlo Maria Viganò: “Scandaloso il modo in cui Bergoglio parla della Madonna” (7 aprile 2020):
https://www.corrispondenzaromana.it/notizie-dalla-rete/intervista-carlo-maria-vigano-scandaloso-il-modo-in-cui-bergoglio-parla-della-madonna/

«I fedeli – e lo stesso Clero – sono scandalizzati dal modo in cui Bergoglio parla della Madonna, dalla disinvoltura con cui si permette di sminuire e umiliare la Sua santissima persona, senza mai usare i titoli che Le spettano e guardandosi bene dal ribadire l’insegnamento costante della Chiesa. Entrando nel merito delle sue esternazioni, abbiamo la percezione di un’insofferenza di Francesco nell’onorare la Regina del Cielo, e questo è un segno rivelatore che dovrebbe seriamente preoccupare. Se questa irriverenza scaturisce dal desiderio di compiacere gli eretici, questa è un’aggravante, e non una scusa; anzi direi che se l’ecumenismo implica di disonorare la Vergine e tacere le verità cattoliche per compiacere chi è nell’errore, abbiamo una prova ulteriore che l’ecumenismo non piace a Dio.

Quanto alla maledetta pachamama, è evidente che si va concretizzando una progressiva sostituzione della Madre di Dio con la Madre Terra, in ossequio alla religione mondialista ed ecologista. Stiano molto attenti costoro a prendersi gioco della Vergine: le offese che Nostro Signore perdona quando sono rivolte a Lui, non le perdona se hanno come oggetto la Sua Santissima Madre».

* * *

Viganò: insabbiato il terzo segreto di Fatima. È ancora segreto (22 aprile 2020):
https://www.marcotosatti.com/2020/04/22/vigano-insabbiato-il-terzo-segreto-di-fatima-e-ancora-segreto/

«La terza parte del messaggio che Nostra Signora ha affidato ai pastorelli di Fatima, affinché lo consegnassero al Santo Padre, rimane a tutt’oggi segreta. La Madonna chiese di rivelarlo nel 1960, ma Giovanni XXIII fece pubblicare l’8 Febbraio di quell’anno un comunicato in cui affermava che la Chiesa “non desidera prendersi la responsabilità di garantire la veridicità delle parole che i tre pastorelli dicono che la Vergine Maria avrebbe rivolto loro”. Con questa presa di distanze dal messaggio della Regina del Cielo si è dato inizio ad un’operazione di insabbiamento, evidentemente perché il contenuto del messaggio avrebbe svelato la terribile congiura contro la Chiesa di Cristo ad opera dei suoi nemici. Fino a qualche decennio fa sarebbe parso incredibile che si sia potuti arrivare ad imbavagliare anche la Madonna, ma in questi ultimi anni abbiamo assistito anche a tentativi di censurare lo stesso Vangelo, che è Parola del Suo divin Figlio.

Chi ha letto il Terzo Segreto ha detto chiaramente che il suo contenuto riguarda l’apostasia della Chiesa, iniziata proprio all’inizio degli anni Sessanta ed oggi giunta ad una fase talmente evidente, da esser riconosciuta addirittura da osservatori laici. Questa insistenza quasi ossessiva su temi che la Chiesa ha sempre condannato, quali il relativismo e l’indifferentismo religioso, un falso ecumenismo, l’ecologismo malthusiano, l’omoeresia e l’immigrazionismo, ha trovato nella Dichiarazione di Abu Dhabi il compimento di un piano concepito dalle sette segrete da più di due secoli».

* * *

Intervista a Viganò: Conte, delirio di onnipotenza indecoroso e illegale (29 aprile 2020):
https://www.corrispondenzaromana.it/notizie-dalla-rete/intervista-a-vigano-conte-delirio-di-onnipotenza-indecoroso-e-illegale/

«Il silenzio supino della CEI, e di quasi tutti gli Ordinari, rende evidente una situazione di subalternità allo Stato che non ha precedenti, e che giustamente è stata percepita dai fedeli e dai sacerdoti come una sorta di abbandono a se stessi: ne sono emblematico esempio le scandalose irruzioni della forza pubblica in chiesa, addirittura durante la celebrazione della Messa, con un’arroganza sacrilega che avrebbe dovuto suscitare una immediata e fermissima protesta da parte della Segreteria di Stato.

Mi permetto di rivolgermi ai miei confratelli nell’Episcopato: credete che, quando in Messico o in Spagna chiusero le chiese, proibirono le processioni, vietarono l’uso dell’abito religioso in pubblico, le cose siano iniziate diversamente? Non permettete che con la scusa di una presunta epidemia si limitino le libertà della Chiesa! non permettetelo né da parte dello Stato, né da parte della CEI! Il Signore vi chiederà conto delle anime che sono morte senza Sacramenti, dei peccatori che non hanno potuto riconciliarsi con Lui, dell’aver voi permesso che, per la prima volta nella storia a partire dall’Editto di Costantino, fosse proibito ai fedeli di celebrare degnamente la Santa Pasqua. I vostri sacerdoti non sono pavidi, ma eroici testimoni, e soffrono per gli ordini arbitrari che impartite loro. I vostri fedeli vi implorano: non restate sordi al loro grido!».

Fonte per Lucechesorge:
https://gloria.tv/post/TppnFxHEzZLJ4MBXf6c9PKySF


Una risposta a "Le importantissime dichiarazioni pubbliche di S.E. Carlo Maria Viganò: le pecore riconoscono la voce del Pastore"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...