L’abbigliamento di una società morta

Gente per strada - foto di Free-Photos da Pixabay
(Foto di Free-Photos da Pixabay)

La Sacra Scrittura ammonisce: «La donna non si metterà un indumento da uomo né l’uomo indosserà una veste da donna; perché chiunque fa tali cose è in abominio al Signore tuo Dio» (Dt 22,5).

Ci sono voluti oltre 19 secoli dopo Cristo e che la società diventasse atea, perché le donne cominciassero a portare i pantaloni e gli uomini a travestirsi. Lo stesso tempo è dovuto passare perché le donne cominciassero in massa a scoprirsi come prostitute. Persino le suore della falsa Chiesa attualmente mettono in mostra braccia e gambe.

È l’abbigliamento di una società spiritualmente morta, che dovrà sparire per lasciare il posto a una terra rinnovata e rifiorita.

Alcuni articoli correlati:

Il significato della modestia per i fedeli cristiani
L’ideale cristiano dei capelli femminili
Spogliarsi in spiaggia è un comportamento da cristiani?
Dove trovare un abbigliamento modesto (e bello)?


Una risposta a "L’abbigliamento di una società morta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...