Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Appelli

ALFIE SANTO SUBITO!

di Don Felice Prosperi

La Chiesa, con il Papa Francesco, proclami subito Santo il piccolo ALFIE EVANS e lo canonizzi, attribuendogli il titolo di “INNOCENTE E MARTIRE”, alla stessa stregua dei bambini, uccisi da Erode, celebrati dalla Chiesa Cattolica il 28 dicembre di ogni anno, quali “SANTI INNOCENTI E MARTIRI”.

Non c’è bisogno di un Processo canonico per appurare l’assimilazione di ALFIE all’Agnello di Dio, Gesù Cristo. In tanti siamo stati testimoni della crudeltà del Male, che si è abbattuto su di lui, in autentico odio alla Fede Cristiana e disprezzo della Dottrina Cattolica sulla Verità rivelata della intangibilità e dignità dell’essere umano vivente.

Non saranno gli ipocriti Vescovi Inglesi, quelli che promuoveranno la sua Canonizzazione, dopo che hanno giustificato la sua eliminazione, inchinandosi all’Idolo falso dello Stato e della Legge.

Né tantomeno il Vescovo di Liverpool, cui compete introdurre la Causa canonica, dopo che ha rifiutato di riconoscere come suoi figli i genitori Tom e Kate e ha dato in pasto ai lupi, nemici di Cristo e del Suo gregge, l’agnellino ALFIE. Continua a leggere

Una novità e invito su Facebook

Cari amici e visitatori di Lucechesorge,

sono lieto di annunciarvi la prossima uscita del mio nuovo libretto, intitolato Fidanzati e sposi sulla via del Paradiso. È dedicato alla bellezza e alla santità del matrimonio, della famiglia, del progetto meraviglioso di Dio per l’amore tra uomo e donna.
Come stia la famiglia oggi, penso che voi lo sappiate bene. C’era bisogno di lanciare un messaggio di chiarezza e di speranza, con una visione d’insieme e non concentrata solo su questo o quell’aspetto. Il tutto sono riuscito a racchiuderlo in 100 paginette di un piccolo formato (12×18 cm).
Per chi cerca, giustamente, la solidità degli insegnamenti, posso dire che il contenuto riflette senza eccezioni la sana dottrina cattolica. In particolare mi sono ispirato a quello che Padre Pio diceva agli sposi e riguardo agli sposi. E ho sottoposto il testo alla revisione da parte di un ottimo sacerdote, in modo che non possa contenere il minimo errore di fede.
Il libro l’ho scritto rivolgendomi ai lettori come se parlassi a degli amici, per venire incontro ai sentimenti e alle situazioni delle persone reali. Continua a leggere

Facciamo il tifo cattolico per Albano e Romina

La storia di Albano Carrisi e Romina Power sembra riprendere il sentiero della “felicità”  coniugale, che aveva dato il titolo a una delle loro belle canzoni.
Tuttavia, i due sposi devono far guarire completamente le ferite di questi ultimi anni.
Diciamo intanto che sia Albano che Romina, nonostante la convivenza di lui con un’altra donna e la scelta del buddismo da parte di lei, sono cattolici per battesimo, e questo niente può cancellarlo.
Se ci occupiamo di loro, se preghiamo e chiediamo ai lettori e a tutti una preghiera per loro, è perché Dio è entrato nella loro vita, e bisogna che vi trionfi con la sua grazia. Nella preghiera chiediamo per Albano e Romina la fedeltà a Cristo Signore, nel nome del quale si sono uniti con vincolo indissolubile.
Per Albano può apparire scontato che sia cattolico, perché è uno di noi italiani. Per Romina lo è molto meno, essendo americana. Ma il padre, Tyrone Power, famoso attore hollywoodiano, e la madre, Linda Christian, messicana e anche lei attrice, si sposarono con il rito cattolico, nel 1949. La loro primogenita, Romina Francesca Power, nacque dopo tre aborti spontanei, e fu quindi concepita nel matrimonio, non fuori. Continua a leggere

Il voto del 4 marzo. Salvezza o suicidio degli italiani?

Dopo la seconda guerra mondiale e la caduta del fascismo, in Italia si fronteggiavano principalmente due grandi forze politiche, in vista delle elezioni del 18 aprile 1948: la Democrazia Cristiana e il Fronte Democratico Popolare che riuniva comunisti e socialisti.
Si doveva scongiurare il pericolo che il nostro Paese cadesse in mano ai comunisti. Ma da Roma, capitale e cuore della Cristianità, il Vicario di Cristo intervenne.
La Chiesa Cattolica era allora guidata dal Pastore Angelico, il grande Pontefice Pio XII. La Chiesa si mostrava ancora Madre e Maestra, difesa sicura dei suoi figli e dell’umanità intera.
Non approfondiamo qui cosa era la Democrazia Cristiana a quei tempi, cosa fu dopo e cosa era stato il Partito Popolare Italiano, suo precursore. Diciamo soltanto che né il PPI né la DC furono mai veramente cattolici.
Tuttavia, per fermare l’avanzata dei nemici dichiarati di Dio, Pio XII chiamò all’azione l’intera Chiesa italiana. Due mesi prima delle elezioni autorizzò Luigi Gedda, un fervente e illustre laico, a formare i Comitati Civici per la mobilitazione elettorale di tutta la Chiesa.
Il risultato di tanto impegno da parte di clero e laici fu che la Democrazia Cristiana stravinse le elezioni, ottenendo la maggioranza assoluta in Parlamento.
Oggi, la situazione è forse anche più grave che nel dopoguerra, perché gli eredi del comunismo sono già al potere da diversi anni. Continua a leggere

Risposta a un articolo fasullo contro il Popolo della Famiglia

Ho scoperto il movimento del Popolo della Famiglia poche settimane fa, grazie alla segnalazione di un ottimo sacerdote. Ben presto ho compreso che il Popolo della Famiglia è l’unica difesa che abbiamo per i nostri diritti umani e cristiani. Sto aiutando la gente a conoscerlo, ma incontro anche delle obiezioni prive di senno. Fra l’altro, due persone mi hanno girato, come se fosse autorevole, un articolo fasullo di cui sotto trovate il collegamento, seguito dalla mia risposta.

“Perché il PDF non convince”

Risposta all’articolo “Perché il PDF non convince”:

1) È un’illazione la percentuale dell’1 per cento, e una falsità il presunto rifiuto di andare al governo; persino nel programma distribuito come volantino si parla del primo provvedimento che il Popolo della Famiglia vuole prendere nel Consiglio dei Ministri.
2) Magari il Popolo della Famiglia ottenesse i voti per governare da solo! Sarebbe così esclusa dal governo la classe politica più anticristiana della storia della Repubblica italiana.
3) È una palese falsità che la presenza di cattolici nel centrodestra possa servire a qualcosa; non sono stati capaci o intenzionati a fermare nessuna delle leggi contro la vita e la famiglia approvate con la collaborazione del centrodestra in questi ultimi anni, come divorzio breve, unioni civili e omosessuali ed eutanasia. Proprio per il fatto di restare nel centrodestra sono neutralizzati.
4) È comodo continuare a dire che i voti per il Popolo della Famiglia saranno pochissimi e ininfluenti, quando si è i primi a negargli e ostacolargli il consenso con tutte le proprie forze; in realtà si sta mentendo a se stessi, per coprire il proprio rifiuto di un vero impegno cristiano. Continua a leggere

Il voto del 4 marzo. Salvare l’Italia o salvare il potere?

Se ci guardiamo attorno, nel nostro Paese rimane poco della vita, della famiglia e della fede. Ora, per la nostra coscienza siamo noi che decidiamo, ma purtroppo per l’Italia e per i nostri stessi diritti decidono i politici.
In questi ultimi anni, centrosinistra e centrodestra hanno fatto praticamente insieme tutte le leggi contro la vita e la famiglia, chi proponendole, chi votandole, chi lasciando assentare i parlamentari al momento del voto su questioni gravissime.
Per esempio, le massicce assenze e i consistenti voti favorevoli del centrodestra hanno fatto passare la legge sul divorzio breve (2015). La legge Cirinnà (2016) sulle unioni civili e omosessuali è stata approvata con il voto decisivo tra Camera e Senato di centinaia di parlamentari del centrodestra. La legge sull’eutanasia (2017) ha potuto contare sull’assenza di 52 deputati del centrodestra e su 4 loro voti a favore e 2 astensioni.
La Lega Nord, oltre a essere parte integrante del centrodestra, si distingue per un odio schifoso contro le donne. Sono della Lega Nord la proposta di obbligare anche le donne alla scelta tra servizio militare e servizio civile (presentata dal senatore Sergio Divina), e la proposta della riapertura dei bordelli, «come nei Paesi civili», osserva un certo Matteo Salvini, capo della Lega Nord, nell’intervista che potete leggere qui.
Questa è l’idea di civiltà che ha la Lega Nord: permettere o votare le leggi contro la vita e la famiglia e destinare le donne al servizio militare, civile e sessuale. Continua a leggere

Il nostro voto per salvare l’Italia. C’è il Popolo della Famiglia

Penso che molti di voi vedano la gravità della situazione politica, oltre che umana ed ecclesiale. Tuttavia i nostri politici non sono venuti dal caso, ma li hanno votati i nostri connazionali. E forti del voto ricevuto hanno fatto leggi per la distruzione della famiglia, della vita, dell’innocenza e persino della sicurezza della nostra popolazione e della sopravvivenza economica del nostro Paese.
Per la sicurezza potremmo citare l’immigrazione di massa, che ha portato in Italia oltre mezzo milione di clandestini, oltre alla collusione politica con le mafie che impedisce di estirpare questo cancro.
Per la sopravvivenza economica degli italiani, pensiamo alle tasse che strangolano l’economia, alla corruzione – vedi tangenti – che continua più forte che ai tempi dell’inchiesta Mani Pulite, alla follia dei mercati occidentali aperti a Cina e altri, che ha fatto chiudere tantissime nostre aziende, all’attacco spietato contro la famiglia e la procreazione, che sta facendo scomparire i giovani in grado di pagare le pensioni dei vecchi, e ovviamente alle banche, le quali hanno usurpato il diritto dello Stato di creare la moneta per il popolo, e la creano loro rivendendola a caro prezzo allo Stato, in un indebitamento continuo che promette solo rovina.
Quanto alla famiglia, alla vita e all’innocenza devastate, siamo di fronte a una lunga catena iniziata con la contraccezione, proseguita con il divorzio e l’aborto, e oggi ancora continuata con il divorzio breve, il riconoscimento delle convivenze anche omosessuali e l’eutanasia imposta ai medici da politici che meritano loro sì la morte che danno ai malati. Nelle scuole intanto stanno portando gli insegnamenti basati sulle perversioni sessuali, mentre cercano di ridurre sul lastrico le scuole cattoliche.
La buona notizia è che una formazione politica decisa a fermare i criminali politici, oggi esiste. È il movimento del Popolo della Famiglia. Di seguito trovate una loro testimonianza, una sintesi del programma e potete scaricare un file pdf che raccoglie questo e altro, da diffondere urgentemente e con qualsiasi mezzo disponibile. Continua a leggere

Il nostro aiuto per un amico

Difficile stancarsi di chiedere aiuto per una persona che amiamo, e che merita. Vorrei riproporre all’attenzione dei gentili visitatori il caso di un amico, ma in veste nuova, chiedendo anche un interessamento per il lavoro.
Tre sono i modi per aiutare un padre di famiglia che ha una casa in cui vivere – in affitto – ma non ce la fa a pagare una parte delle cose più necessarie.
Il primo è chiedere a voi, cari lettori, una preghiera con il cuore.
Il secondo, che diventa possibile adesso perché l’amico mi ha autorizzato a rendere nota la sua zona di residenza, è un’offerta di lavoro.
Il terzo è una donazione anche piccola ma importante nell’immediato, perché finora il nostro fratello è andato avanti tra molti stenti e senza alcuna garanzia umana di potercela fare.
L’amico di cui vi parlo ha una grande fede ed è un uomo retto che ha sempre pensato al bene della sua famigliola. Non è più giovane e la sua sposa, che lui accudisce, ha una malattia degenerativa e sta peggiorando nelle condizioni di salute.
Quindi il nostro, nonostante le sue competenze lavorative, dato che al momento non ci sono né lavoro né reddito sufficiente deve restare in casa per prendersi cura della sua signora, che non può restare da sola.
Comunque è disponibile per svolgere lavoro a distanza: revisione bozze, editing (revisione e rielaborazione testi), inserimento dati e quant’altro. L’amico ha una laurea in Giurisprudenza e le sue competenze acquisite negli anni, anche nella professione, sono nell’ambito dell’economia d’impresa e del settore delle fusioni e acquisizioni aziendali. Inoltre è un uomo di cultura, con una padronanza eccezionale della nostra lingua e uno stile volendo anche raffinato. Continua a leggere

Featured post

Cercasi foto recente di sposi casti. Vale anche come riflessione…

Cari lettori,

sono lieto di annunciarvi che ho quasi pronto un nuovo libretto, dedicato al tema universale, e perciò cattolico, del Matrimonio.
Tenevo a parlare della bellezza, gioia e santità del Matrimonio cattolico. E il testo è pronto, per voi, per l’Italia. La difficoltà è trovare per la copertina una foto recente di sposi casti, italiani o comunque dell’Occidente.
Ho dato fondo a intere raccolte d’immagini, decine di migliaia di foto, se non di più. Ho allertato persone amiche e attendo un loro aiuto, se potranno, ma ho pensato bene di chiederlo anche a voi. Sono venute fuori solo due foto perfette e ho scritto ai fotografi titolari, un’americana e uno studio spagnolo, ma non mi hanno risposto o risposto solo in parte, e poi più niente.
TruccoI matrimoni di oggi, da un confine all’altro del pianeta, sono tutti fotocopie degli stessi atteggiamenti:
– la “sposa” compare nel giorno del sacramento con la faccia lordata di trucco, senza riflessi spirituali, purezza, dignità, dolcezza, tenerezza, personalità. Per loro il Matrimonio deve essere senz’anima, e quel che resta dell’anima deve essere sepolto sotto il trucco. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑