Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Arte e architettura

Chiese moderne, cioè catto-luterane

Le nuove chiese sono spesso costruite mettendo in pratica (con qualche secolo di ritardo) i principi eretici del protestantesimo

di Andrea De Mao Arbore

“Si ordina che tutti gli altari siano rimossi e demoliti, che le nuove mense eucaristiche, abbandonata la parete orientale, siano poste in qualche altro luogo adatto e conveniente; che tutte le balaustre rimosse e che il pavimento di qualsiasi presbiterio venga livellato alla pari con il resto dell’aula; che i candelabri siano tolti dalla tavola eucaristica e non vengano più usati; che tutti i crocifissi, le croci e tutte le immagini e i dipinti di una o più persone della Trinità o della Vergine Maria, e tutte le altre immagini di santi o iscrizioni superstiziose siano eliminate e cancellate e che non ne vengano introdotte di nuove… Che tutti gli organi, con le loro casse e cornici, siano rimossi e non più reintrodotti e che le cappe, i piviali, i paramenti, le croci processionali e i fonti battesimali, siano ugualmente eliminati.” Continua a leggere

Spirito cristiano e spirito pagano nell’architettura

di Plinio Corrêa de Oliveira

[Tratto da «Catolicismo», n.7, luglio 1951]

ONU sede centraleL’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) è, senza dubbio, uno dei pilastri del mondo contemporaneo.

Ecco una foto della sua sede centrale a New York: linee imponenti, proporzioni colossali, sfarzo di modernità, che intendono esprimere l’alto incarico dell’organismo.

Tuttavia, nonostante le sue enormi dimensioni, esitiamo dal definirlo un palazzo. Esso è sicuramente immenso, costosissimo, debordante, ma le sue linee sono squadrate come quelle d’una scatola di fiammiferi.

Sono linee monotone, uniformi e dure come quelle d’un carcere. La sua mole è monumentale, ma ombrosa come quella d’un centro della Gestapo o del KGB. Continua a leggere

Omaggio a una grande pittrice, Valerie Rogers, con delle riflessioni sull’arte

Non ricordo se sono passati dei mesi o più di un anno, ma tempo fa cercavo una bella immagine di gigli.
Mi ero messo a rovistare nella solita riserva comune, le immagini di Google.
Alla fine, non so come, mi sono imbattuto in un dipinto di Valerie Rogers. Era bellissimo e l’ho inserito nella galleria da poco pubblicata sul blog. Insieme ci sono anche altre immagini di suoi dipinti.
Devo dire che la bellezza dell’arte di Valerie mi lascia senza fiato. Se dovessi esprimermi in inglese, la sua lingua (è del Canada), userei la parola “awesome“. Vuol dire più o meno “impressionante”, con un senso di riverente stupore.
È lo stupore davanti alle meraviglie che Dio ci ha donato, e che Valerie riflette con maestria nelle sue opere.
Continua a leggere

Dei dipinti di una vera grande artista, la canadese Valerie Rogers

Blog su WordPress.com.

Su ↑