Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Bellezza

Neal Winfield, l’Acquerellista delle meraviglie

L’Arte ha ancora la sua importanza nella nostra vita, anche ai nostri tempi, se ci dona una bellezza che trascende l’ordinario.
Dedichiamo questo articolo a Neal Winfield e ai suoi bellissimi acquerelli, che hanno per tema città, paesaggi e anche curiosi angoli medievali rivisitati con uno sguardo moderno e sorridente.
Ringraziamo il Signore per averci permesso di conoscere queste opere d’arte e di godere la pura felicità che ispirano.
Ma ringraziamo il Signore anche perché, con Neal, ha dimostrato una volta ancora che se permette un male è solo per darci l’opportunità di un bene più grande, in questa vita e nell’eternità.
In giovane età, Neal si ritrovò con un occhio gravemente danneggiato, e poi da quella parte ha perduto la vista. Non solo, ma l’occhio “buono” è… daltonico.
Tuttavia, proprio così è nato il particolare stile di questo Artista, e una serie di opere capaci di donare gioia e sorpresa. Continua a leggere

Francesco Gentile, il Pittore di Padre Pio

Per il tramite di un amico, il quale ahinoi abita lontano, abbiamo avuto la grazia di conoscere il Maestro Francesco Gentile e la sua arte.
È lui il Pittore di Padre Pio. Data la sua età non molto avanzata, facendo due calcoli si può capire che lo è divenuto dopo la morte del nostro amatissimo Santo. E riflettendo un attimo, arriviamo a immaginare che deve esserci di mezzo comunque una chiamata.
Siamo di fronte a un’arte sui cui non solo il Cielo si è chinato sorridente, ma che Dio ha voluto così come è sorta e come possiamo vederla. Sul sito internet dell’Artista si può ammirare una lunga serie di opere, quasi tutte meravigliose, di una bellezza incantevole e soprannaturale, palpitanti di vita e di colore.
Il Maestro Gentile si è poi fatto terziario francescano. Diciamo pure che il titolo di Maestro, nella nostra corrispondenza, l’ha subito declinato, con vero spirito cristiano e fraterno.
Francesco Gentile è anche autore di vari libri. Uno di questi s’intitola Il Pittore della Morgia. La Morgia è la roccia sopra la quale è costruita Pietrelcina, il paesino originario di Padre Pio. E i soggetti più importanti nella produzione del Maestro Gentile sono proprio il Santo e il suo paese natale. Continua a leggere

Tardi t’amai, Bellezza infinita

Dalle Confessioni di Sant’Agostino, X, 27:

Tardi t’amai, bellezza così antica e così nuova, tardi t’amai! Ed ecco, tu eri dentro di me, e io fuori e là ti cercavo, e mi gettavo deforme sulle belle forme delle tue creature. Tu eri con me, e io non ero con te. Mi tenevano lontano da te le tue creature, che non esisterebbero, se non esistessero in te. Tu mi hai chiamato, e il tuo grido ha squarciato la mia sordità; hai balenato, e il tuo splendore ha fugato la mia cecità; hai diffuso la tua fragranza, e io l’ho respirata e anelo a te; ti ho gustato, e ho fame e sete di te; mi hai toccato, e ardo dal desiderio della tua pace.

Fonti varie, corrette da Lucechesorge in base all’originale latino.

Seguono la versione inglese, dedicata in modo speciale ai visitatori dall’estero, e latina, per assaporare la scrittura di Sant’Agostino: Continua a leggere

Spirito cristiano e spirito pagano nell’architettura

di Plinio Corrêa de Oliveira

[Tratto da «Catolicismo», n.7, luglio 1951]

ONU sede centraleL’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) è, senza dubbio, uno dei pilastri del mondo contemporaneo.

Ecco una foto della sua sede centrale a New York: linee imponenti, proporzioni colossali, sfarzo di modernità, che intendono esprimere l’alto incarico dell’organismo.

Tuttavia, nonostante le sue enormi dimensioni, esitiamo dal definirlo un palazzo. Esso è sicuramente immenso, costosissimo, debordante, ma le sue linee sono squadrate come quelle d’una scatola di fiammiferi.

Sono linee monotone, uniformi e dure come quelle d’un carcere. La sua mole è monumentale, ma ombrosa come quella d’un centro della Gestapo o del KGB. Continua a leggere

Omaggio a una grande pittrice, Valerie Rogers, con delle riflessioni sull’arte

Non ricordo se sono passati dei mesi o più di un anno, ma tempo fa cercavo una bella immagine di gigli.
Mi ero messo a rovistare nella solita riserva comune, le immagini di Google.
Alla fine, non so come, mi sono imbattuto in un dipinto di Valerie Rogers. Era bellissimo e l’ho inserito nella galleria da poco pubblicata sul blog. Insieme ci sono anche altre immagini di suoi dipinti.
Devo dire che la bellezza dell’arte di Valerie mi lascia senza fiato. Se dovessi esprimermi in inglese, la sua lingua (è del Canada), userei la parola “awesome“. Vuol dire più o meno “impressionante”, con un senso di riverente stupore.
È lo stupore davanti alle meraviglie che Dio ci ha donato, e che Valerie riflette con maestria nelle sue opere.
Continua a leggere

Dei dipinti di una vera grande artista, la canadese Valerie Rogers

La Perla di Labuan e l’Amore

Circa quarant’anni fa, nel 1976, fu trasmesso per la prima volta in Italia lo sceneggiato televisivo di Sandokan, con grandissimo successo.
La fervida fantasia di Emilio Salgari, morto suicida nel 1911 all’età di 48 anni, aveva ancora una volta lasciato il segno. Così era stato già ai suoi tempi, quando pubblicava racconti e romanzi. Continua a leggere

La Bellezza che salverà il mondo

Una mattina d’agosto mi sono fermato con la macchina in uno slargo, lungo il marciapiede, per parlare al cellulare.
C’era un’altra macchina già ferma davanti a me. Una ragazza, dall’età apparente di vent’anni o poco più, stava lì in piedi e scriveva sopra il tetto dell’utilitaria.
Le ho rivolto uno sguardo di uno, forse due secondi.
I suoi capelli erano di un biondo insolitamente chiaro, ma non necessariamente artificiale, considerando la carnagione. Aveva comunque i lineamenti di una figliola italiana.
Il suo era un volto di avvenenza straordinaria, squisito per natura. Eppure, in quello sguardo quasi istantaneo, ho visto chiaramente che il velo dell’orgoglio era già sceso e si era impresso su quel viso così femminile, giovane e fuori dal comune. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑