Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Buone notizie

La Nigeria si riconsacra e la Madonna risponde. Miracolo del sole

Il Maestro Francesco Gentile, pittore eccezionale di Padre Pio nonché scrittore, ci ha trasmesso un articolo su un nuovo miracolo del sole, avvenuto subito dopo la riconsacrazione di un Paese alla Madonna. Più sotto forniamo anche il collegamento al filmato originale.

Il 13 ottobre 2017, nella città nigeriana di Benin City, durante la riconsacrazione della Nazione al Cuore Immacolato di Maria (la prima fu fatta negli anni Sessanta), si è manifestato il “miracolo del sole” come quello che accadde ben cento anni prima a Fatima.
Al fenomeno inconsueto hanno assistito più di 50mila persone, oltre a molti Vescovi presenti e più di 1.000 sacerdoti che hanno partecipato alla solenne cerimonia, dove, come accadde cento anni fa a Fatima, anche qui i presenti hanno potuto assistere al fenomeno del sole danzante che viene considerato una “conferma”.
Sono venuto a conoscenza di questo fatto straordinario che ritengo sia di notevole importanza, visti i tempi in cui viviamo, questa mattina, ascoltando Radio Maria.
Mi sono subito meravigliato che una notizia di così rilevante importanza spirituale non sia stata riportata in alcun Tg nazionale e nemmeno da Tv2000 (canale della Conferenza Episcopale Italiana), così ho sentito la necessità di approfondirla e poi divulgarla con tutti i mezzi possibili a disposizione, a beneficio di chi non abbia ancora avuto la fortuna di conoscerla. Continua a leggere

[Recensione] – Un omaggio alla Madonna firmato Isidoro D’Anna

La prima recensione fatta a Omaggio alla Madonna, dal bravissimo Luca Fumagalli di Radio Spada 🙂

Spiace ancora una volta vedere un autore capace come Isidoro D’Anna costretto a pubblicare il suo ultimo libro con Youcanprint. Spiace anche perché questo è indice di una crisi dell’editoria cattolica italiana che ormai va avanti da diversi anni, una chiusura nella miope autoreferenzialità che rischia di lasciarsi sfuggire l’opportunità di editare un brillante volumetto – come quello del nostro autore – tanto profondo nei contenuti quanto agile nella lettura.

Omaggio alla Madonna. Ave, Madre della Speranza! è uno strumento per dare un nome alle insidie del mondo contemporaneo e, al contempo, riscoprire nell’intimità della preghiera domestica le radici della Fede. In continuità con l’esperienza del suo blog, www.lucechesorge.org, D’Anna accompagna il lettore in un viaggio alla scoperta di Maria, di tutto ciò che di più bello e caro i fedeli possono trovare nella Madonna: amore, maternità, grandezza, protezione e molto altro ancora. Continua a leggere

Corea del Sud, il neopresidente è cattolico e devoto di Maria Santissima

di Matteo Orlando

Moon Jae-in, il nuovo presidente della Corea del Sud, cattolico praticante, come primo atto della sua presidenza ha chiesto al suo parroco Paul Ryu Jong-Man, responsabile della parrocchia della Santissima Trinità nel Hongje-dong di Seoul, di benedire la “Casa Azul”, residenza ufficiale dei presidenti sud coreani, sede di vari uffici presidenziali e luogo di ricevimento dei capi di Stato in visita in Corea del Sud.

Il parroco, imponendo le mani sul presidente e sulla moglie ha pregato per lui e si è augurato che il Presidente sia “saggio come Salomone” e lo ha invitato, “prima di prendere qualsiasi decisione in merito allo stato”, ad invocare lo Spirito Santo. “Egli scenderà su di voi e vi darà la sua luce e la forza”. Continua a leggere

[Recensione] “La forza della Verità”: un tesoro da riscoprire

di Alfredo Incollingo

È difficile trovare un nostro “centro di gravità permanente” in una società relativista: non abbiamo una bussola che ci permette di orientarci e quindi possiamo facilmente naufragare. C’è chi esulta per questa conquista dell’umanità e chi invece prova orrore e sgomento per lo stato attuale delle cose. La gioia e il terrore sono sentimenti inutili se si vuole affrontare questa condizione esistenziale, perché entrambi eludono il problema.
Non è utile tirarsi indietro né assecondare; si deve riscoprire la Verità, che si incarna nella tradizione bimillenaria della Chiesa Cattolica. Solo così ci si può salvare dal baratro. Lo dice chiaramente Isidoro d’Anna, scrittore cattolico provetto, che nel suo “La forza della Verità: un tesoro da riscoprire” illustra il cammino nefasto della società verso l’abisso e ci aiuta a risalire da questo tetro baratro. Lo scrittore, che ci ha già illustrato in altre opere la bellezza del cattolicesimo, riesce con uno stile semplice, autobiografico e incisivo a raccontarci questa ricerca di un punto fisso nella nostra esistenza. Sia chiaro, non tutto è solido né sacro e umano. Non lasciamoci trascinare da false religioni e strane sette: solo la Chiesa Cattolica riesce ad attraversare la storia tenendo fede al Vangelo, che sa parlare all’uomo e di Dio. Non è forse Cristo un Dio Incarnato in un corpo umano? Continua a leggere

[Recensione] “Che la forza sia con voi”: un breve e incisivo prontuario per giovani di spirito

di Alfredo Incollingo

Le parole che vengono dal cuore e soprattutto dalla fede in Gesù sono le più belle e vere. Non basta un cuore predisposto per essere cristiani: bisogna abbracciare il Vangelo e seguire gli insegnamenti di Cristo. Non basta una rapida lettura del Nuovo Testamento o andare a Messa, magari di mala voglia, per essere cristiani, se non formalmente. Si deve vivere cristianamente appieno, senza perdere di vista ciò che Gesù ci ha detto, così come raccontano i quattro Evangelisti.
Isidoro d’Anna, uno dei pochi cattolici “di ferro” nella nostra Italia sempre più laicista, ci narra, come se si stesse raccontando, che cosa voglia dire essere un cristiano (cattolico). Lo fa non al lettore anonimo né a se stesso, ma parla di sé ai giovani, spiegando che cosa voglia dire vivere intensamente la fede in Gesù. Continua a leggere

[Libri consigliati] Purezza e verità: due piccole perle di Isidoro D’Anna

Recensione dei miei due nuovi libri, uscita il mese scorso su http://www.radiospada.org

di Luca Fumagalli

Spiace vedere un autore capace come Isidoro D’Anna costretto a pubblicare i suoi libri con Youcanprint. Spiace anche perché questo è indice di una crisi dell’editoria cattolica italiana che ormai va avanti da diversi anni, una chiusura nella miope autoreferenzialità che rischia di lasciarsi sfuggire l’opportunità di editare due brillanti volumetti, come quelli del nostro autore, tanto profondi nei contenuti quanto agilissimi nella lettura. Continua a leggere

Frances Gillet, la donna Down più anziana del mondo

Non sono certo tempi facili per chi ha la sindrome di Down. Gli Stati democratici, infatti, non accettano più l’imperfezione, la malattia e la sofferenza. Ormai la mentalità eugenetica è predominante.
Ed è per questo che non si vedono più in giro bambini affetti da trisomia 21. Avere la sindrome di Down è un motivo sufficiente per venire abortiti. Uccisi. Eliminati. È la “nuova” eugenetica dei Paesi liberal-democratici.
Eppure il progredire della scienza e della medicina ha consentito che i Down oggi riescano a condurre una vita normale e, nonostante tutto, serena. Continua a leggere

Due nuovi libri, due segni di speranza

Cari tutti,

finalmente posso annunciarvi l’uscita dei miei due nuovi libri.
Sono anche due segni di speranza, perché portano alla luce la vera fede cattolica di sempre, in un mondo così immerso nelle tenebre.
Alla base di tutto, c’è il desiderio della maggior gloria di Dio e della Madonna, ma anche l’impegno per la salvezza delle anime, che poi è la felicità eterna delle persone, del nostro prossimo. Continua a leggere

Obiezione di coscienza alle unioni civili: il coraggio della verità

Più di 100 sindaci hanno dichiarato espressamente che intendono sollevare obiezione di coscienza alla celebrazione delle unioni civili.

Persone coerenti che hanno il coraggio di non scendere a compromessi con il diktat del pensiero unico dominante e che pongono la legge e la ragione naturale al di sopra della follia che si incarna in leggi umane come quella sulle unioni civili: folli in quanto completamente sconnesse dalla realtà. La famiglia e il matrimonio, infatti, presuppongono intrinsecamente la differenza di sesso tra i due coniugi. La legge può sancire quel che vuole delle varie forme di convivenza, ma senza tale presupposto, in verità, non si tratterà mai nella sostanza di “famiglia”, né l’unione sarà mai davvero un “matrimonio”. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑