Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Comandamenti

I comandamenti della nostra società, in attesa della fine

Sappiamo che è stata scritta una bibbia satanica, ma ovviamente ce ne teniamo ben lontani. Non possiamo invece stare lontani dalla nostra società anticristiana, perché ci siamo dentro. Tuttavia possiamo e dobbiamo lottare, testimoniare, e attendere da Cristo e dalla Vergine Santissima la nostra liberazione.
Nel frattempo, notiamo come questa società, che attende solo di sprofondare nell’inferno, ha capovolto i Comandamenti di Dio Padre e Creatore nei suoi costumi e nelle sue leggi:

Io sono il Signore Dio tuo:
I – Non avrai altro Dio al di fuori di me.
Capovolto in:
I tuoi idoli sono il signore dio tuo:
I – Non avrai altro dio al di fuori dei tuoi idoli
Gli idoli: il tuo io, la tua cerchia, il potere, la reputazione, l’opinione pubblica, il denaro, il sesso, la gola e in generale il peccato e la morte stessi. Continua a leggere

“Domenica aperto”. Il regno di satana e la sua ingiustizia.

Dedicato al caro fratello che oggi ho avuto l’onore e la felicità di conoscere.

L’uomo può dimenticarsi anche di se stesso, ma Dio non si dimentica di nessuno. Il suo sguardo di bontà infinita rimane su ogni persona, e la sua grazia bussa sempre alla porta di ogni cuore.
Gli uomini, anche credenti, a volte si preoccupano troppo della ricerca del necessario. In realtà, dice il nostro Signore Gesù a Marta, «una sola è la cosa di cui c’è bisogno» (Lc 10, 42).
A cosa o a chi allude Gesù? Proprio a se stesso, scelto da Maria, teneramente sedutasi ai suoi piedi, come «la parte migliore» (ancora v. 42).
È Gesù che noi dobbiamo cercare e trovare sempre. Solo Gesù è «la via, la verità e la vita» (Gv 14, 6). Tutto il resto, la salute, il cibo, la casa, il vestito e così via, passano e non ci devono mai distogliere dal nostro adorabile Signore.
Solo Gesù, con Maria nostra Madre, può venire ad abitare nella nostra anima (Gv 14, 23). Tutte le altre cose e persone vi rimangono solo come un sentimento, per quanto grande. Continua a leggere

La Verità o le bugie “a fin di bene”?

Molti di noi, nel lavoro dipendente, avranno ricevuto l’indicazione, o piuttosto l’ordine, di mentire a qualcuno.
Oppure può esserci quella bugia che si considera pietosa, una bugia in apparenza così utile e importante da evitare la crisi di un malato, o di una persona instabile.
Altre volte, la bugia viene detta, e prima ancora giustificata, per salvare qualcuno da rappresaglie, percosse, carcerazione, morte violenta e così via.
Insomma, la bugia in simili casi sembra una strada obbligata e ci si sente del tutto tranquilli. Anzi, soprattutto quando servirebbe a proteggere qualcuno, la si ritiene molto caritatevole e meritoria.
Ricordo un prete di Napoli, sulla quarantina e vestito con il clergyman di derivazione protestante, che affermava proprio questo. Con uno slancio di solidarietà più che di furbizia, si diceva pronto a raccontare anche più di una bugia per salvare una persona.
Ora però spostiamo l’attenzione dal vecchio mondo e dal prete di Napoli e prestiamo ascolto a un grande Santo, anche lui campano: Padre Pio da Pietrelcina. Continua a leggere

Una Legge per i figli

I Comandamenti sono una legge di Amore e di libertà, donata da Dio a noi che per la grazia del battesimo siamo i suoi figli.
Di Amore, perché ci insegnano a fare tutto per amore e con amore, pensando alla Gloria del nostro Dio Padre e Creatore e al bene di ogni essere umano.
Di libertà, perché osservare i Comandamenti ha valore solo se lo facciamo per amore.
Anche se dobbiamo essere obbligati a non fare del male a qualcuno, evitarlo e fare invece il bene è una questione d’amore, perché siamo figli di Dio e non schiavi degli uomini.
Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑