Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Cristiani perseguitati

4.473 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 23/05/2017

Cari figli, verranno giorni in cui gli uomini e le donne di fede troveranno l’Eucaristia solo in luoghi segreti. Ci sarà grande persecuzione dei cristiani e tutto sarà come nel tempo in cui il Mio Gesù affidò la Sua Chiesa a Pietro. Oggi ne abbiamo in abbondanza nell’altare, ma verrà il giorno in cui non si troverà il Prezioso Alimento. I Consacrati berranno il calice amaro del dolore. I Ministri del Mio Gesù che rimarranno fedeli agiranno come all’Inizio del Cristianesimo; troveranno aiuto nelle case dei fedeli e lì celebreranno la Santa Messa. Dio susciterà donne pie, a esempio di Ninfa (Colossesi 4,15), donna di fede, che accoglieranno gli Uomini di Dio e contribuiranno alla crescita della loro comunità. Coraggio. Non tiratevi indietro. Non buttate via i Tesori che il Signore vi concede. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Aprite i vostri cuori alle Parole del Mio Gesù e lasciate che il Suo Amore penetri nelle vostre vite. Con i vostri esempi e parole, dimostrate a tutti che siete nel mondo ma non siete del mondo. Avanti per il cammino che vi ho indicato. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. Continua a leggere

Di abominio in abominio

Messaggio dell’angelo custode ad un mistico friulano

25 gennaio 2016

Cari eletti e prediletti dell’amore del Padre, in questi giorni i vostri politici stanno avanzando la proposta di incentivare nella popolazione l’uso del bancomat, delle carte di credito e delle transazioni bancarie per diminuire la circolazione del denaro contante sul territorio nazionale, cosa di cui avevano già discusso in passato, ma non se ne fece nulla; ora invece i tempi sono maturi perché si possa realizzare.
Ricordate cosa disse Maria SS. a tal proposito nel suo messaggio del 22.11.2011? Ve lo ricordo brevemente:
“Questa umanità ignara e confusa sta scivolando lungo la china della sua sventura: sta andando verso il marchio della bestia!”.
Il suo primo passo, infatti, consiste nella incentivazione all’uso delle carte elettroniche.
Il secondo passo, nell’eliminazione definitiva del denaro contante, sempre a favore delle carte elettroniche… e nell’uso facoltativo del micro-chip impiantato sotto la pelle, e il terzo passo, nell’obbligo del micro-chip, con tutte le conseguenze che ne deriveranno. Continua a leggere

Il messaggio di Fatima: una prospettiva dall’Est

di Anca-Maria Cernea (*)

Sono molto onorata di essere stata invitata a parlare oggi, per tentare di presentare una prospettiva dall’Europa orientale del messaggio di Fatima e della sua urgenza per il mondo di oggi. In concreto, mi è stato chiesto di parlare degli “errori della Russia”.
Tra maggio e ottobre del 1917, la Madonna apparve a tre pastorelli a Fatima, in Portogallo. Chiese loro di pregare e di offrire sacrifici per la conversione dei peccatori e per la pace, avvertendo che “gli errori della Russia” si sarebbero diffusi in tutto il mondo, causando guerre e persecuzioni alla Chiesa.
In quello stesso anno, ci furono due rivoluzioni in Russia. A febbraio, la famiglia Romanov perse il trono. Poi, ad ottobre, i bolscevichi presero il potere con Lenin.
Un secolo dopo, il cristianesimo si trova ancora di fronte alla rivoluzione leninista, questa volta non solo in Russia. La Russia ha diffuso i suoi errori in tutto il mondo, causando guerre e persecuzioni contro i cristiani, come aveva previsto la Madonna. Continua a leggere

E i violenti s’impadroniscono del Regno dei Cieli. Maria Teresa Carloni

Il secolo XX è il secolo dei più grandi nemici di Gesù Cristo, con guerra dichiarata contro di Lui. Ma Gesù ha i suoi “soldati”: come Lui invincibili. Maria Teresa Carloni fa parte di questa eletta schiera di soldati di Gesù. Nata il 9 ottobre 1919 a Urbania (Pesaro) da famiglia benestante e di nobile ascendenza, a tre anni perde i genitori ed è cresciuta dalla nonna materna con austera educazione cristiana.
All’età di 10 anni subisce dei discorsi volgari e irreligiosi che le provocano un forte smarrimento e le fanno perdere la pace interiore, neppur ritrovata al momento della Confessione per la Prima Comunione. Comincia a temere la Confessione e a sentirsi indegna di frequentare la chiesa e di accostarsi all’Eucaristia. Tuttavia non perde l’amore per Gesù Crocifisso ed Eucaristico.
Diciassettenne (1936), cerca di nuovo di confessarsi, ma un’incomprensione con il Confessore la allontana dalla chiesa: lei, mentre giura di non tornarci più, grida al Crocifisso: «Noi due ci rincontreremo!». Frequenta il corso per infermiera a Roma. Conseguito il diploma inizia a lavorare e pensa a formarsi una famiglia. Ma il suo fidanzato, un ottimo medico, gli viene ucciso presso Ponte Sant’Angelo.
Un Altro, ben più grande degli uomini, sarebbe stato il suo Sposo. Continua a leggere

Palermo. Il Vescovo in bicicletta toglie la parrocchia e impone il silenzio al prete critico

di Marco Tosatti

Il Vescovo di Palermo, Corrado Lorefice, ha imposto a don Alessandro Minutella di lasciare la parrocchia di cui è responsabile entro quindici giorni, di mantenere il più rigoroso silenzio e di prendersi un periodo di riposo. Qui sotto l’annuncio pubblicato da don Minutella stesso, che alle 17.30 in parrocchia spiegherà il provvedimento, motivato, a quanto sembra, dal suo non essere “in comunione ecclesiale”.

Don Minutella - comunicato Continua a leggere

4434 – Messaggio della Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 25/02/2017

Cari figli, Mio Figlio Gesù ha bisogno di voi. Dite Sì alla Sua Chiamata e ovunque difendete il Suo Vangelo. Sarete perseguitati a causa della vostra fede, ma non tornate indietro. Come in passato, gli uomini e le donne di fede saranno arrestati e consegnati ai tribunali. Anche di fronte alle minacce, Pietro e Giovanni non tacevano e annunciavano la Verità del Mio Gesù. Siate coraggiosi. Coloro che rimarranno fedeli anche di fronte alle persecuzioni, riceveranno una Grande Ricompensa. Avanti sul cammino che vi ho indicato. Nelle mani il Santo Rosario e la Sacra Scrittura; nel cuore l’amore alla Verità. Quando vi sentite deboli, chiamate Gesù. In Lui è la vostra Forza e la vostra Vittoria. Io sono la vostra Madre Addolorata e soffro a causa delle vostre sofferenze. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. Continua a leggere

Ricambio completo all’accademia per la vita. Per i nuovi assunti il casting si fa a Santa Marta

di Sandro Magister

Ha fatto notizia e per alcuni scandalo, nei giorni scorsi, il panegirico pronunciato in memoria di Marco Pannella (1930-2016) da monsignor Vincenzo Paglia, membro di spicco della Comunità di Sant’Egidio, già presidente del pontificio consiglio per la famiglia e da pochi mesi presidente della pontificia accademia per la vita, nonché cancelliere del pontificio istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia.

Proprio la vita e la famiglia, in effetti, sono stati il campo di battaglia dell’azione politica di Pannella, leader del partito radicale e attivissimo promotore dell’aborto, del divorzio, dei matrimoni omosessuali e dell’eutanasia.

Ma ciò non ha trattenuto papa Francesco dall’elogiare “tra i grandi dell’Italia di oggi”, in un’intervista di un anno fa, la più attiva compagna di battaglie di Pannella, l’onorevole Emma Bonino, per il suo impegno in materia di migrazioni. Così come non ha vietato a padre Federico Lombardi di testimoniare la “grandissima ammirazione per Francesco” dello stesso Pannella, ammirazione ricambiata dal papa, per l’impegno a favore dei carcerati. Continua a leggere

Con la censura alle “fake news” vogliono censurare il Cattolicesimo

di Giorgio Enrico Cavallo

La menzogna? Nei nostri tempi «diventa verità e passa alla storia», per riprendere un inquietante vaticinio di quel profeta laico che fu George Orwell. Perché bisogna essere chiari: la guerra alle fake news lanciata dai nostri burattinai al potere non ha l’obiettivo di ripristinare la verità. Solo le anime belle ci possono credere. Il dispiegamento di forze in atto sta a significare una sola cosa: che il Grande Fratello che governa il mondo sta cercando disperatamente di instaurare una sola verità: quella di regime. Si veda l’inquietante disegno di legge a firma Adele Gambaro (Ala-ex Cinque Stelle), Riccardo Mazzoni (Ala-ex Forza Italia), Sergio Divina (Lega Nord) e Francesco Giro (Forza Italia): lorsignori propongono sanzioni fino a cinquemila euro e la reclusione non inferiore a dodici mesi per i responsabili della diffusione delle fake news. Continua a leggere

Parole sante (di un amico) sui Francescani dell’Immacolata

In questi giorni, da uno scambio di pensieri con due amici, è venuta fuori una bella testimonianza di uno di loro sui Francescani dell’Immacolata.
Con il permesso del caro amico la riporto qui di seguito, omettendo la firma per riservatezza.

Ave Maria!

Carissimi Isidoro e C.,

non entro nella questione di Padre Manelli se non per dire che lo ritengo una vittima innocente insieme a molti suoi confratelli e consorelle di quella Congregazione.
Alla stampa non presto nessun credito perché ormai quasi tutto è menzogna e il compito della stampa è quello di trasformare la menzogna in verità per i fini di chi la paga.
Infine non credo ad una virgola di tutta la vicenda per almeno due motivi.
Il primo è che Padre Manelli è stato un figlio spirituale di Padre Pio.
Il secondo è che, oltre agli interessi materiali, sulla Congregazione è stato scatenato un attacco satanico che aveva ed ha l’obiettivo di attaccare Maria Immacolata. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑