Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Devozione alla Madonna

[Recensione] – Un omaggio alla Madonna firmato Isidoro D’Anna

La prima recensione fatta a Omaggio alla Madonna, dal bravissimo Luca Fumagalli di Radio Spada 🙂

Spiace ancora una volta vedere un autore capace come Isidoro D’Anna costretto a pubblicare il suo ultimo libro con Youcanprint. Spiace anche perché questo è indice di una crisi dell’editoria cattolica italiana che ormai va avanti da diversi anni, una chiusura nella miope autoreferenzialità che rischia di lasciarsi sfuggire l’opportunità di editare un brillante volumetto – come quello del nostro autore – tanto profondo nei contenuti quanto agile nella lettura.

Omaggio alla Madonna. Ave, Madre della Speranza! è uno strumento per dare un nome alle insidie del mondo contemporaneo e, al contempo, riscoprire nell’intimità della preghiera domestica le radici della Fede. In continuità con l’esperienza del suo blog, www.lucechesorge.org, D’Anna accompagna il lettore in un viaggio alla scoperta di Maria, di tutto ciò che di più bello e caro i fedeli possono trovare nella Madonna: amore, maternità, grandezza, protezione e molto altro ancora. Continua a leggere

Una terra silenziosa. I 300 anni dall’incoronazione della Madonna Nera

Il 2017 non è solo l’anno del centenario di Fatima, in quanto l’8 settembre ricorrevano i 300 anni dall’incoronazione del quadro miracoloso della Madonna Nera…

La meta dei pellegrini

Per la solennità dell’Assunta a Częstochowa arrivano ogni anno più di centomila pellegrini, decine di migliaia di loro a piedi, individualmente o ancor più in gruppi organizzati, persino da Paesi notevolmente lontani. Non vi è un angolo della Polonia da dove, ad agosto, non parta un gruppo di pellegrini diretti verso la Madonna Nera. Alcuni devono fare anche tre settimane di cammino! Non manca inoltre l’annuale pellegrinaggio dei soldati che qui celebrano la loro festa, il 15 agosto, in ricordo della vittoriosa battaglia di Varsavia contro i bolscevichi, nel 1920. Per i festeggiamenti dell’Assunta poi arrivano anche oltre cinquanta gruppi di pellegrini in bici, perfino da altri Paesi.
Il santuario di Częstochowa è particolarmente caro agli ungheresi, popolo da secoli legato ai polacchi da una stretta amicizia (anzi, fratellanza, secondo un detto popolare in ambedue le lingue), nobilitata dal fatto che entrambi i Paesi sono stati in modo particolare consacrati alla Madonna. In Ungheria fu lo stesso fondatore dell’Ungheria cristiana, santo Stefano, a consacrare il suo regno, mentre in Polonia il re (che poi si fece monaco) Giovanni Casimiro, qualche secolo dopo. Continua a leggere

7 ottobre: Festa della Beata Vergine Maria del Rosario

Nel 1212 san Domenico di Guzman, durante la sua permanenza a Tolosa, vide la Vergine Maria che gli consegnò il Rosario, come risposta ad una sua preghiera, a Lei rivolta, per sapere come combattere l’eresia albigese.
Fu così che il Santo Rosario divenne l’orazione più diffusa per contrastare le eresie e fu l’arma determinante per vincere i musulmani a Lepanto. Come già per Poitiers (ottobre 732) e poi sarà per Vienna (settembre 1683), la battaglia di Lepanto fu fondamentale per arrestare l’avanzata dei musulmani in Europa. E tutte e tre le vittorie vennero imputate, oltre al valore dei combattenti, anche e soprattutto all’intervento divino.
La battaglia navale di Lepanto si svolse nel corso della guerra di Cipro. Era il 7 ottobre 1571 quando le flotte musulmane dell’Impero ottomano si scontrarono con quelle cristiane della Lega Santa, che riuniva le forze navali della Repubblica di Venezia, dell’Impero spagnolo (con il Regno di Napoli e di Sicilia), dello Stato Pontificio, della Repubblica di Genova, dei Cavalieri di Malta, del Ducato di Savoia, del Granducato di Toscana e del Ducato di Urbino, federate sotto le insegne pontificie. Dell’alleanza cristiana faceva parte anche la Repubblica di Lucca, che pur non avendo navi coinvolte nello scontro, concorse con denaro e materiali all’armamento della flotta genovese. Continua a leggere

Presentation of The Way of Purity: To be true children of Mary

This is the presentation of The Way of Purity: To be true children of Mary, which is the English version of La via della purezza. Per essere veri figli di Maria, one of my new Italian books.

(Questa è la presentazione di The Way of Purity: To be true children of Mary, la versione inglese de La via della purezza. Per essere veri figli di Maria, uno dei miei nuovi libri in italiano).

Dear Reader,

I present to you a book that has to do with the greatest questions of our life.
As you can already notice from the title, everything here is seen from the standpoint of purity and devotion to Our Lady, two aspects of a believer’s life that are inseparable.
We need to share the treasure of faith, love and purity especially nowadays, when all of this is fought against like never before in human history.
It is a fiery battle indeed, or rather a war that will mark the end of a decaying world and the renewal of all that exists. Continue reading “Presentation of The Way of Purity: To be true children of Mary”

Quando la Madonna del Divino Amore salvò Roma

Il Santuario del Divino Amore è oggi una delle tappe del pellegrinaggio del Giro delle Sette Chiese: a partire dal Giubileo del 2000 ha sostituito l’antica Basilica di San Sebastiano fuori le Mura (tuttora contemplata nel percorso, soprattutto per chi segue i precetti di San Filippo Neri). Inoltre, dal primo sabato dopo la Pasqua fino all’ultimo del mese di ottobre, si organizza a Roma la visita notturna al Santuario.
Nella primavera del 1740 un pellegrino percorreva la campagna romana per visitare la Basilica di San Pietro. Smarrì la strada nei pressi di Castel di Leva e si diresse verso un borgo che sorgeva sui ruderi di un antico castello. Improvvisamente si ritrovò circondato da un branco di cani randagi e rabbiosi. In quei momenti di tensione intravide un’icona mariana (Maria con il Bambino in braccio e con la Colomba – lo Spirito Santo – che li sovrasta) sulla torre del castello diroccato: si inginocchiò implorando la Madonna di salvarlo. I cani svanirono nel nulla. Continua a leggere

Dedicato al Beato Bartolo Longo, per la sua Festa del 5 ottobre

Golia fu vinto non da un uomo più forte di lui, ma da Davide, credente in Dio. La «fede muove le montagne». È esattamente ciò che accadde nella vita del Beato Bartolo Longo (1841-1926). Negli anni del liberalismo risorgimentale e dell’Unità d’Italia, a Napoli, in particolare in ambito accademico, imperava un forte anticlericalismo. Bartolo Longo, dopo la lettura del libro Le Vie de Jésus del filosofo francese Ernest Renan, aderì al più aggressivo anticlericalismo, seguendo anche le lezioni di Lettere e Filosofia di alcuni professori apertamente anticattolici come Augusto Vera, Bertrando Spaventa e Luigi Settembrini: i loro corsi erano improntati al positivismo dominante, dove veniva negata la realtà soprannaturale.
Contemporaneamente a quella cultura positivista si diffondeva lo spiritismo: la ragione doveva comprendere l’esistenza o meno di un mondo ultraterreno. Longo, affascinato da quelle curiosità dell’oltretomba, si avvicinò a un movimento spiritista di stampo satanico e per circa un anno e mezzo familiarizzò con il satanismo. Quella tragica scelta lo portò ad una crisi spaventosa che un suo amico risolse con il suicidio, mentre per Longo fu la salvezza. Continua a leggere

Lodi alla Madonna

“Infine, il mio Cuore Immacolato trionferà!”
Nostra Signora di Fatima, 1917

Lodi alla Madonna

Vergine madre, figlia del tuo figlio,
umile e alta più che creatura,
termine fisso d’etterno consiglio,

tu se’ colei che l’umana natura
nobilitasti sì, che ’l suo fattore
non disdegnò di farsi sua fattura.

Nel ventre tuo si raccese l’amore
per lo cui caldo ne l’etterna pace
così è germinato questo fiore.

Qui se’ a noi meridiana face
di caritate, e giuso, intra ’ mortali,
se’ di speranza fontana vivace.

Donna, se’ tanto grande e tanto vali,
che qual vuol grazia e a te non ricorre
sua disianza vuol volar sanz’ali.

La tua benignità non pur soccorre
a chi domanda, ma molte fiate
liberamente al dimandar precorre.

In te misericordia, in te pietate,
in te magnificenza, in te s’aduna
quantunque in creatura è di bontate.

Dante Alighieri
Divina Commedia, Paradiso, Canto XXXIII.

Note:
3. termine fisso d’etterno consiglio: termine fondamentale che Dio ha stabilito con la sua decisione (consiglio) nell’eternità.
10. meridiana face: luce (face, fiaccola) di splendore come del sole nell’ora meridiana.
11. giuso: giù
16. pur: soltanto
17. fiate: volte
21. quantunque: ogni cosa che

Featured post

12 settembre, Festa del Santissimo Nome di Maria

Da un’omelia di San Bernardo di Chiaravalle (1090-1153)

E il nome della Vergine era Maria. Diciamo qualche cosa di questo nome, che significa stella del mare. Si adatta perfettamente alla Madre di Dio, perché come l’astro emette il suo raggio, così la Vergine concepisce suo Figlio e il raggio non diminuisce lo splendore della stella e il Figlio non diminuisce la verginità della Madre. Nobile stella sorta da Giacobbe il cui raggio illumina il mondo, splendente nei cieli, penetra l’abisso, percorre la terra. Riscalda più che i corpi le anime, inaridisce il vizio, feconda la virtù. Sì, Maria è l’astro fulgente e senza uguali che era necessario sul mare immenso, che scintilla di meriti e rischiara coi suoi esempi la nostra vita. Continua a leggere

È uscito “Omaggio alla Madonna. Ave, Madre della Speranza!”

Ave Maria!

Cari tutti,

sono un autore che fino a pochi anni fa si dedicava a scrivere racconti umoristici, ma poi mi resi conto che non era la strada giusta. Compresi che non possiamo starcene a scrivere storie per ridere, quando la casa comune – il mondo, la Chiesa – è in fiamme e in quell’incendio doloso periscono milioni di anime. Bisogna intervenire, impiegando tutte le nostre risorse, dando il meglio di noi stessi.
Fu così che nacquero prima Che la forza sia con voi. Prontuario per giovani di spirito (Fede & Cultura, 2015), e poi, quasi contemporaneamente, La forza della Verità. Un tesoro da riscoprire, e La via della purezza. Per essere veri figli di Maria (Youcanprint, 2016).
Nel frattempo, l’amore per la Madonna in me cresceva, e venivano fuori nuovi articoli dedicati alla nostra Madre Beatissima, sul blog Lucechesorge.
La via della purezza parla principalmente della virtù nominata, in relazione alla Madonna, alle persone singole, alla famiglia e alla società.
Il libretto che oggi vi presento, Omaggio alla Madonna. Ave, Madre della Speranza! (Youcanprint, 2017), esprime invece l’incontro d’amore con Maria nostra Madre, là dove ciascuno di noi può trovarla: nella preghiera, nel cuore, nella vita concretamente vissuta.
Si parla soprattutto di Maria, dell’Immacolata, di Colei della quale mai siamo sazi, se è vero che la nostra umanità anela a una madre e alla Madre più vera. Senza Gesù e Maria non potremmo del resto muovere un passo per amare e far del bene ai nostri genitori naturali. Continua a leggere

Featured post

Blog su WordPress.com.

Su ↑