Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Don Dolindo

La donna e lo sguardo

È una profanazione l’esibizione immodesta del corpo della donna, mentre essa è fatta per rifulgere nell’anima. È vano dire che la bellezza è fatta per essere ammirata, poiché la donna, quando si esibisce, non è ammirata ma profanata. L’uomo che è naturalmente inclinato verso la donna, perché fu tratta da lui, e perché egli nasce dalla donna, e cresce nelle sue braccia, l’uomo è sconvolto dalla passione quando non vede la donna che come un’ostentazione di materia e come un termine d’indegno trastullo.

Don Dolindo Ruotolo Continua a leggere

Per la Solennità di Maria SS. Assunta in Cielo

di Don Dolindo Ruotolo

Se gli Apostoli sono il fondamento della Chiesa, Maria ne è lo splendore, poiché è innalzata al di sopra di essi nel fastigio della grazia, ed è tutta come purissimo oro nella ricchezza delle grazie e dei privilegi che l’arricchiscono. Le genti camminano alla sua luce, perché per Lei vengono agli uomini tutte le grazie, i Re della terra portano a Lei la gloria e l’onore, perché Essa è Regina dei cieli, e le genti la esalteranno fino alla consumazione dei secoli, chiamandola beata. Nel terreno pellegrinaggio Maria sia per noi la splendida città di Dio che c’incoraggi ad amare la virtù, a sospirare all’eterna gloria, a camminare per i sentieri che ad essa ci conducono. Innanzi alla sua purezza immacolata noi intendiamo che nulla d’immondo può entrare in Cielo, e fuggiamo le abominazioni dei sensi; innanzi al suo splendore, che è candore dell’eterna luce e dell’eterna verità, intendiamo che non possiamo vivere delle menzogne della vita presente; Essa, vincitrice di satana, può darci la vittoria sulle insidie del maligno, e può condurci all’eterna vita. Continua a leggere

Quando la croce porta frutto

«Ordinariamente una croce, accolta almeno con rassegnazione, è la vera medicina che risana un’anima, è il titolo di elevazione che la predestina a cose grandi. Sembrerebbe un assurdo, ma è una verità: essendo la croce un tesoro, essa fruttifica, germina, cresce, quando è accolta almeno con rassegnazione. […] Il Signore preparava all’anima mia grandi misericordie e voleva che io in qualche modo ci avessi posto il fondamento. Essendo tanto grande la mia miseria, l’unico fondamento che io potevo metterci era la croce. […] Sia benedetto Dio che mi passò per il fuoco di tanta amarezza! Io espiavo in quei momenti per tante anime consacrate a Dio che riguardano come un peso ed un guaio la loro vocazione religiosa.»

Don Dolindo Ruotolo Continua a leggere

A te, mamma mia Maria

«Dico a te, mamma mia Maria: prestami il tuo Cuore, perché io glorifichi solo Dio con te, e tutto resti assorbito da Lui solo. Mamma mia, generami a questo amore disinteressato, che tu hai avuto in grado sì elevato… Mamma mia, trasfondimi il tuo amore. […] Mamma mia, sei centro di misericordia; usami questa misericordia: calami nel tuo Cuore, inebriami del tuo fuoco, e, quando mi hai avvolto nell’incendio che ti brucia il Cuore Immacolato, fa’ che io bruci dicendo questa sola parola: “Mio Dio, Tu solo sei degno di amore!”. Come sarà bello quel momento! Svanirà il mio putrido essere e l’Infinito rimarrà, come era e sarà, inno infinito a Se stesso che solo è.»

Don Dolindo Ruotolo Continua a leggere

“Non voglio agitarmi, mio Dio: confido in Te!”

Don Dolindo Ruotolo (1882-1970), sacerdote di indubbia santità, ci ha lasciato diverse opere, tutte più o meno ispirate dall’alto.
Nel libricino intitolato Non voglio agitarmi, mio Dio: confido in Te!, l’ispirazione è tale che si può dire sia veramente il Signore Gesù a parlarci.
Solo una nota per riuscire ad averne un beneficio più grande: l’affidamento che Gesù ci raccomanda non è a un’idea o a una vaga presenza di Lui. Osservando i Comandamenti ed evitando il peccato anche veniale, il nostro adorabile Gesù lo possiamo e dobbiamo trovare nel nostro cuore, nel profondo della nostra anima.
Bisogna vivere cuore a Cuore con Gesù.

Gesù alle anime: – Perché vi confondete agitandovi? Lasciate a me la cura delle vostre cose e tutto si calmerà. Vi dico in verità che ogni atto di vero, cieco, completo abbandono in me, produce l’effetto che desiderate e risolve le situazioni spinose. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑