Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Educazione parentale o scuola

L’amore di Don Bosco, il Santo educatore

San Giovanni Bosco, il santo prete familiarmente chiamato Don Bosco, aveva un grande vantaggio rispetto al clero di oggi. Poteva contare su una Chiesa che era Madre e Maestra, con una vera liturgia e una vera dottrina.
Trascorsi quasi centotrent’anni dalla sua morte (1888), la vera Chiesa non esiste più, se non in un piccolo resto di fedeli. Anzi, viene perseguitata dalla falsa Chiesa al governo, matrigna e prostituta del mondo, con una falsa liturgia e una falsa dottrina.
Ma la forza di Don Bosco stava, ancor di più, nella sua alleanza con Dio e nella devozione alla Madonna. E di questo tutti siamo e saremo capaci, anche negli ultimi tempi.
Il piccolo Giovanni rimase orfano di padre a due anni. La mamma allevò lui e gli altri due figli con grande amore e sapienza, abituandoli al lavoro e istruendoli benissimo nella fede cattolica. Sappiamo fra l’altro che mamma Margherita consacrò questo suo figliolo alla Madonna fin dalla nascita. Continua a leggere

Nel Belgio anticristiano, figli ostaggi dello Stato e strapotere islamico

Vietato educare i figli con l’insegnamento parentale, ultimo baluardo per proteggersi dal gender nelle scuole e dalla dittatura del pensiero unico. Intanto a Bruxelles, capitale del Belgio e centro direzionale dell’Unione Europea, un terzo degli abitanti sono musulmani.

da No Cristianofobia

E’ chiaro: quando il laicismo di Stato si traduce in una forma di indottrinamento oppressivo e coercitivo nelle aule scolastiche, ai genitori non resta altro da fare che scegliere di educarsi i figli in proprio. Strada certo complessa, ma assolutamente preferibile sul piano dei contenuti. Continua a leggere

Homeschooling, educazione parentale, perché?

Giuseppe Brienza, sulla Nuova Bussola Quotidiana, ci informa che anche in Italia la pratica dell’“homeschooling” o “educazione parentale” si va diffondendo.
Sono infatti molti i genitori completamente insoddisfatti della cultura frammentaria, di parte – se non distorta da ideologie e disvalori, come nel caso del gender – che la scuola italiana porge alle nuove generazioni.
Sempre sulla Nuova Bussola Quotidiana, tempo fa un’intervista a Matthew Allen aveva affrontato e spiegato l’argomento. I genitori, spesso organizzati in gruppi e assistiti da qualche tutor organizzano corsi di istruzione ed educazione personalizzata, domestica e comunitaria. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑