Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Massoneria satanismo sette

A Garibaldi, oggi socialmente utile

Il Consorzio Ateo-Massonico, padrone dell’Italietta, dopo il decesso di Garibaldi ha trovato finalmente il modo di renderlo utile alla società: come Appoggino per Piccioni.
Adesso sì che la sua testa e la sua spada, prestate agli assalti anticattolici, servono a qualcosa…
Gli ornitologi osservano e con il popolo ringraziano.

Articoli correlati:
Il Regno delle due Sicilie. Da nazione fiorente a misero Meridione
La massoneria come chiave di lettura della storia
Piazza Garibaldi e Via del Sorcio

Oltre la musica. Così Rothschild e Rockefeller iniziarono a controllare le masse

di Emanuele Fardella

Da Goebbels al Congresso di Londra del ’53: così i Rothschild e i Rockefeller iniziarono a controllare le masse con le vibrazioni

New York, Londra – La musica ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella vita degli uomini e nessuno può dirsi immune dal suo potere. La musica è una delle attività/arti che ha accompagnato la storia dell’uomo fin dagli albori e ognuno di noi ha sperimentato la sua influenza sull’umore, nell’amplificare o smorzare l’intensità di un’emozione, ma anche i suoi effetti sul corpo, dal battito cardiaco alla sudorazione. È stato chiaramente dimostrato che la mente umana può essere controllata e alterata dalla musica. Molti studi medici e scientifici hanno determinato i fortissimi effetti della musica sulla fisiologia e sull’anatomia umana. Oggi la musica continua ad assicurare vantaggi competitivi. Non a caso, nelle gare statunitensi, come la maratona di New York, è stato vietato l’uso di auricolari, perché la musica, proprio come il doping, altera le prestazioni e aumenta il rendimento. Quindi che la musica abbia una certa influenza sul nostro organismo è ormai noto da tempo. E quando si parla di musica non ci si riferisce ai testi bensì alla partitura e alla composizione. Continua a leggere

La cosiddetta Chiesa di Dio Onnipotente. Attenti su Facebook!

Da quando mi dedico a Facebook sono fioccate le amicizie virtuali, e di ciò mi rallegro. Però non è mancata una sorpresa non tanto gradevole. Si chiama Chiesa di Dio Onnipotente ed è una setta di origine cinese, impiantata anche in Italia.
Prima ancora di sapere chi siano e cosa dicano di credere queste persone, mi sono ritrovato le loro richieste subdole di amicizia sparse come la gramigna in mezzo a quelle buone. A un certo punto, una cara amica – che saluto, penso che leggerà – mi ha avvisato del pericolo, anche perché una della setta ci aveva taggato entrambi in un suo articolo su Facebook. O magari si trattava di uno, non di una, della setta, perché il nome italiano può essere il paravento di qualche cinese.
Cosa vuol dire “taggare”? Se riguarda un articolo, vuol dire pubblicarlo creando un collegamento con il tuo profilo di Facebook che ti chiama a leggere quell’articolo. Infatti ricevi l’annuncio che la tale persona ti ha taggato su quell’articolo.
Siccome su Facebook molti chiedono l’amicizia senza neppure mandare un messaggio, non c’è da stupirsi a ogni nuova richiesta. Poi si dà un’occhiata – speriamo attenta – al profilo di quella persona e si decide se accettare.
Purtroppo però questi onnipotentari (chiamiamoli così) usano abilmente una gran quantità di immagini e frasi che sembrano cattolici. Solo dopo aver scorso per un po’ o anche per un bel pezzo i loro post (articoli), ci s’imbatte in un chiaro riferimento alla loro setta, con il simbolo in vista. Anzi, non è detto che lo mostrino sempre. Continua a leggere

La Croce di Cristo spezzerà il dominio di Islam e Massoneria

La Croce è un simbolo unico, formidabile, legato a Cristo uomo-Dio morto per amore e risorto. Nel suo segno, l’imperatore Costantino sbaragliò le schiere di Massenzio sul Ponte Milvio, a Roma (312). Di fronte alla Croce, tutti gli altri simboli religiosi (mezzaluna, statuetta di Buddha, trimurti, ecc.) sono idoli muti, totem infernali, mortiferi feticci. Dalla Croce si erge il Vivente, mentre gli altri segni prima o poi cadono nella polvere. Nel segno di Cristo dunque, la vittoria. Per questo Satana teme il Crocifisso e cerca con cura di farlo sparire. L’anno 2017 che va a finire, porta a compimento importanti anniversari di eventi storici che hanno segnato profondamente gli ultimi secoli in Europa e nel mondo. Sono i cinquecento anni della Riforma Luterana (Wittenberg, 31 ottobre 1517), i trecento anni della istituzione della Massoneria (Londra, 24 giugno 1717), i cent’anni delle apparizioni di Fatima (maggio-ottobre 1917) e forse i cento anni concessi a Satana per tentare di distruggere la Chiesa (Lenin, Rivoluzione di ottobre 1917). Continua a leggere

Prima di tatuarvi… qualche suggerimento!

Oggi ormai quasi tutti, bambini, adolescenti e adulti, hanno il tatuaggio. Tutti lo fanno, nessuno si domanda se sia giusto cambiare il proprio corpo con una immagine che viene disegnata in modo permanente sulla nostra pelle. Il tatuaggio però è assolutamente contrario all’etica cristiana, ma non solo. Parlare solo di etica sarebbe riduttivo, parlare solo (come solo pochi sacerdoti fanno), di peccato grave è altrettanto riduttivo. Il tatuaggio è una consacrazione indiretta (ma pur sempre consacrazione) a cui ci si sottopone in maniera permanente almeno sul corpo.
Quanti giovani hanno il tatuaggio? Tantissimi. Quanti giovani vanno in chiesa? Pochissimi. Cari lettori, però, non è solo questa statistica a dimostrare quanto detto. Infatti la tecnica con la quale si viene sfregiati con disegni che molte volte non conosciamo, è una tecnica satanica che consiste nel marchiare l’uomo (consacrandolo).
Come in ogni tipo di consacrazione, quello che il tatuato offre a satana è la volontà di peccare, ma non solo. La volontà di peccare si concretizza nel desiderio di chi si tatua, di modificare il proprio corpo, di aggiungere qualcosa che la volontà di Dio immensamente perfetta non ci ha dato. Chi si tatua quindi si allontana da Dio e dimostra di non accettare quanto da Dio ci è stato donato per quello che è. Continua a leggere

I crimini degli immigrati e le mani di Soros sull’Italia

di Zenus

Mentre in giro per la penisola si susseguono gli stupri e le violenze ad opera di immigrati, sempre più italiani si accorgono che ormai il problema è generalizzato e, nonostante la cessazione degli sbarchi sulle nostre coste, miriadi di delinquenti e nullafacenti sono a piede libero per le vie delle nostre città, a fronte di un governo inetto, iniquo e criminale che si ostina a negare l’emergenza.

Il ruolo di Soros

George Soros ha tessuto e continua a tessere la sua tela di ragno velenoso sull’Europa ed in particolare sull’Italia, fiaccata da disoccupazione, impoverimento della classe media e strangolamento di commercianti e piccoli imprenditori.
Questo figuro, il cui ruolo nelle tristi vicende italiane non è un fatto nuovo, basti pensare alle speculazioni sulla lira nel 1992 che misero in ginocchio il paese, ha reso l’Italia parte del suo piano per una “società aperta” – dal nome della sua organizzazione Open Society – fondata sull’imposizione del diktat dell’ideologia gender e lgbt oltre che su aborto e naturalmente libero accesso per i cosiddetti migranti. Continua a leggere

Eutanasia e tortura. Solo per alcuni, non per altri

di Massimo Viglione

Da decenni sinistri e “moderati” depenalizzano i reati di violenza, al punto che anche i più efferati assassini dopo pochi anni escono di carcere, mentre il delinquente comune, specie se non italiano, in carcere non ci va proprio.
Da decenni sinistri e “moderati” aggravano le pene per i presunti reati tributari, anche per i padri di famiglia, i pensionati o per uno scontrino non emesso. Ovvero, in carcere veramente vanno gli italiani.
Da decenni quindi sinistri e “moderati” hanno creato la mentalità che la vera unica colpa e vergogna è quella di non pagare le tasse a uno Stato che preleva fino al 60% delle entrate dei suoi cittadini, ovvero allo Stato più ladro e usuraio del mondo.
Da decenni sinistri e “moderati” creano un clima ostile all’intervento delle forze dell’ordine.
Da decenni sinistri e “moderati” stanno facendo entrare in Italia milioni e milioni di immigrati, i quali, spiantati dalle loro terre, sopravvivono quotidianamente senza fare assolutamente nulla e quindi finiscono – volenti o nolenti – per delinquere.
Ora, sinistri e “moderati” hanno pure creato il reato di tortura: ovvero hanno reso impossibile per le forze dell’ordine come per qualsiasi cittadino qualsivoglia tentativo di legittima difesa.
Ecco l’indovinello:
Perché da decenni sinistri e “moderati” fanno tutto questo? Continua a leggere

“Sono stato ateo e massone per molti anni…”

Quesito

Caro Padre Angelo,

sono stato ateo e massone per molti anni. Da qualche tempo mi sono avvicinato a Dio e ho lasciato le altre cose. Vorrei essere un umile strumento nelle mani del Signore. Come si può capire cosa vuole da noi l’Altissimo? Prego molto affinché Egli mi faccia capire, ma ad oggi non ci sono ancora riuscito. Come può, dunque, un fedele capire cosa fare per essere uno strumento attivo nelle mani di Dio?

Risposta del sacerdote

Carissimo,

1. sono contento del tuo ritorno al Signore nel quale senza dubbio hai trovato la Via che conduce al Cielo, la Verità o la luce che illumina le tue azioni, la Vita che ti rinnova interiormente. Continua a leggere

Il dominio del mondo o il Regno di Dio?

A trattare un argomento del genere si rischia sempre di essere automaticamente e preventivamente bollati con uno dei marchi più infamanti elaborati dal politicamente corretto: antisemita. In realtà qui non si tratta affatto di odio razziale o religioso, ma di fatti oggettivi, puri e semplici. Se ci si chiede chi governi realmente il mondo, la risposta più immediata è: la massoneria. Tuttavia è solo il primo livello; al di sopra di essa ci sono infatti altre entità, più o meno sconosciute o camuffate. Se, in questi ultimi anni, si è cominciato a parlare di Commissione Trilaterale, Gruppo Bilderberg e Aspen Institute è probabilmente perché stanno esaurendo la loro funzione e perdendo il loro potere effettivo; altrimenti non se ne saprebbe nulla. L’ente che tira i fili dei burattini in grembiulino è un’organizzazione pubblica dai dichiarati intenti umanitari, la Bᵉnè bᵉrith (Figli del patto), che copre in realtà la potentissima massoneria finanziaria ebraica. Al di sopra di essa c’è un ulteriore circolo, ancora più esclusivo, composto dai rabbini membri del Qahal (assemblea, ecclesia) e formante il vertice della contro-chiesa. Volendo salire ancora, bisogna evocare il mondo preternaturale degli angeli ribelli, al cui servizio si è posta tutta questa bella gente. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑