Breve storia della Svezia. Il prezzo dell’abbandono della fede cattolica

In Svezia, le elezioni politiche di domenica 9 settembre 2018 hanno visto una notevole avanzata ma non il trionfo dei Democratici Svedesi, partito anti-immigrazione.
L’accoglienza incontrollata degli immigrati ha portato nel Paese un altissimo numero di crimini violenti, in particolare violenze sessuali degli africani sulle donne svedesi, ma anche a un impoverimento economico dovuto alle enormi risorse destinate agli immigrati.
Probabilmente l’ideologia inculcata negli svedesi e il fatto che una parte consistente di votanti sono di origine straniera, hanno impedito una vera e propria vittoria dei Democratici Svedesi.
C’è una somiglianza con l’affermazione della Lega Nord in Italia, ma sono anche grandi le differenze.
In entrambi i casi, vediamo il successo di partiti che non difendono radicalmente la famiglia e la vita, ma almeno difendono la gente dall’invasione degli immigrati, voluta da sinistra e massoneria.
La differenza tra Italia e Svezia è che in Svezia non esiste più niente di cristiano, mentre in Italia ancora sì. Matteo Salvini, il capo della Lega Nord, è credente e sta facendo del bene concreto.
Pensiamo per esempio alla proposta di legge di rendere obbligatoria l’esposizione del crocifisso nei più importanti luoghi pubblici, alla proposta sulla chiusura domenicale dei negozi, o al rifiuto di limitare il denaro contante, come volevano invece i precedenti governi per arrivare al controllo di ogni persona tramite il denaro solo elettronico.
Diamo adesso un veloce sguardo alla storia della Svezia. La decadenza di questa nazione è iniziata con l’abbandono della fede cattolica ai tempi di Lutero. Ma poiché la fede cattolica è l’unica vera fede cristiana, la Svezia ha finito per abbandonare completamente il cristianesimo ed è caduta nel baratro sociale, morale ed economico. Continua a leggere

Follia anticristiana in Australia. Una legge contro il segreto del confessionale

LifeSiteNews dà la notizia di una legge approvata il 7 giugno scorso nell’assemblea legislativa della città di Canberra, capitale dell’Australia. Viene stabilito l’obbligo per i sacerdoti di denunciare alle autorità i pedofili che si vadano a confessare da loro.
Tutti i partiti politici dell’assemblea hanno appoggiato il provvedimento, che riguarda Canberra e il suo territorio, ma non l’intera Australia.
I sacerdoti che intendano rimanere fedeli a Cristo e rispettare il segreto del confessionale, potranno essere perseguiti e incarcerati.
L’Arcivescovo di Canberra e Goulburn, Mons. Christopher Prowse, si è duramente opposto a questa legge criminale, ispirata dall’odio per Cristo, per i consacrati che lo servono e per quelli che cercano il suo perdono.
L’Arcivescovo ha detto che «i sacerdoti sono vincolati da un voto sacro a mantenere il segreto della confessione. Senza quel voto, chi sarebbe disposto a liberarsi dal peso dei propri peccati, cercando il saggio consiglio di un sacerdote e ricevendo il perdono misericordioso di Dio?». Continua a leggere

Miracolo a Pompei? Il Rosario per impedire la terza guerra mondiale

A Pompei sorge il Santuario fatto costruire verso fine Ottocento dal Beato Bartolo Longo. Redimendosi per grazia di Dio da un passato di spiritismo, il Beato Bartolo diventò uno dei più grandi apostoli di Maria Santissima e del Santo Rosario.
Il Santuario di Pompei si può considerare il centro mondiale del culto del Rosario. Ed è qui che lo scorso venerdì 13 aprile, alla vigilia dei folli bombardamenti di USA, Francia e Regno Unito contro la Siria, è avvenuto un miracolo, o comunque un grande segno.
La corona del Rosario agganciata alla statua della Madonna, che si trova in cima al Santuario, si è sganciata e ha cominciato a dondolare, pesante com’è, senza un alito di vento, dalla mano sinistra della Madonna.
I vigili del fuoco sono intervenuti, constatando l’assenza di qualsiasi sollecitazione fisica che potesse far muovere la corona in mano alla statua.
Tante volte, e in particolare da Fatima, la Madonna ci ha detto e ricordato che con il Rosario e il digiuno possiamo risolvere ogni problema e anche fermare la guerra. E questa volta non si tratta di un’altra guerra regionale, ma si comprende che i poteri occulti sono in cerca di pretesti per scatenare una terza guerra mondiale. Continua a leggere

Corea del Sud, il neopresidente è cattolico e devoto di Maria Santissima

di Matteo Orlando

Moon Jae-in, il nuovo presidente della Corea del Sud, cattolico praticante, come primo atto della sua presidenza ha chiesto al suo parroco Paul Ryu Jong-Man, responsabile della parrocchia della Santissima Trinità nel Hongje-dong di Seoul, di benedire la “Casa Azul”, residenza ufficiale dei presidenti sud coreani, sede di vari uffici presidenziali e luogo di ricevimento dei capi di Stato in visita in Corea del Sud.

Il parroco, imponendo le mani sul presidente e sulla moglie ha pregato per lui e si è augurato che il Presidente sia “saggio come Salomone” e lo ha invitato, “prima di prendere qualsiasi decisione in merito allo stato”, ad invocare lo Spirito Santo. “Egli scenderà su di voi e vi darà la sua luce e la forza”. Continua a leggere

Quella “misericordia” negata alla Grecia

28 maggio 2017
Movimento laico di preghiera “Beato Bartolo Longo”

La Grecia versa in condizioni di grave emergenza umanitaria.

Non vi sono più fondi per le medicine e le cure mediche. Ai malati di tumore vengono consegnate ricette che riportano l’aspettativa di vita (sì, avete capito bene) vale a dire, a seconda dei casi, se il paziente vivrà ancora per due mesi oppure sei o dodici.

L’austerità della Troika-Eu ha devastato il Paese e i cittadini si suicidano ad un ritmo impressionante perché sono allo stremo.

Noi ci chiediamo, ma chiediamo sopratutto alla “grande” Europa se questa è una situazione che può definirsi ancora “umana” oppure se non è piuttosto un crimine contro l’umanità.

E ancora ci domandiamo, e domandiamo a tutte le organizzazioni “umanitarie”, perché non si degnano di portare soccorso ai “concittadini” europei inviando medici, ospedali da campo (sì ospedali da campo – come in guerra – perché lì è in corso una guerra contro uomini inermi), e generi alimentari e di vestiario. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑