Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Politica

In cinque anni Monti, Letta, Renzi e Gentiloni hanno distrutto l’Italia

Matrimoni gay, gender nelle scuole, divorzio breve, immigrazione selvaggia ed ora eutanasia… e le gerarchie della Chiesa hanno lasciato fare

di Stefano Fontana

Un Parlamento incostituzionale in fase terminale e sotto accanimento terapeutico ha prodotto una legge mortifera sull’eutanasia pensando con ciò di tirare a campare. Atto finale di una legislatura disgustosa e di un governo nato moribondo in forma di fotocopia. Questo atto legislativo in extremis conclude un quinquennio terribile, tanto più terribile quanto condotto da governi sedicenti tecnici o di emergenza o di transizione o del presidente.
Sono stati i governi di Monti, Letta, Renzi e Gentiloni, governi dei competenti e dei moderati, a darci le leggi più estremistiche della vita repubblicana che alla fine del 2011, quando Berlusconi fu costretto a gettare la spugna, non erano nemmeno minimamente all’orizzonte. Non sono stati i rivoluzionari con la bandiera rossa ma i rassicuranti funzionari in doppio petto. I governi post-ideologici ci hanno dato il peggior frutto che le ideologie politiche ci possano dare: la decisione a maggioranza di cosa sia uomo e donna, di cosa sia famiglia, di cosa voglia dire procreare e, ora, di cosa sia la vita e cosa la morte. Continua a leggere

Di abominio in abominio

Messaggio dell’angelo custode ad un mistico friulano

25 gennaio 2016

Cari eletti e prediletti dell’amore del Padre, in questi giorni i vostri politici stanno avanzando la proposta di incentivare nella popolazione l’uso del bancomat, delle carte di credito e delle transazioni bancarie per diminuire la circolazione del denaro contante sul territorio nazionale, cosa di cui avevano già discusso in passato, ma non se ne fece nulla; ora invece i tempi sono maturi perché si possa realizzare.
Ricordate cosa disse Maria SS. a tal proposito nel suo messaggio del 22.11.2011? Ve lo ricordo brevemente:
“Questa umanità ignara e confusa sta scivolando lungo la china della sua sventura: sta andando verso il marchio della bestia!”.
Il suo primo passo, infatti, consiste nella incentivazione all’uso delle carte elettroniche.
Il secondo passo, nell’eliminazione definitiva del denaro contante, sempre a favore delle carte elettroniche… e nell’uso facoltativo del micro-chip impiantato sotto la pelle, e il terzo passo, nell’obbligo del micro-chip, con tutte le conseguenze che ne deriveranno. Continua a leggere

Biotestamento, parla Gandolfini: “In un pronto soccorso il medico sarà obbligato a conoscere le DAT per prendersi cura del paziente”

Il neuropsichiatra Massimo Gandolfini (Comitato Difendiamo i nostri figli), ritiene l’approvazione del testo di legge sulle DAT «un altro strappo ai valori antropologici che si fondano sul bene prezioso ed insostituibile della vita, aprendo la strada all’autodeterminazione per la morte, legittimata e garantita dalla norma pubblica.
«Accadrà così che in un Pronto Soccorso, in presenza di un ictus cerebrale o di un arresto cardiaco per infarto, il medico sarà obbligato non già a tentare di salvare il paziente e restituirgli la salute, bensì – prima di tutto – a conoscere se e dove questi abbia scritto e depositato le sue DAT… poi, semmai, a prendersi cura di lui. E non avrà miglior sorte un neonato grande prematuro, per il quale chi “gestirà la potestà genitoriale” avrà la possibilità di pretendere che non venga alimentato per via artificiale, in previsione di possibili disabilità.
«E se il medico fosse contrario, si ricorrerà al giudice: ancora una volta sarà un giudice a decidere la vita o la morte di un piccolo: proprio come è accaduto a Londra al piccolo Charlie, la cui vita – dichiarata per via giurisprudenziale indegna di essere vissuta – è stata uccisa negandogli il sostegno vitale.
«Questo tragico connubio fra un legislatore che si crede un dio ed un giudice che non gli è da meno è tutto a scapito del vero bene del malato. Di questo i nostri concittadini devono essere ben consapevoli. Continua a leggere

Come la sinistra italiana intende l’accoglienza

di Antonio Socci

È curioso lo slancio umanitario che ha colto d’improvviso la Sinistra italiana di fronte all’inedita marea migratoria di questi mesi. Perché storicamente non ha proprio le carte in regola in tema di “accoglienza”.
Su queste colonne più volte è stato ricordato l’atteggiamento comunista nei confronti dei profughi di Istria e Dalmazia, nel dopoguerra.
La vicenda – quasi assente dalla storiografia ufficiale – riguarda 300 mila profughi italiani che dovettero fuggire dalle loro case, dalla terra dei loro padri, perdendo tutto.
Verso di loro – che scappavano dal comunismo titino – avevamo un doppio dovere di accoglienza e di solidarietà perché erano italiani e pagavano loro per tutti noi, per la guerra persa.
Eppure la sinistra comunista non accolse questi nostri connazionali come fratelli, ma come avversari, con manifestazioni ostili, insulti e sputi. Continua a leggere

L’Italia anticristiana. Presentato disegno di legge per la leva militare femminile

Un interessante articolo pubblicato sul sito di Radio Spada rivela i retroscena della nascita di un nuovo Stato di Israele dopo quasi duemila anni di diaspora, cioè dispersione degli ebrei in tutto il mondo.
L’autore, Cesare Baronio, fa un paragone tra il Primo Congresso Sionista del 1897 e il Concilio Vaticano II. In entrambi avvenne una forte contaminazione con lo spirito mondano, con la seduzione del mondo.
Per gli ebrei, si trattò della contrapposizione tra Ebraismo e Sionismo, l’uno incentrato sulla fede, l’altro sull’inserimento nel mondo secondo la sua logica.
Tutto questo ci ha riportato alla mente un fatto gravissimo che continua a verificarsi nello Stato di Israele, poi formatosi effettivamente nel 1948. Ci riferiamo al servizio militare obbligatorio non solo per gli uomini, ma anche per le donne.
Ma sappiano tutti che nemmeno l’Italia è più esente da questa follia di menti depravate, perché il partito della Lega Nord, che non è mai stato cattolico, ha presentato un disegno di legge per chiedere praticamente la stessa cosa. Se verrà approvato, anche le ragazze dovranno essere obbligate a fare il soldato o in alternativa le schiave dello Stato nel servizio civile. Il disegno di legge porta la firma del senatore Sergio Divina e la presentazione al Senato risale al 26 maggio 2017.
È il progetto satanico dell’annientamento della civiltà cristiana e della nostra umanità, da ottenere degradando e snaturando la donna. Colpendo la donna, abbassandola nel fango, trattandola come una bestia prigioniera, si colpisce a morte la società intera, perché lei è la figlia ma soprattutto la sposa e la madre. Continua a leggere

L’Italia che si suicida e quella che resiste

A metà ottobre 2017, il giornalista e scrittore Antonio Socci si è soffermato su una triste vicenda per denunciare l’ingiustizia del governo nei confronti degli italiani.
Un uomo, che versava in gravi condizioni di salute, si è fatto portare da persone ben sollecite in una clinica svizzera per il suicidio assistito. In quel luogo di sterminio, il giorno 11 ottobre si è disfatto del dono più grande ricevuto da Dio, la vita.
Si era dovuto fra l’altro scontrare con l’insensibilità delle istituzioni, che non lo avevano sostenuto economicamente nelle sue necessità di salute.
Socci prende lo spunto per ricordare, o ai più rivelare, come il governo stia trattando gli italiani e gli stranieri. Gli italiani con invalidità al 100% possono riuscire a ricevere una pensioncina irrisoria di circa 500 euro. Per ogni migrante, invece, lo Stato spende 35 euro al giorno se maggiorenne e 45 se minorenne, il che ammonta rispettivamente a 1.050 e 1.350 euro mensili.
Continua Socci: nel 2017 il governo ha stanziato 450 milioni a favore del fondo per la “non autosufficienza”, mentre ha destinato oltre mille volte di più, 4,6 miliardi, per i migranti.
La vicenda del veneto Loris Bertocco, che ha scelto il suicidio, non ferisce il cuore dei credenti meno dell’ingiustizia di chi ci governa.
Loris, chiamiamolo così, era nel giro degli italiani politicizzati di sinistra, e quindi forse non lo si può ritenere uno della gente comune. Ci ha lasciato un lungo e pubblico messaggio di commiato, nel quale si rivela tutta la desolazione di una vita senza Dio. Continua a leggere

Monsignor Negri: “Oggi la Chiesa non mette Cristo al primo posto”

“Questa è una Chiesa non interessata alla sua fede. Lo psicanalista non diventi il direttore spirituale dei preti”. Lo dice in questa intervista a La Fede Quotidiana Monsignor Luigi Negri, arcivescovo emerito di Ferrara-Comacchio.

Eccellenza Negri secondo lei è possibile oggi il dialogo con l’islam?
“A me sembra per lo meno molto difficile, specie con un islam che è ferocemente anticristiano, almeno in gran parte. Mi pare che sia proprio l’islam poco propenso e preoccupato a cercare veramente il dialogo”.

Islam, solo una religione?
“Concordo con la tesi di chi sostiene che non è solo un credo religioso, ma un insieme di valori: politici, economici, sociali, giuridici in tante parti difficilmente compatibili con quelli del mondo occidentale considerato infedele da sottomettere”.

Davanti all’avanzare dell’islam che fare?
“L’Occidente deve recuperare, ed anche in fretta, il senso della sua cultura, delle sue tradizioni e soprattutto della sua fede, proprio quello che saggiamente e con vista lunga diceva Papa Benedetto XVI. Ovvero: la necessità di evangelizzare, in molti casi rievangelizzare, l’Occidente”. Continua a leggere

La libertà di internet e il disegno di legge sulle fake news per abolirla

Con internet, almeno finora (inizio ottobre 2017), abbiamo avuto la libertà di espressione che in televisione, radio e giornali è quasi inesistente. È possibile aprire un sito o un blog con poca spesa, e con risultati magari anche professionali, se si è capaci. Quindi c’è un vantaggio finanziario enorme rispetto agli altri grandi mezzi di comunicazione, che comportano investimenti con grosse somme di denaro, assunzioni di persone e obblighi amministrativi.
Ovviamente, il male è presente anche in internet, con il dilagare della stessa cultura della morte diffusa dagli altri mezzi. In particolare, si trova molta oscenità, che i perversi diffondono in tutti i modi.
Quanto a Facebook, offre il vantaggio di poter ottenere visibilità e scambi con altre persone, a partire dai cosiddetti “amici” collezionati, senza bisogno di cultura, intelligenza o impegno costante. Gli svantaggi però sono diversi:

  • la dispersione e la mediocrità, perché le pagine Facebook si contano a milioni, e offrono di solito contenuti banali se non sporchi;
  • la precarietà e la confusione, perché ogni nuovo post (il contributo pubblicato) spinge in basso quelli vecchi, e i post più vecchi finiscono presto così sotto che nessuno li legge più, anche perché non si può fare una ricerca per argomenti come sui blog;
  • la superficialità, perché su Facebook si dà l’amicizia molto facilmente, e c’è chi accumula centinaia di “amici” senza offrire un barlume di verità o di bellezza;
  • le rappresaglie del potere, perché i capi di Facebook vietano testimonianze di fede su temi delicati, ma permettono la pubblicazione di contenuti contrari alla decenza e alla fede.

Continua a leggere

A sinistra ci s’è messo il diavolo, ma a destra?

Una sana curiosità umana e cristiana porta le persone a guardare in giro, anzi, in ogni angolo, per vedere se c’è qualcosa di buono. È un po’ come quando un uomo o una donna ridotti alla fame dallo Stato anticristiano cercano un rimasuglio di cibo che non faccia male. Ce ne sarebbe bisogno per riprendere forza…
Abbiamo potuto dare un’occhiata a dei siti internet dove si presentano vari movimenti e partiti di destra. La sinistra infatti lo sappiamo che cos’è: la parte in cui abita e lavora il diavolo, il suo quartier generale. Da Lenin al tedesco Honecker, da Mao giù giù fino alle marionette nostrane contemporanee socialdemocratiche, la stoffa è sempre la stessa, quella di gente che ha voltato le spalle a Dio e calpesta i credenti, la gente, i bambini.
Il centro è un guazzabuglio di falsi credenti e aperti miscredenti. Tante mezze calzette flosce.
C’è allora una destra che voglia uno Stato e un uomo cattolici? Oppure la debolezza umana è preponderante?
La risposta si può leggere nelle citazioni che seguono. Da qui si vede in che considerazione queste povere creature tengano il loro Creatore e la sua Legge. Il grassetto è nostro.

CasaPound
https://www.docdroid.net/iEyLzrj/brochurechisiamo.pdf

Il fatto che due esseri dello stesso sesso si amino e desiderino vivere liberamente la loro sessualità non ci turba minimamente. […] Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑