Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Purezza e modestia

Presentation of The Way of Purity: To be true children of Mary

This is the presentation of The Way of Purity: To be true children of Mary, which is the English version of La via della purezza. Per essere veri figli di Maria, one of my new Italian books.

(Questa è la presentazione di The Way of Purity: To be true children of Mary, la versione inglese de La via della purezza. Per essere veri figli di Maria, uno dei miei nuovi libri in italiano).

Dear Reader,

I present to you a book that has to do with the greatest questions of our life.
As you can already notice from the title, everything here is seen from the standpoint of purity and devotion to Our Lady, two aspects of a believer’s life that are inseparable.
We need to share the treasure of faith, love and purity especially nowadays, when all of this is fought against like never before in human history.
It is a fiery battle indeed, or rather a war that will mark the end of a decaying world and the renewal of all that exists. Continua a leggere

Come ti vesti, donna cristiana? Professare la fede con il vestito

di Don Dolindo Ruotolo

Il mondo corre all’impazzata verso l’impurità più sfacciata. Ogni anno la moda porta la sua novità, e è sempre una novità degradante… La vita moderna poi, con le sue stranezze e le sue vertigini, induce in molte donne e in moltissimi uomini la persuasione che in date circostanze si può o si deve fare a meno del decoro e della più elementare modestia…
Eppure il clima nel quale viviamo è un clima eroico [si fa qui riferimento alle migliaia di sacerdoti, religiosi e fedeli martirizzati in odio alla fede nella guerra civile spagnola: anni 1936 e seguenti, ndr] nel quale non si dovrebbe dare così miserabile spettacolo d’incoscienza. Sono morti i martiri a migliaia, immolando tutto per la Fede, come ai primi tempi del Cristianesimo. Avanzano le orde dei senza Dio, orde ignominiose, vergogna dell’umanità, ed avanzano col programma militante di demolire la società cristiana ed instaurare una repubblica di bruti. Avanzano sfacciatamente oggi, e sfacciatamente stabiliscono come testa di ponte della loro lotta, l’impurità e la disonestà della donna, la corruzione morale e il nudismo. Continua a leggere

Galleria della modestia femminile

La donna e lo sguardo

È una profanazione l’esibizione immodesta del corpo della donna, mentre essa è fatta per rifulgere nell’anima. È vano dire che la bellezza è fatta per essere ammirata, poiché la donna, quando si esibisce, non è ammirata ma profanata. L’uomo che è naturalmente inclinato verso la donna, perché fu tratta da lui, e perché egli nasce dalla donna, e cresce nelle sue braccia, l’uomo è sconvolto dalla passione quando non vede la donna che come un’ostentazione di materia e come un termine d’indegno trastullo.

Don Dolindo Ruotolo Continua a leggere

Forza e purezza si addicono ai cattolici

Davanti al potere che avanza e vuole annientare la vera fede, non è mancata l’opposizione di cattolici militanti, per esempio in Italia.
C’è chi prende posizione in particolare contro gli attacchi alla famiglia e alla vita. Altri si occupano invece più dei beni spirituali che dovremmo condividere nella Chiesa: la Legge di Dio, la sana dottrina, il vero culto da rendere a Dio nella liturgia e così via.
A uno sguardo ravvicinato, si vede che si parla molto di quello che fanno e dovrebbero fare gli uomini, ma poco dei fondamenti. Quanti parlano del rapporto tra Dio e l’uomo, e dunque tra l’uomo e la Madre di Dio, Maria Santissima? Quanti descrivono le qualità che una persona e la sua vita dovrebbero avere? Quanti, soprattutto, si soffermano a contemplare e annunciare Gesù e Maria?
Poi purtroppo, ci sono dei comportamenti che offendono o sminuiscono la nostra dignità di cristiani. Prendiamo degli esempi dall’arcipelago dei cattolici più osservanti.
Su vari siti internet di qua e di là dall’Oceano Atlantico, si vedono foto oscene, che dovrebbero servire a denunciare l’oscenità. Ma l’oscenità si combatte con l’oscenità? O non è sempre quello scandalo dal quale dobbiamo guardarci, altrimenti guai a noi (Mt 18, 6-7)? Continua a leggere

Per una vacanza con l’anima

Vediamo che tuttora si parte con la massima tranquillità per le vacanze. Tra le mete estive, la “sabbia” la fa sempre da padrone. La roccia delle montagne e la terra delle campagne (agriturismo eccetera) riscuotono decisamente meno successo.
Vi confidiamo d’aver scelto anche per quest’anno, invece di sabbia, roccia e terra, la mattonella e l’asfalto, quelli di casa nostra (abbiamo una casa con tanto di mattonelle, pensa tu) e della città dove risiediamo.
Sulle vacanze al mare, un campanello d’allarme ci era suonato qualche anno fa. Avevamo letto un’osservazione di un sacerdote di ottima stoffa, se non addirittura santo: Don Giuseppe Tomaselli, siciliano di Biancavilla in provincia di Catania.
In uno dei suoi molti libretti, che hanno fatto tanto bene alle anime (e tanta rabbia al diavolo), Don Giuseppe a un certo punto osserva, rivolto al lettore, che «la spiaggia potrebbe essere la tomba della tua purezza». Continua a leggere

Sul senso della modestia cattolica

Purezza e modestia sono due virtù cristiane, anzi più propriamente cattoliche, inseparabili perché esprimono il nostro rapporto con Dio e con il prossimo.
La purezza non riguarda solo i sensi ma tutto il nostro essere. È puro chi cerca Dio in tutto quello che fa, pensa, dice, e di conseguenza vuole donare Dio e ogni bene alle persone, invece di usarle e sfruttarle. La modestia ha invece più a che fare con il nostro atteggiamento e con la nostra vita esteriore. È modesto chi si riveste di Gesù Signore e di Maria Santissima, per mostrare Loro e non le attrattive della carne e della vanità.
Ovviamente, per una vera donna cattolica mostrare Maria Santissima vuol dire attirare le persone verso Cristo Gesù e non verso se stessa. La Madonna non vuole altro che portarci a Dio. Lei è il Capolavoro di Dio, e manifesta la grandezza infinita del suo Fattore.
Quindi si può dire che la purezza è cercare Dio, mentre la modestia è mostrare Dio, agli occhi di ogni persona e del mondo intero.
Non si tratta solo di evitare un male – l’oscenità e la vanità – ma soprattutto di affermare un bene – la nostra vita fondata in Dio, ora e nell’eternità. Continua a leggere

Il velo della donna in chiesa. Un suo aspetto e dove acquistarlo

Sul velo della donna in chiesa, un ottimo sacerdote, Don Leonardo Maria Pompei, ha pubblicato un articolo quasi esauriente che abbiamo ripreso sul blog e in un libro.
In realtà, non è una pecca che resti da dire qualcosa sull’argomento, perché Don Leonardo ha già scritto l’essenziale.
Comunque, riflettendo, il velo muliebre (cioè della donna) in chiesa mette in risalto un requisito importante della modestia: la quotidianità.
Non ha senso infatti essere meno modesti fuori dalle chiese che dentro, perché la modestia è sì un atto di riverenza a Dio, ma Dio è in ogni luogo. Siamo sempre alla presenza di Dio, e del nostro prossimo.
Ora però, mentre è abbastanza fattibile essere modesti nel vestiario in ogni momento, non è così per il velo.
Ad esempio, se non abbiamo proprio la smania del fresco o la fissazione dell’indecenza, possiamo benissimo tenere coperte braccia e gambe anche d’estate, magari con un abbigliamento molto leggero.
Ma il velo sul capo non fa più parte dell’abbigliamento femminile da diversi secoli. Le donne lo portarono nell’era della società cristiana, il Medioevo, quando il loro Modello era Maria Santissima, Madre di Dio e dei cristiani. Oggi invece i modelli delle donne sono l’immagine conformista che si sono fatte del loro genere, e magari questa o quell’attrice, questa o quella persona fotografata e spacciata come una falsa moneta. Continua a leggere

Il Matrimonio è un Sacramento. Diffidare delle imitazioni

Per comprendere il Matrimonio bisogna avere il senso del sacro, una profonda pietà religiosa, il santo timor di Dio.
Se non siamo capaci di elevare il cuore a Dio, che sguardo avremo per l’uomo, la donna, e i bambini che Dio attende come figli nell’eternità?
La crisi del Matrimonio sta nella condizione di un’umanità sconsacrata e di un clero mondanizzato.
Facciamo degli esempi, presi purtroppo da persone che si danno da fare per la fede, la vita e la famiglia.
Su LifeSiteNews, il sito internet numero uno al mondo per la difesa dei valori cristiani, qualche settimana fa una giovane signorina o signora, persona di rilievo, scriveva che «il sesso» è «beautiful and awesome», «bello e grandioso».
Dunque non la fedeltà, non la maternità, non la purezza, ma «il sesso» è «bello e grandioso». È quella concezione degradata che fa vivere la sensualità di vita propria, celebrandola come “il sesso”, espressione che non ha niente di cristiano. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑