Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Rivelazioni e profezie

Le rivelazioni private. Che senso hanno per noi?

Non tutti, fra noi, hanno saputo fin dall’età della ragione in che periodo della storia si sono venuti a trovare. Molti avranno compreso solo piuttosto avanti nella loro vita che il mondo e la Chiesa erano in agonia.
Sì, è questo il tempo in cui la «grande prostituta» di cui parla il libro dell’Apocalisse ha sostituito la Sposa fedele di Cristo, vivente ormai solo in un piccolo resto di fedeli. «Con lei si sono prostituiti i re della terra e gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione» (Ap 17, 2).
Non più Sposa fedele, non più Madre, la Chiesa nella sua quasi totalità si è data al «dialogo», cioè alla prostituzione, «col mondo». Ha così manifestato predilezione per uno dei tre nemici irriducibili di Dio e dell’uomo: il mondo, il diavolo e la carne. Nemici che operano insieme e conducono alla stessa destinazione.
Coerentemente, oggi la Chiesa ufficiale perseguita in modo sistematico e crudele chiunque si opponga alla prostituzione con il mondo.
Tuttavia, almeno dalle apparizioni di Lourdes (1858) Maria Santissima è apparsa a numerose anime elette. È venuta ad illuminarci sul decadimento dell’umanità, a chiedere penitenza per salvare noi stessi e gli altri, e a guidarci come Condottiera invincibile.
Di fronte alle rivelazioni private che si susseguono fino al presente, dobbiamo fare un attento discernimento. Continua a leggere

Di abominio in abominio

Messaggio dell’angelo custode ad un mistico friulano

25 gennaio 2016

Cari eletti e prediletti dell’amore del Padre, in questi giorni i vostri politici stanno avanzando la proposta di incentivare nella popolazione l’uso del bancomat, delle carte di credito e delle transazioni bancarie per diminuire la circolazione del denaro contante sul territorio nazionale, cosa di cui avevano già discusso in passato, ma non se ne fece nulla; ora invece i tempi sono maturi perché si possa realizzare.
Ricordate cosa disse Maria SS. a tal proposito nel suo messaggio del 22.11.2011? Ve lo ricordo brevemente:
“Questa umanità ignara e confusa sta scivolando lungo la china della sua sventura: sta andando verso il marchio della bestia!”.
Il suo primo passo, infatti, consiste nella incentivazione all’uso delle carte elettroniche.
Il secondo passo, nell’eliminazione definitiva del denaro contante, sempre a favore delle carte elettroniche… e nell’uso facoltativo del micro-chip impiantato sotto la pelle, e il terzo passo, nell’obbligo del micro-chip, con tutte le conseguenze che ne deriveranno. Continua a leggere

Il terzo segreto di Fatima

Messaggio di Maria SS. ad un mistico friulano

10 dicembre 2011

Maria: “Sono qui, figlio mio, accanto a te.
Carissimi, forse oggi il mondo chiede purificazione? Io, Maria Madre vostra, Madre addolorata, vi dico che sono molto pochi gli uomini che riconoscono le loro colpe e ne chiedono perdono. Allora Dio, per Amore, purificherà il mondo.
Chi accoglierà la purificazione soffrirà in spirito e corpo, ma salverà l’anima; chi non la accoglierà soffrirà molto di più e non salverà l’anima.
Piccoli miei, almeno voi avete imparato a non stupirvi più nel vedere crescere le sofferenze sulla terra che servono ad espiare le colpe e ottenere grandi conversioni. Avete imparato a riconoscere i segni dei tempi che vogliono l’attenzione di tutti sempre più distaccata dalla terra e rivolta al cielo per intravederne le delizie.
Dio ha creato l’uomo libero e rispetta sempre le sue scelte; se vuol continuare a rotolarsi nel fango come i maiali lo lascia fare; se vuol volare sulle sue ali lo accoglie e lo rende felice. La scelta è sempre e solo dell’uomo. Una scelta che la mia Chiesa, purtroppo, non sempre aiuta, come dovrebbe essere suo compito.
Carissimi, devo, con grande amarezza nel cuore, dirvi che il terzo segreto di Fatima non è stato rivelato al mondo nella sua integrità. Questo segreto doveva essere svelato in questi tempi, perché riguarda questa generazione. Continua a leggere

Le meraviglie dell’unione con la Divina Volontà

Dagli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta (12 Luglio 1937)

Sono tra le braccia del Volere Divino, il Quale più che vigile sentinella, non solo vuol farsi vita di ogni mio atto, ma penetrando in ogni nascondiglio del mio cuore e della mia mente, mi richiama se tutto ciò che entra in me non è parto del Fiat. Ed il mio sempre amabile Gesù, visitando la piccola anima mia ed atteggiandosi a Maestro, perché in tutto vuole ammaestrare la figlia sua, mi ha detto:
“Figlia benedetta della mia Volontà, tu devi sapere che le riflessioni proprie, le impressioni, le oppressioni, le malinconie, i dubbi, i piccoli timori, impediscono le riflessioni divine, le impressioni sante, il rapido volo verso il Cielo, le gioie del vero bene, la pace celeste; esse sono come tante pietrucce gettate dentro un lago, mentre la persona si sta rimirando in quelle acque limpide come dentro uno specchio e vede tutta intera la sua persona, bella e ordinata qual è. Ora che succede? Mentre si sta rimirando in quelle acque tersissime, se viene gettata in quel lago una piccola pietruccia, l’acqua si increspa, si intorbida e forma tanti giri e rigiri da intorbidire tutta l’acqua e della povera persona che si stava rimirando che è avvenuto? Continua a leggere

Oltre l’Anniversario di Fatima

Ci sono grandi aspettative riguardo all’Anniversario di Fatima, che ricorre il 13 maggio 2017, a cento anni dalla prima apparizione della Santa Vergine.
Era diffusa la previsione secondo cui il 2017 avrebbe portato il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria. E adesso mancano meno di due mesi al 13 maggio e poco più di otto alla fine dell’anno.
Possibile che in un periodo così breve avvengano la nostra liberazione, la purificazione della terra e la sua rinascita? Cosa ne sarebbe allora di tutti gli eventi apocalittici che la perversità dei capi dei popoli, e dei popoli stessi, sembra sul punto di scatenare?
Diverse profezie per i nostri tempi parlano dell’anticristo come già vivente nel mondo e vicino alla sua presentazione, mentre la massoneria gli spiana la strada. Nostra Signora di Anguera (Brasile), nei suoi messaggi che sono sempre pieni di verità e amore, preannuncia che avremo «ancora lunghi anni di dure prove» (vedi per esempio il messaggio del 21 marzo 2017).
Ora, abbiamo trovato un libretto delle Edizioni Segno, intitolato Il sollevamento degli eletti. La Divina Volontà svela come avverrà. Si tratta di rivelazioni date, sembra, nel solco di quelle ricevute dalla Serva di Dio Luisa Piccarreta, anche se lei ha lasciato questa vita, perciò lo strumento umano prescelto deve essere un’altra persona.
Da tale libretto attingiamo notizie impressionanti, ma anche consolanti, sugli eventi che ancora ci attendono, evidentemente oltre l’Anniversario di Fatima. Ve ne daremo conto qui, anche se in modo limitato, per non venir meno al rispetto del diritto d’autore. Continua a leggere

Quando nella sofferenza c’è l’Amore

Il riposo di Gesù sulla Croce (da Luisa Piccarreta, Libro di Cielo, Volume 6, 20 Maggio 1905)

Questa mattina stavo pensando [a] quando il benedetto Gesù restò tutto slogato sulla croce, e dicevo tra me: “Ah, Signore, quanto fosti compenetrato da questa sì atroce sofferenza, e come l’anima vostra dovette restarne afflitta!”.

In questo mentre, quasi ombra, Gesù è venuto e mi ha detto: “Figlia mia, Io non Mi occupavo delle mie sofferenze, ma Mi occupavo dello scopo delle mie pene; e siccome nelle mie pene vedevo compiuta la Volontà del Padre, soffrivo e nel mio stesso soffrire trovavo il più dolce riposo, perché il fare la Volontà Divina ha questo bene, che mentre si soffre, vi si trova il più bel riposo. Se si gode, e questo godere non è voluto da Dio, nello stesso godere vi si trova il più atroce tormento. Continua a leggere

Suor Serafina Micheli e la visione di Lutero all’Inferno

Nel 1883 Suor Maria Serafina Micheli (1849-1911) che sarà beatificata a Faicchio in provincia di Benevento e diocesi di Cerreto Sannita il 28 maggio 2011, fondatrice dell’Istituto delle Suore degli Angeli, si trovava a passare per Eisleben, nella Sassonia, città natale di Lutero. Si festeggiava, in quel giorno, il quarto centenario della nascita del grande eretico (10 novembre 1483) che spaccò l’Europa e la Chiesa in due, perciò le strade erano affollate, i balconi imbandierati. Tra le numerose autorità presenti si aspettava, da un momento all’altro, anche l’arrivo dell’imperatore Guglielmo I, che avrebbe presieduto alle solenni celebrazioni. La futura beata, pur notando il grande trambusto non era interessata a sapere il perché di quell’insolita animazione, l’unico suo desiderio era quello di cercare una chiesa e pregare per poter fare una visita a Gesù Sacramentato. Dopo aver camminato per diverso tempo, finalmente, ne trovò una, ma le porte erano chiuse. Si inginocchiò ugualmente sui gradini d’accesso, per fare le sue orazioni. Essendo di sera, non s’era accorta che non era una chiesa cattolica, ma protestante. Mentre pregava le comparve l’angelo custode, che le disse: “Alzati, perché questo è un tempio protestante”.

Poi le soggiunse: “Ma io voglio farti vedere il luogo dove Martin Lutero è condannato e la pena che subisce in castigo del suo orgoglio”. Continua a leggere

Le candele della Candelora, luce nei tre giorni di buio

C’è una profezia, riguardante gli ultimi tempi, secondo cui verranno tre giorni di buio.
Diamo la parola alla Beata Anna Maria Taigi (1769-1837), che è stata una sposa e madre di famiglia dalla vita santa:

«Dio manderà due castighi: uno sarà sotto forma di guerre, rivoluzioni e altri mali, avrà origine sulla terra; l’altro sarà mandato dal Cielo. Verrà sulla terra una oscurità immensa che durerà per tre giorni e tre notti. Non si vedrà più nulla e anche l’aria sarà nociva, e recherà danno alla salute. Durante questi tre giorni, non vi sarà luce e anche quella artificiale sarà impossibile adoperare. Soltanto le candele benedette potranno ardere e dare luce in quei terribili giorni. Durante i tre giorni i fedeli dovranno rimanere chiusi in casa, recitare con molta devozione il Santo Rosario e chiedere perdono a Dio dei peccati commessi. Tutti i nemici della Chiesa in quei giorni di tenebre periranno». Continua a leggere

L’Avvertimento secondo le profezie di Garabandal (Spagna)

I messaggi di Garabandal sono assai simili a quelli lasciati dalla Madonna a La Salette, a Fatima, ad Akita in Giappone, e a Rue du Bac.
Lucia ha affermato che, alla Cova di Iria, Maria Santissima le è apparsa ancora una settima volta il 18 giugno 1921 quando Francesco e Jacinta erano già ‘saliti in Cielo’, alla vigilia della sua partenza per il Carmelo.
Quarant’anni dopo, nello stesso giorno, il 18 giugno 1961, a Garabandal un Angelo, come a Fatima e a Rue du Bac a Parigi, appare per preparare la venuta di Nostra Signora del Carmelo il 2 luglio dello stesso anno, festa della Visitazione.
Maria porta con sé a San Sebastian di Garabandal un messaggio:
Avvertimento – Miracolo – Castigo.

AVVERTIMENTO

L’Avvertimento sarà il segno della ‘fine dei tempi’, sarà la preparazione alla venuta del Grande Miracolo. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑