Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Santo Rosario

La Rosa blu splendente (The Bright Blue Rose)

Durante un viaggio in Irlanda negli anni Duemila, abbiamo sentito cantare per la prima volta l’irlandese Tommy Fleming, anche se non dal vivo. Riascoltando su YouTube alcune delle bellissime canzoni da lui interpretate, in particolare ci ha colpito The Bright Blue Rose, La Rosa blu splendente. È musicalmente e poeticamente bella come un miraggio o un sogno, eppure parla di realtà soprannaturali e concrete. Qui si celebra la grandezza della Madonna e della preghiera cattolica per eccellenza, il Santo Rosario, con uno sguardo intenso al cammino della nostra vita.
Essendo questo un blog principalmente in italiano, riportiamo prima la traduzione nella nostra lingua, poi l’originale inglese e dopo ancora note e citazioni per far meglio comprendere il tutto. La traduzione è nostra, anche se magari un fine letterato potrebbe renderla ancor più bella. Chi può, è benvenuto…

La Rosa blu splendente

Passai rasente alle acque nere,
Senza una sola volta immergermi
Fino alle rive d’un mattino urbano
Che anela le prime luci molto, molto più
Di quanto le attendano i monti. Continua a leggere

7 ottobre: Festa della Beata Vergine Maria del Rosario

Nel 1212 san Domenico di Guzman, durante la sua permanenza a Tolosa, vide la Vergine Maria che gli consegnò il Rosario, come risposta ad una sua preghiera, a Lei rivolta, per sapere come combattere l’eresia albigese.
Fu così che il Santo Rosario divenne l’orazione più diffusa per contrastare le eresie e fu l’arma determinante per vincere i musulmani a Lepanto. Come già per Poitiers (ottobre 732) e poi sarà per Vienna (settembre 1683), la battaglia di Lepanto fu fondamentale per arrestare l’avanzata dei musulmani in Europa. E tutte e tre le vittorie vennero imputate, oltre al valore dei combattenti, anche e soprattutto all’intervento divino.
La battaglia navale di Lepanto si svolse nel corso della guerra di Cipro. Era il 7 ottobre 1571 quando le flotte musulmane dell’Impero ottomano si scontrarono con quelle cristiane della Lega Santa, che riuniva le forze navali della Repubblica di Venezia, dell’Impero spagnolo (con il Regno di Napoli e di Sicilia), dello Stato Pontificio, della Repubblica di Genova, dei Cavalieri di Malta, del Ducato di Savoia, del Granducato di Toscana e del Ducato di Urbino, federate sotto le insegne pontificie. Dell’alleanza cristiana faceva parte anche la Repubblica di Lucca, che pur non avendo navi coinvolte nello scontro, concorse con denaro e materiali all’armamento della flotta genovese. Continua a leggere

Dedicato al Beato Bartolo Longo, per la sua Festa del 5 ottobre

Golia fu vinto non da un uomo più forte di lui, ma da Davide, credente in Dio. La «fede muove le montagne». È esattamente ciò che accadde nella vita del Beato Bartolo Longo (1841-1926). Negli anni del liberalismo risorgimentale e dell’Unità d’Italia, a Napoli, in particolare in ambito accademico, imperava un forte anticlericalismo. Bartolo Longo, dopo la lettura del libro Le Vie de Jésus del filosofo francese Ernest Renan, aderì al più aggressivo anticlericalismo, seguendo anche le lezioni di Lettere e Filosofia di alcuni professori apertamente anticattolici come Augusto Vera, Bertrando Spaventa e Luigi Settembrini: i loro corsi erano improntati al positivismo dominante, dove veniva negata la realtà soprannaturale.
Contemporaneamente a quella cultura positivista si diffondeva lo spiritismo: la ragione doveva comprendere l’esistenza o meno di un mondo ultraterreno. Longo, affascinato da quelle curiosità dell’oltretomba, si avvicinò a un movimento spiritista di stampo satanico e per circa un anno e mezzo familiarizzò con il satanismo. Quella tragica scelta lo portò ad una crisi spaventosa che un suo amico risolse con il suicidio, mentre per Longo fu la salvezza. Continua a leggere

AVVISO IMPORTANTE – URGENTE

Carissimi,

in questi giorni, come molti sapete, mediante e-mail o whatsapp si stanno facendo raccolte di firme per bloccare l’approvazione di diversi possibili decreti, per esempio, per fermare l’imposizione nelle scuole dell’indottrinamento “gender” o sessuale pervertito, o per il “Ius soli”, la cittadinanza con tutte le conseguenze a quanti arrivano…
Buone iniziative… monche! Mancano di dimensione verticale. “Politicamente corrette”: nessun riferimento spirituale né al soprannaturale. Ma “se il Signore non costruisce la casa invano vi lavorano i costruttori, se il Signore non custodisce la città invano veglia il custode” (Salmo 126)
Non è lotta umana, ma è GUERRA DI SPIRITI, che si combatte con le armi dello Spirito.
Da oggi, 28 Settembre, fino alla festa del SANTO ROSARIO, 7 OTTOBRE e primo Sabato del mese, invitiamo tutti ad UNA GRANDE NOVENA DI PREGHIERA per invocare da Dio la grazia di fermare queste gravi minacce messe in campo dal nemico infernale e per impedire una rovina ben più grave: mentre il mondo appare come un vulcano sul punto di esplodere, la Santa Chiesa si trova sul bordo di un precipizio e già il terreno sta franando sotto i piedi di tanti perché non sanno più guardare in Alto! Continua a leggere

Il peso di un Rosario

Una pia persona di Roma, di cui parla San Luigi M. Grignion ne Il meraviglioso segreto del Santo Rosario, era tanto devota e tanto fervorosa da confondere con la sua santa vita i religiosi più austeri della Chiesa di Dio.
Un giorno, volle consultare San Domenico ed essendosi, perciò, confessata da lui, questi le impose come penitenza la recita di un solo Rosario e la consigliò anche di recitarlo ogni giorno.
Immediatamente lei prese a scusarsi: aveva i suoi esercizi, tutti ben regolati, acquistava ogni giorno l’Indulgenza delle Stazioni di Roma, portava sempre il cilicio, si dava la disciplina più volte nella settimana, faceva tanti digiuni ed altre penitenze. Continua a leggere

Padre Pio e l’arma del Santo Rosario

Buon Primo Maggio, Festa di San Giuseppe Lavoratore e inizio del Mese di Maria!

 

Appello dal Cielo nella voce di un movimento cattolico

Il Movimento Laico di Preghiera Beato Bartolo Longo prende il nome dal grande apostolo del Santo Rosario, fondatore del Santuario e della città di Pompei, vissuto tra il 1841 e il 1926.
Qui c’è un appello che sembra venire dal Cielo attraverso dei suoi testimoni veraci.
È sublime e ha il potere di guarire, proprio come la musica che si può ascoltare sul sito.

La Vergine Santissima Maria invita i Suoi figli a pregare il Santo Rosario e a consacrarsi al Suo Cuore Immacolato.
Solo la Madre di Cristo Gesù, la Madre Nostra Celeste, ci potrà proteggere da ogni ‘insidia’, da ogni pericolo e condurre alla Salvezza Eterna. Continua a leggere

Rosario, la più bella corona di rose

Per parlarvi del Rosario, la corona di rose offerta da noi figli alla Madonna, Madre nostra, comincerò con le parole di Suor Lucia di Fatima. Infatti lei e gli altri due pastorelli, Giacinta e Francesco, avevano ricevuto nel 1917 non solo grandi rivelazioni ma anche la missione di diffondere la devozione all’Immacolata. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑