Cerca

Luce che sorge

Con la luce di Cristo verso una nuova alba

Tag

Vita e salute

Consigli cristiani per la salute mentale

La salute mentale non è riuscire semplicemente a stare in relazione positiva con se stessi e l’ambiente circostante. Una relazione positiva è qualcosa di troppo generico, è un consenso che qualcuno può dare anche a una società come la nostra.
Anzi, proprio la nostra società, senza fede, è profondamente malata e corrotta ed è all’origine della malattia mentale, perché non si prende veramente cura delle persone che ne fanno parte.
La salute mentale, per chi non sia un povero ateo, è innanzitutto salute spirituale. Vuol dire godere dell’armonia che Dio ci offre nel suo progetto ammirabile. Vuol dire vivere legami veri, legami che sono innanzitutto familiari.
La malattia mentale è la perdita dei legami, l’incapacità di riconoscere che abbiamo un Padre, Dio, e una Madre, Maria Santissima, o l’incapacità di ricevere l’amore e la forza che Loro ci offrono.
La malattia mentale è una frattura, una divisione, tra la possibilità di essere in Dio un uomo o una donna nuovi, e la realtà dell’uomo o donna vecchi, legati all’io e al mondo.
Dunque la malattia mentale, pur con il debito aiuto di specialisti e farmaci quando veramente indispensabili, si vince ritrovando l’armonia con Dio e con la parte buona di noi stessi, quella che ha la sua fonte in Dio. Continua a leggere

Il criterio della morte cerebrale è ormai completamente delegittimato

Il criterio della morte cerebrale fu inventato cinquant’anni fa (1968) dall’università di Harvard come pretesto per giustificare i primi trapianti d’organi vitali.

di Alfredo de Matteo

Quest’anno ricorrono i cinquant’anni (1968) della prima definizione del criterio di morte cerebrale, ad opera di una commissione medica creata appositamente dall’università di Harvard per giustificare dal punto di vista etico i primi trapianti d’organi vitali. Sull’“Avvenire” del 4 febbraio è uscita un’interessante intervista, a firma di Lucia Bellaspiga, alla ricercatrice del Centro Neurolesi di Messina, Silvia Marino.
L’occasione è un incontro internazionale che si è svolto a Milano il 2 febbraio scorso sui disordini della coscienza, organizzato dalla Fondazione Irccs Istituto Neurologico Carlo Besta.
La neurologa Marino si occupa da diversi anni di scandagliare i residui più nascosti della coscienza attraverso le tecniche di neuroimaging (immagini neurologiche) e di studiare le reazioni del cervello stimolato da suoni, odori ed immagini. Ai pazienti apparentemente privi di contatto con il mondo esterno e immobili da mesi o anni nel loro letto, spiega nell’intervista la ricercatrice, somministriamo stimoli di ogni genere, soprattutto grazie alla fondamentale collaborazione dei familiari. Mentre ciò avviene, attraverso la risonanza magnetica funzionale possiamo vedere se si attivano le aree del cervello del paziente. Continua a leggere

Frances Gillet, la donna Down più anziana del mondo

Non sono certo tempi facili per chi ha la sindrome di Down. Gli Stati democratici, infatti, non accettano più l’imperfezione, la malattia e la sofferenza. Ormai la mentalità eugenetica è predominante.
Ed è per questo che non si vedono più in giro bambini affetti da trisomia 21. Avere la sindrome di Down è un motivo sufficiente per venire abortiti. Uccisi. Eliminati. È la “nuova” eugenetica dei Paesi liberal-democratici.
Eppure il progredire della scienza e della medicina ha consentito che i Down oggi riescano a condurre una vita normale e, nonostante tutto, serena. Continua a leggere

La pranoterapia non ha nulla a che vedere con la scienza (né con la fede cristiana)

Purtroppo raccomandata o praticata da qualche sacerdote, spesso diventa anche un ostacolo alla preghiera (sconsigliati anche agopuntura, riflessologia, iridologia, reiki, ecc.)

da Sito del Timone

La guarigione che proviene dal diavolo ha lo scopo di generare confusione in vista di un male più grande e non ha nulla in comune con il carisma della guarigione: “… a un altro il dono di far guarigioni per mezzo dell’unico Spirito” (1 Cor 12,9). Questo dono che Dio fa gratuitamente, è accompagnato dai doni della fede e della compassione ed è esercitato solo in un ambiente di preghiera, durante il quale si loda Dio, ci si offre al Signore come canali di misericordia attraverso la quale Egli – per mezzo dello Spirito Santo – passa per raggiungere e guarire gli ammalati. Continua a leggere

Ragazza di 21 anni muore dopo aver preso la pillola per il controllo delle nascite: le autorità britanniche stanno investigando

STAFFORDSHIRE, Inghilterra, 21 gennaio 2016 (LifeSiteNews) – Un’assistente all’insegnamento ventunenne e in buona salute è morta per i contraccettivi che il suo medico le aveva prescritto, informandone i genitori. Ora è in corso un’inchiesta da parte della Coroner’s Court del South Staffordshire, l’autorità preposta in quel distretto alle indagini sulle morti violente o sospette.

Fallan Kurek è morta nel maggio scorso per un coagulo di sangue polmonare, causato dalla pillola per il controllo delle nascite che stava prendendo solo da 25 giorni per regolare il ciclo mestruale.

Il medico di famiglia di Fallan le aveva prescritto il contraccettivo Rigevidon per un periodo di prova per regolare i flussi mestruali. Dopo meno di un mese, Fallan ha cominciato ad avere il respiro affannoso e a sentire un dolore al petto e ai polmoni. Continua a leggere

George era stato dichiarato morto cerebralmente in seguito a un ictus e si stava per procedere all’espianto di organi, quando all’improvviso…

Suo padre ha impugnato la pistola e ha minacciato di sparare ai medici che stavano per procedere. E’ allora che George si è risvegliato e ha recuperato pienamente la salute

di Alfredo De Matteo

Il concetto di morte cerebrale, lungi dal soddisfare pienamente i criteri di accertamento della morte (storicamente determinata dalla cessazione di tutte le funzioni vitali di un organismo umano), fu elaborato nel 1968 da un comitato dell’Harvard Medical School, appositamente istituito per fornire una legittimazione scientifica e giuridica alla pratica dei trapianti di organi vitali, che notoriamente non può effettuarsi da cadavere. Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑